Press "Enter" to skip to content

Il razzo Elon Musk potrebbe portare le persone sulla Luna e su Marte, ecco il progetto

- Prosegue dopo la pubblicità -

La società SpaceX dell’imprenditore statunitense Elon Musk sta lavorando a un razzo multimiliardario chiamato “Starship” che un giorno potrebbe portare le persone sulla Luna, Marte, e lanciare in orbita migliaia di satelliti. Dave Mosher, corrispondente senior di Tech Insider, spiega tutto ciò che sappiamo finora sul progetto. Di seguito è riportata una trascrizione del video cui link riportiamo alla fine del testo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -
Il razzo di Musk – (foto embed: The Sun)

Dave: Questa primavera, SpaceX ha lanciato un piccolo razzo tozzo, un po ‘brutto ma brillante, e si chiama Starhopper. E questo è l’inizio, la prima rappresentazione fisica dell’intero futuro dell’azienda. Questo è il razzo su cui SpaceX sta puntando il suo futuro. La ragione principale per cui SpaceX sta facendo questo è a causa di un sogno che Elon Musk condivise all’inizio degli anni 2000 alla fondazione di SpaceX. Voleva inviare una piccola pianta su Marte e farla crescere lì per ispirare le persone sui viaggi nello spazio. Pensa che abbiamo bisogno di eseguire il backup della razza umana su Marte, avviare una colonia lì, una Terra 2.0, e questa astronave è la chiave di tutto ciò. Vuole usarlo per trasportare 100 persone e 150 tonnellate di merci alla volta sul pianeta rosso e pensa che entro il 2050 potremo costruire una colonia sostenibile su Marte. Quindi SpaceX sta testando i concetti ei motori dietro questa nave stellare nel sud del Texas, e stanno iniziando a far decollare questa piccola versione chiamata Starhopper per dimostrare che i motori e l’intero concetto funzionano.

Fondamentalmente, l’idea è che questa cosa esploderà o no? E finora non è esploso. Eravamo laggiù per il primissimo salto di questo veicolo, ed è stata una delle cose più rumorose che abbia mai sentito, ma non è esplosa. E da allora, SpaceX ha fatto un altro salto, e porteranno questi salti di questo veicolo sempre più in alto fino a circa 3 miglia più in alto. I motori che SpaceX utilizza sono nuovi di zecca. Si chiamano motori Raptor. Queste cose sono enormi. Hanno all’incirca le dimensioni di un piccolo camion per le consegne in cui una bomba controllata esplode, in pratica. Dopo che questi test di salto sono stati fatti e SpaceX ha dimostrato che il sistema non esploderà per un capriccio, metteranno questi motori Raptor su un veicolo ancora più grande, che Musk ha chiamato la versione orbitale, e andrà in orbita attorno alla Terra. E la cosa fondamentale con quel test non è solo mostrare che può entrare in orbita, ma che può tornare indietro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Quando un veicolo spaziale torna sulla Terra, entra nell’atmosfera ad un certo punto a una velocità 25 volte superiore a quella del suono. Questo solca l’atmosfera e accumula tutto questo gas in livelli surriscaldati che possono vaporizzare l’acciaio. Quindi SpaceX deve dimostrare che questo veicolo non si autodistruggerà quando tornerà sulla Terra, perché se lo fa, non possono lanciare persone su di esso in sicurezza. È per questo che ti serve uno scudo. È necessario proteggere il veicolo dal bruciarsi quando torna sulla Terra o entra nell’atmosfera molto sottile di Marte. Ci sono alcune critiche all’acciaio, e una di queste è che è così pesante. È denso. Se provi a usarne troppo, la tua astronave si impantana e non puoi lanciare tanto carico utile nello spazio. Quindi devi essere davvero creativo su come costruire la tua astronave. SpaceX sta aggirando questo problema cercando di inseguire una struttura del serbatoio del carburante, la struttura interna, queste piccole nervature e doghe e cose per sostenere la struttura più grande in modo che non cada su se stessa. In questo modo possono rendere il metallo davvero sottile ma anche sfruttare la sua economicità e anche la forza. Questo veicolo non utilizza ciò che SpaceX ha tipicamente utilizzato per i suoi razzi Falcon 9 e Falcon Heavy:

