Messalina, l’imperatrice romana che sfidò una prostituta: 25 rapporti in un giorno secondo Plinio il Vecchio. Rappresentata circondata da peni in una gemma ovale. Fu Storia o diffamazione?

L’imperatrice Messalina e il figlio Britannico, Museo del Louvre

Valeria Messalina [3] o Messallina ( latino :  [waˈlɛrɪ.a mɛssaːˈliːna] ; c.  17 / 20–48 ) era la terza moglie dell’imperatore romano Claudio . Era una cugina paterna dell’imperatore Nerone , una cugina di secondo grado dell’imperatore Caligola e una bisnipote dell’imperatore Augusto . Una donna potente e influente con una reputazione di promiscuità , avrebbe cospirato contro suo marito ed è stata giustiziata sulla scoperta della sua vita mondana. La sua famigerata reputazione probabilmente derivava da pregiudizi politici, ma le opere d’arte e la letteratura l’hanno perpetuata fino ai tempi moderni:

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Messalina era la figlia di Domizia Lepida la Giovane e del suo primo cugino Marco Valerio Messalla Barbato . [4] [5] Sua madre era la figlia più giovane del console Lucio Domizio Enobarbo e Antonia Maggiore . Il fratello di sua madre, Gneo Domizio Enobarbo , era stato il primo marito della futura imperatrice Agrippina la Giovane e il padre biologico del futuro imperatore Nerone , diventando cugino di primo grado di Nerone Messalina nonostante una differenza di età di diciassette anni. Le nonne di Messalina Claudia Marcella la Giovane e Antonia la Vecchiaerano sorellastre. Claudia Marcella Minor, nonna paterna di Messalina, era figlia della sorella di Augusto Ottavia la Giovane . Antonia Major, la nonna materna di Messalina, era la figlia maggiore di Ottavia dal suo matrimonio con Marco Antonio , ed era la zia materna di Claudio. C’era, quindi, una grande quantità di consanguineità nella famiglia.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Poco si sa della vita di Messalina prima del suo matrimonio nel 38 con Claudio , il suo primo cugino una volta rimosso, che all’epoca aveva circa 47 anni. Dalla loro unione sono nati due figli: una figlia Claudia Octavia (nata 39 o 40 anni), futura imperatrice, sorellastra e prima moglie dell’imperatore Nerone ; e un figlio, Britannico . Quando l’imperatore Caligola fu assassinato nel 41, la guardia pretoriana proclamò Claudio nuovo imperatore e Messalina divenne imperatrice.

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Dopo la sua ascesa al potere, Messalina entra nella storia con una reputazione di spietata, predatrice e sessualmente insaziabile, mentre Claudio è dipinto come facilmente guidato da lei e inconsapevole dei suoi molti adulteri. Gli storici che hanno raccontato tali storie, principalmente Tacito e Svetonio , scrissero circa 70 anni dopo gli eventi in un ambiente ostile alla linea imperiale a cui Messalina era appartenuta. C’era anche il successivo racconto greco di Cassio Dio che, scrivendo un secolo e mezzo dopo il periodo descritto, dipendeva dal racconto ricevuto di quelli prima di lui. È stato anche osservato il suo atteggiamento nel corso del suo lavoro che era “sospettoso delle donne”. [6] Nemmeno Svetonio può essere considerato degno di fiducia.L’Encyclopaedia Britannica suggerisce dal suo approccio fittizio che era “libero da pettegolezzi scandalosi” e che “ha usato” aneddoti caratteristici “senza un’indagine esaustiva sulla sua autenticità”. [7] Manipola i fatti per adattarli alla sua tesi. [8]

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lo stesso Tacito affermò di trasmettere “ciò che era stato udito e scritto dai miei anziani” ma senza nominare fonti diverse dalle memorie di Agrippina la Giovane , che aveva provveduto a spostare i figli di Messalina nella successione imperiale ed era quindi particolarmente interessata ad annerire il nome del suo predecessore . [9] Esaminando il suo stile narrativo e confrontandolo con quello delle satire di Juvenal , un altro critico osserva “come gli scrittori lo manipolano per distorcere la percezione di Messalina da parte del pubblico”. [10] In effetti, Tacito sembra ben consapevole dell’impressione che sta creando quando ammette che il suo racconto può sembrare fittizio, se non melodrammatico ( fabulosus ). [11]È stato quindi affermato che il coro di condanna contro Messalina da parte di questi scrittori è in gran parte il risultato delle sanzioni politiche che hanno seguito la sua morte, [12] sebbene alcuni autori abbiano ancora visto “qualcosa di sostanza oltre la semplice invenzione”. [13]

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le vittime di Messalina

Le accuse contro Messalina si concentrano principalmente su tre aree: il trattamento riservato agli altri membri della famiglia imperiale; il suo trattamento dei membri dell’ordine senatoriale ; e il suo comportamento sessuale sfrenato. La famiglia di suo marito, soprattutto una donna, sembrava essere stata presa di mira specialmente da Messalina. Entro il primo anno di regno di Claudio, sua nipote Giulia Livilla , solo di recente richiamata dall’esilio alla morte del fratello Caligola , fu nuovamente esiliata con l’accusa di adulterio con Seneca il Giovane . Claudio ordinò la sua esecuzione subito dopo, mentre Seneca fu autorizzato a tornare sette anni dopo, in seguito alla morte di Messalina. [14] Un’altra nipote, Julia Livia, è stata attaccata per immoralità e incesto da Messalina nel 43 – forse perché temeva il figlio di Giulia Rubellio Plauto come pretendente rivale della successione imperiale, [14]  – con il risultato che Claudio ne ordinò l’esecuzione. [15]

- Prosegue dopo la pubblicità -

Negli ultimi due anni della sua vita, ha anche intensificato i suoi attacchi all’unica nipote sopravvissuta di suo marito, Agrippina il Giovane , e al giovane figlio di Agrippina, Lucio Domizio Enobarbo (il futuro imperatore Nerone). Il pubblico simpatizzava con Agrippina, che era stata esiliata due volte ed era l’unica figlia sopravvissuta di Germanico dopo che Messalina vinse l’esecuzione di Giulia Livia. Agrippina era implicata nei presunti crimini di Statilius Taurus , a cui si diceva avesse diretto a partecipare a “pratiche magiche e superstiziose”. [16] Toro si suicidò e, secondo Tacito, a Messalina fu impedito di perseguitare ulteriormente Agrippina solo perché era stata distratta dal suo nuovo amante,Caio Silio . [17]

Secondo Svetonio, Messalina si rese presto conto che il giovane Nerone poteva essere un potenziale rivale di suo figlio, che era di tre anni più giovane. Ha ripetuto una storia secondo cui Messalina ha inviato diversi assassini nella camera da letto di Nerone per ucciderlo, ma sono stati spaventati da quello che pensavano fosse un serpente che strisciava fuori da sotto il suo letto. [18] Nei Secular Games of 48, Nerone ottenne più applausi dalla folla rispetto al figlio Britannico di Messalina, qualcosa che gli studiosi hanno ipotizzato portò Messalina a complottare contro Nerone e sua madre una volta per tutte. [19]

Anche due eminenti senatori, Appio Silano e Valerio Asiatico , morirono su istigazione di Messalina. Il primo era sposato con la madre di Messalina Domitia Lepida, ma secondo Dio e Tacito, Messalina lo desiderava per se stessa. Nel 42, Messalina e il liberto Narciso escogitarono un elaborato stratagemma, in base al quale ciascuno di loro informò Claudio che avevano avuto sogni identici durante la notte, presagendo che Silano avrebbe ucciso Claudio. Quando Silanus arrivò quella mattina (dopo essere stato convocato da Messalina o Narciso), confermò il loro presagio e Claudio lo fece giustiziare. [20] [21] [22]