Concept – foto embed: Space.com

questo è RP-1. È una forma di cherosene. È simile alla roba che va nei jet. Puzza di carburante per aviogetti. Usano anche ossigeno liquido. La nuova nave stellare, e in particolare la Starhopper, appena lanciata, utilizza metano liquido e ossigeno liquido. Il metano è importante perché SpaceX vuole essere in grado di produrre il suo carburante su un altro pianeta, e in particolare su Marte, e possono farlo, in teoria, con l’atmosfera sottile di Marte. Possono prendere l’anidride carbonica, possono prendere l’acqua dal terreno e possono prendere la luce solare e usare l’energia per combinare questi due e formare metano sulla superficie di Marte, rifornire l’astronave e tornare a casa sulla Terra:

 

- Prosegue dopo la pubblicità -
Concept del razzo verso il pianeta rosso – foto embed: teslarati.com

La prima cosa che SpaceX spera di fare con un’astronave su vasta scala e pienamente operativa è dimostrare che funziona. Vogliono portare questa cosa in orbita, e poi, in seguito, vogliono iniziare a inviare le prime missioni su Marte. Questi sarebbero robot, attrezzature per aiutare a esplorare la superficie e anche a creare un impianto per generare metano e ossigeno per alimentare una futura missione di ritorno sulla Terra. La prima rozza missione, però, sarà con un artista giapponese e miliardario della moda chiamato Yusaku Maezawa. Caricherà una di queste astronavi con un equipaggio pieno di artisti e forse un paio di astronauti solo per sicurezza e farà il giro della luna per dimostrare che il sistema funziona. È disposto a mettere la sua vita in pericolo per questo, e Musk ha persino scherzato sul fatto che potrebbe andare lui stesso. In questo momento, SpaceX punta al 2023 o giù di lì per lanciare questa rozza missione lunare. Ma entro il 2024, la società vuole sfruttare un allineamento planetario, che avviene una volta ogni due anni con Marte e la Terra, per colmare il divario tra i pianeti e lanciare la prima rozza missione su Marte, atterrare lì e mettere gli stivali per terra.

Una ipotetica città coloniale su Marte – foto embed: ArchDaily

C’è un altro utilizzo davvero importante per questo veicolo. Proveranno a lanciare 12.000 satelliti. Questo è il doppio di quanti sono attualmente nello spazio in questo momento, e penso che tre o quattro volte di più di quelli attualmente operativi, per costruire una rete globale di Internet satellitare ad alta velocità e bassa latenza, così tante volte più veloce di te potrebbe ottenere oggi da un fornitore commerciale. Ma per farlo, dovranno lanciare una tonnellata di questi satelliti Starlink contemporaneamente, e Starship potrebbe essere il veicolo perché è così grande e completamente riutilizzabile per farlo a basso costo per SpaceX. Non possiamo pensare a Starship solo come un razzo per lanciare persone su Marte. Sarà il futuro razzo per SpaceX e forse per il mondo. Lancerà la prossima generazione di Internet via satellite. Potrebbe lanciare le persone su Marte, ovviamente. Potrebbe anche lanciare telescopi di nuova generazione e potrebbe anche lanciare astronauti della NASA sulla luna, così come mezzi da sbarco e qualsiasi numero di cose che le persone vogliono alzare che sono grandi e vogliono farlo a buon mercato.

Se SpaceX può ottenere il sostegno del governo, forse dalla NASA o dal Dipartimento della Difesa, per sviluppare Starship, farà molto per aiutare SpaceX ad arrivare al punto in cui questo sistema diventa una realtà perché in questo momento si affidano a un miliardario giapponese e alcuni dei loro fondi di capitale di rischio per finanziare l’intero progetto di sviluppo, che stimano essere compreso tra $ 2 e $ 10 miliardi da completare. Alcuni critici affermano, tuttavia, che 10 miliardi di dollari sono anche un limite basso. Potrebbe costare fino a 20 miliardi di dollari per sviluppare questo sistema. Quindi, se SpaceX può ottenere supporto esterno, può ottenere finanziamenti governativi, contribuirà a rendere questa cosa una realtà. NOTA: questo video è stato originariamente pubblicato il 5 giugno 2019.  (Business insider). Link al filmato diffuso su YouTube:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.