Valerio Asiatico fu una delle ultime vittime di Messalina. Asiatico era immensamente ricco e incorse nell’ira di Messalina perché possedeva i Giardini di Lucullo , che lei desiderava per se stessa, e perché era l’amante della sua odiata rivale Poppea Sabina la Vecchia , con la quale era impegnata in una feroce rivalità per gli affetti di l’attore Mnester . [23] Nel 46, convinse Claudio a ordinare il suo arresto con l’accusa di non aver mantenuto la disciplina tra i suoi soldati, adulterio con Sabina e per aver commesso atti omosessuali. [24] [25]Sebbene Claudio esitasse a condannarlo a morte, alla fine lo fece su raccomandazione dell’alleato di Messalina e partner di Claudio nel consolato per quell’anno, Lucio Vitellio . [26] L’assassinio di Asiatico, senza avvisare il senato e senza processo, provocò grande indignazione tra i senatori, che incolpavano sia Messalina che Claudio. [27] Nonostante ciò, Messalina ha continuato a prendere di mira Poppea Sabina fino a quando non si è suicidata. [28]

Lo stesso anno dell’esecuzione di Asiatico, Messalina ordinò l’avvelenamento di Marco Vinicio  , perché si rifiutava di dormire con lei secondo i pettegolezzi. [29] In questo periodo organizzò anche l’esecuzione di uno dei segretari liberti di Claudio, Polibio . Secondo Dio, questo omicidio di uno di loro ha messo gli altri liberti, in precedenza suoi stretti alleati, contro Messalina per sempre.

Nel 48 d.C. Claudio si recò ad Ostia per visitare il nuovo porto che stava costruendo e mentre era lì fu informato che Messalina era arrivata al punto di sposare il suo ultimo amante, il senatore Gaio Silio a Roma. Fu solo quando Messalina tenne un costoso banchetto di nozze in assenza di Claudio che il liberto Narciso decise di informarlo. [30] Le motivazioni esatte per le azioni di Messalina sono sconosciute: è stata interpretata come una mossa per rovesciare Claudio e installare Silius come imperatore, con Silius che adotta Britannico e assicurando così la futura adesione di suo figlio. [31]Altri storici hanno ipotizzato che Silius convinse Messalina che il rovesciamento di Claudio era inevitabile e che le sue migliori speranze di sopravvivenza risiedevano in un’unione con lui. [32] [33] Tacito affermò che Messalina esitava anche se Silius insisteva sul matrimonio, ma alla fine concesse perché “desiderava il nome di moglie”, e perché Silius aveva divorziato dalla propria moglie l’anno precedente in previsione di un’unione con Messalina. [34] Un’altra teoria è che Messalina e Silius prendessero semplicemente parte a un matrimonio fittizio come parte di un rituale bacchico mentre stavano celebrando la Vinalia , una festa della vendemmia. [35]

Tacito e Dio affermano che Narciso convinse Claudio che era una mossa per rovesciarlo [30] e lo persuasero a nominare il vice prefetto pretoriano , Lusius Geta , alla carica della guardia perché la lealtà del prefetto anziano Rufrius Crispino era in dubbio . [19] [36] [30] Claudio si precipitò di nuovo a Roma, dove fu accolto da Messalina sulla strada con i loro figli. La principale Vestale , Vibidia, venne a supplicare Claudio di non affrettarsi a condannare Messalina. Ha poi visitato la casa di Silius, dove ha trovato un gran numero di cimeli dei suoi Claudii e Drusiiantenati, prelevati da casa sua e donati a Silio da Messalina. [37] Quando Messalina tentò di ottenere l’accesso a suo marito nel palazzo, fu respinta da Narciso e urlata con un elenco dei suoi vari reati compilato dal liberto. Nonostante le crescenti prove contro di lei, i sentimenti di Claudius si stavano attenuando e le chiese di vederla la mattina per un colloquio privato. [38] Narciso, fingendo di agire secondo le istruzioni di Claudio, ordinò a un ufficiale della Guardia pretoriana di giustiziarla. Quando la truppa di guardie arrivò ai Giardini di Lucullo, dove Messalina si era rifugiata con sua madre, le fu data l’onorevole opzione di togliersi la vita. Incapace di trovare il coraggio di tagliarsi la gola, è stata travolta con una spada da una delle guardie.[39] [38] Dopo aver appreso la notizia, l’Imperatore non reagì e si limitò a chiedere un altro calice di vino. Il Senato romano ha quindi ordinato una damnatio memoriae in modo che il nome di Messalina fosse rimosso da tutti i luoghi pubblici e privati ​​e tutte le sue statue sarebbero state rimosse.

Le accuse di eccesso sessuale mosse negli anni seguenti furono probabilmente una tattica diffamatoria e il risultato di “ostilità politicamente motivata”. [13] Due resoconti in particolare hanno integrato i pettegolezzi registrati dagli storici e aggiunto alla notorietà di Messalina. Una è la storia della sua tutta la notte la concorrenza sesso con una prostituta nel Libro X delle Plinio il Vecchio  Naturalis Historia, secondo la quale la concorrenza è durato per 24 ore e Messalina ha vinto con un punteggio di 25 concubitus (relazioni). [40] A questo episodio sembra riferirsi anche una gemma ovale, oggi custodita al Antikensammlung di Berlino e databile I sec. d.C. che sembra proprio rappresentare (più o meno allegoricamente) l’impresa dell’imperatrice con la singolare rappresentazione multipla di genitali maschili:

Il poeta Giovenale menziona due volte Messalina nelle sue satire. Una storia raccontata lì è che ha costretto Gaio Silio a divorziare da sua moglie e a sposarla. [41] Nella sua sesta satira compare la famigerata descrizione di come l’Imperatrice lavorava clandestinamente tutta la notte in un bordello sotto il nome di Lupa. [42] Nel corso di quel lavoro, Giovenale coniò la frase frequentemente applicata a Messalina da allora in poi, meretrix augusta (la prostituta imperiale). In tal modo, ha accoppiato la sua reputazione con quella di Cleopatra , un’altra vittima dell’assassinio di personaggi diretto dall’imperatore , che il poeta Properzioaveva precedentemente descritto come meretrix regina (la regina meretrice). [43]

La precedente propaganda contro Cleopatra è descritta come “radicata nell’ostile tradizione letteraria romana”. [44] Tattiche letterarie simili, inclusa la suggestiva mescolanza di fatti storici e pettegolezzi negli annali ufficialmente approvati, è ciò che ha contribuito a prolungare anche la scandalosa reputazione di Messalina.

Chiamare una donna “una Messalina” indica una personalità subdola e sessualmente vorace. La figura storica e il suo destino erano spesso usati nelle arti per esprimere un punto morale, ma spesso c’era anche un fascino pruriginoso per il suo comportamento sessualmente liberato. [45] Nei tempi moderni, ciò ha portato a opere esagerate che sono state descritte come scherzi. [46]

L’atteggiamento ambivalente nei confronti di Messalina può essere visto nell’opera in prosa francese tardo medievale nel J. Paul Getty Museum illustrata dal Maestro di Boucicaut , Tiberio, Messalina e Caligola si rimproverano a vicenda in mezzo alle fiamme . Racconta un dialogo che si svolge all’inferno tra i tre personaggi della stessa linea imperiale. Messalina vince il dibattito dimostrando che i loro peccati erano di gran lunga peggiori dei suoi e suggerisce che si pentano della propria malvagità prima di rimproverarla come avevano fatto. [47]

Mentre il comportamento malvagio di Messalina verso gli altri è dato piena enfasi, e persino esagerato nei primi lavori, le sue attività sessuali sono state trattate in modo più comprensivo. Nelle 1524 illustrazioni di 16 posizioni sessuali conosciute come I Modi , ognuna prende il nome da una coppia della storia classica o del mito, che includeva “Messalina nello stand di Lisisca”. Sebbene le prime edizioni siano state distrutte dalla censura religiosa, le copie successive di Agostino Caracci sono sopravvissute (vedi sopra).

Uno dei pochi modi per trarre una lezione morale dalla storia di Messalina in pittura era immaginare la sua fine violenta. Un primo esempio è stato Francesco Solimena s’ La morte di Messalina (1708). [48] In questa scena di vigorosa azione, un soldato romano tira indietro il braccio per pugnalare l’Imperatrice mentre si difende da sua madre. Un testimone in armatura osserva con calma dalle ombre sullo sfondo. Il dipinto di Georges Rochegrosse del 1916 è una ripresa della stessa scena. [49] Una donna in lutto vestita di foglie nere con il viso coperto da soldato trascina indietro la testa di Messalina, sorvegliata da un cortigiano con in mano l’ordine di esecuzione. Il pittore reale danese Nicolai Abildgaard, tuttavia, ha preferito presentare “The Dying Messalina and her Mother” (1797) in un ambiente più tranquillo. La madre piange accanto alla figlia mentre giace distesa per terra in un giardino. [50] Un trattamento francese di Victor Biennoury (1823–1893) rende più chiara la lezione di giustizia poetica identificando specificamente la scena della morte di Messalina come il giardino che aveva ottenuto facendo giustiziare il suo precedente proprietario con una falsa accusa. Ora si accovaccia ai piedi di un muro scolpito con il nome di Lucullo e viene denunciata da una figura vestita di scuro mentre un soldato le avanza traendo la spada. [51]

Due pittori dei Paesi Bassi hanno sottolineato la depravazione di Messalina raffigurando il suo matrimonio con Gaio Silio. Quella di Nicolaus Knüpfer , datata circa 1650, assomiglia così tanto alle scene di bordelli contemporanei che il suo soggetto è ambiguo ed è stato contestato. Un ubriacone riccamente vestito giace su un letto tra due donne mentre i compagni guardano con ansia fuori dalla finestra e un altro lotta per estrarre la spada. [52] Il successivo “Paesaggio con il matrimonio di Messalina” di Victor Honoré Janssens raffigura l’imperatrice seduta vestita prima della cerimonia. [53] Nessuna delle due scene assomiglia molto a un matrimonio, ma piuttosto indica il senso di indignazione morale dell’età per questa parodia del matrimonio. Ciò è stato ulteriormente sottolineato da un Tarocco contemporaneocarta in cui la carta 6, normalmente intitolata ” The Lover (s) “, è stata ribattezzata “Shameless” (impudique) e raffigura Messalina appoggiata a un baule scolpito. Sotto c’è la spiegazione che “ha raggiunto un tale punto di insolenza che, a causa della stupidità del marito, ha osato sposare pubblicamente un giovane romano in assenza dell’imperatore”. [54]

Artisti successivi mostrano scene di dissolutezza più palese o, come l’italiano A. Pigma in Quando Claudius is away, Messalina suonerà (1911), [55] suggerendo che presto seguirà. Ciò che sarebbe seguito è raffigurato in Federico Faruffini ‘il Le orge di Messalina (1867-1868). [56] Un collegamento più privata è trattata nello Sorolla y Bastida s’ Messalina con le braccia del Gladiatore (1886). [57] Ciò avviene in un interno, con l’imperatrice sdraiata a petto nudo contro le ginocchia di un gladiatore nudo.

Il racconto di Juvenal delle sue notti trascorse nel bordello è comunemente ritratto. Gustave Moreau la dipinse mentre conduceva un altro uomo sul letto mentre una prostituta esausta dorme sullo sfondo, [58] mentre nel dipinto di Paul Rouffio del 1875 si adagia a petto nudo mentre uno schiavo offre l’uva. [59] Il danese Peder Severin Krøyer la raffigurava in piedi, il suo intero corpo evidente sotto il tessuto sottile del suo vestito. I ranghi dei suoi clienti sono appena visibili dietro la tenda contro la quale si trova (vedi sopra). Due disegni di Aubrey Beardsley furono prodotti per una stampa privata delle satire di Giovenale (1897). Quello intitolato Messalina e il suo compagno le ha mostrato la strada per il bordello,[60] mentre un disegno rifiutato è solitamente intitolato Messalina che torna dal bagno . [61]

In alternativa, gli artisti hanno attinto al racconto di Plinio della sua competizione sessuale. Il brasiliano Henrique Bernardelli (1857-1936) la mostrò in seguito distesa sul letto nel momento dell’esaurimento. [62] Così fece anche la drammatica scultura in marmo di Eugène Cyrille Brunet , risalente al 1884 (vedi sopra), mentre nella statua in piedi del ceco Jan Štursa del 1912 lei tiene un ultimo capo di abbigliamento al suo fianco all’inizio. [63]

Una delle prime produzioni teatrali per caratterizzare la caduta dell’imperatrice fu The Tragedy of Messalina (1639) di Nathanael Richards , [64] dove è raffigurata come un mostro e usata come fioretto per attaccare la moglie cattolica romana del re inglese Carlo I . [65] Viene trattata come altrettanto malvagia ne La Messalina (1656) del veneziano Pietro Zaguri . Si trattava di una tragedia in prosa in 4 atti con quattro canzoni, descritta come un’opera scenica , che ruotava attorno alla relazione con Gaio Silio che le provocò la morte. Carlo Pallavicinodoveva seguire un’opera veneziana in piena regola nel 1679 che combinava l’erotismo con la moralità. [66]

Durante l’ultimo quarto del XIX secolo l’idea della femme fatale è diventata famosa e ha incoraggiato molte altre opere con Messalina. Il 1874 vide la tragedia austriaca in versi Arria und Messalina di Adolf Wilbrandt [67] che fu messa in scena con successo in tutta Europa per molti anni. Fu seguita nel 1877 dalla tragedia in versi italiani di Pietro Cossa , dove Messalina figura come una donna totalmente sfrenata alla ricerca dell’amore. [68] Un’altra tragedia in versi in 5 atti fu pubblicata a Filadelfia nel 1890, [69] scritta da Algernon Sydney Logan (1849-1925), che aveva opinioni liberali sul sesso. [70]

Oltre al dramma, la storia di Messalina è stata adattata al balletto e all’opera. Il balletto del 1884 di Luigi Danesi fu realizzato uno spettacolo fantastico all’Éden-Théâtre di Parigi, con i suoi elefanti, cavalli, scene di folla imponente e giochi da circo in cui file di gladiatori femminili a gambe nude precedevano i combattenti. [71] [72] L’opera Messaline di Isidoro de Lara , basata su una tragedia in versi in 4 atti di Armand Silvestre ed Eugène Morand, incentrata sull’amore dell’imperatrice per un poeta e poi suo fratello gladiatore. Ha aperto a Monte Carlo nel 1899 e ha continuato a Covent Garden . [73] Il malato Henri de Toulouse-Lautrecassistette alla produzione bordolese e fu ispirato a dipingere sei scene da essa, incluse Messalina Seated [74] e Messalina che scende le scale . [75]

Nel 1914 ci fu una tragedia espressionista tedesca in 3 atti di Hermann Kesser , Kaiserin Messalina . E nel 2009 il tema è stato aggiornato da Benjamin Askew nella sua opera teatrale britannica In Bed With Messalina , che presenta le sue ultime ore. [76]

Dall’ultimo quarto del XIX secolo in poi, il ruolo di Messalina ha riguardato tanto la celebrità di coloro che la interpretavano quanto il messaggio sociale delle opere in cui è apparsa. [77] Il nome della star appariva in caratteri grandi sui manifesti delle opere in cui recitava. Era costantemente presente nelle colonne di gossip. Il suo ruolo è stato iconizzato fotograficamente, cosa che spesso ha inscritto per i suoi ammiratori. [78]Le foto di lei come Messalina adornavano le riviste di teatro e furono vendute a migliaia come cartoline. Questo era vero nel dramma e nell’opera come lo era di coloro che hanno interpretato l’imperatrice in film, film per la televisione o miniserie. Il ruolo stesso ha aggiunto o stabilito la loro reputazione. E, con la crescente permissività dei tempi moderni, ciò potrebbe piuttosto ammontare a notorietà per quei film per adulti in cui la resistenza atletica era più un requisito che l’abilità di recitazione.

Arria und Messalina di Wilbrandt è stata scritta appositamente per Charlotte Wolter , dipinta nel suo ruolo da Hans Makart nel 1875. Là si adagia su una chaise-longue con la città di Roma illuminata dal fuoco sullo sfondo. Oltre a una fotografia preparatoria di lei vestita come nel dipinto, [79] c’erano anche foto in posa di lei in un abito più semplice. [80] Altre star furono coinvolte quando lo spettacolo andò in tour in varie traduzioni. Lilla Bulyovszkyné (1833–1909) ha recitato nella produzione ungherese nel 1878 [81] e Irma Temesváryné-Farkas in quella del 1883; [82] Louise Fahlman (1856-1918) recitò nella produzione di Stoccolma del 1887,[83] Marie Pospíšilová (1862-1943) nella produzione ceca del 1895. [84]

In Italia il dramma di Cossa è stato recitato con Virginia Marini nel ruolo di Messalina. [85]

Entrambi i protagonisti parigini del balletto di Danesi furono fotografati da Nadar : Elena Cornalba nel 1885 [86] e la signorina Jaeger più tardi. [87] Durante la sua produzione del 1898 a Torino, Anita Grassi era la protagonista. [88]

Meyriane Héglon ha recitato nella produzione di Monte Carlo e nelle successive produzioni londinesi di Messaline di De Lara , [89] mentre Emma Calvé ha recitato nella produzione di Parigi del 1902, [90] [91] dove le è successa Cécile Thévenet . [92] Altri che hanno cantato nel ruolo erano Maria Nencioni nel 1903, [93] Jeanne Dhasty nel Nancy (1903) e Algeri (1907) produzioni, [94] Charlotte Wyns (1868- c.  1917 ) nel 1904 Aix les La produzione di Bains, [95] e Claire Croiza , che ha fatto il suo debutto nelle produzioni del 1905 a Nancy e Lille. [96] [riferimento circolare ]

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E’ inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando “MI PIACE” e poi “segui” su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom.

Note modifica ]

  1. ^ Susan Wood, “Messalina, moglie di Claudio: successi e fallimenti della propaganda del suo regno”, Journal of Roman Archaeology , Volume 5, 1992, p. 334, suggerisce che il gruppo sia stato preservato dalla distruzione in seguito alla sua damnatio memoriae da parte di un sostenitore che lo teneva nella sua casa.
  2. ^ Eric R. Varner, Mutilation and Transformation, Damnatio Memoriae e Roman Imperial Portraiture , Leiden, Brill, 2004., p. 96, scrive che il gruppo è stato immagazzinato dopo la suadamnatio memoria.
  3. ^ Prosopographia Imperii Romani V 161
  4. ^ Prosopographia Imperii Romani V 88
  5. ^ Svetonio, Vita Claudii , 26.29
  6. ^ Adam Kemezis, The Bryn Mawr Classical Review , 7 marzo 2005
  7. “Svetonio | Autore romano” . Encyclopedia Britannica .
  8. ^ Andrew Wallace-Hadrill, “Svetonio e storico”, The Classical Review New Series, vol. 36.2 (1986), pagg. 243–245
  9. ^ KAHosack, “Can One Believe the Ancient Sources That Describe Messalina?”, Constructing the Past 12.1, 2011]
  10. ^ Nicholas Reymond, Meretrix Augusta: The Treatment of Messalina in Tacitus and Juvenal , McMaster University 2000
  11. ^ Katharine T. von Stackelberg, “Performative Space and Garden Transgressions in Tacitus ‘Death of Messalina”, The American Journal of Philology 130.4 (Winter, 2009), pp. 595-624
  12. ^ Harriet I. Flower, The Art of Forgetting: Disgrace and Oblivion in Roman Political Culture , University of North Carolina 2011, pp. 182–189
  13. Salta a:b Thomas AJ McGinn,Prostitution, Sexuality, and the Law in Ancient Rome, Oxford University 1998p. 170
  14. Salta a:b Barbara Levick (1990). ClaudioYale University Press. p. 56.
  15. ^ Anthony Barrett (1996). Agrippina: sesso, potere e politica nel primo impero romano . Yale University Press. pagg. 87, 104.
  16. ^ Tacito, Annali XII.59.1
  17. ^ Tacito, Annales , XI.10
  18. ^ Svetonio. Vite dei Cesari: Claudio I.VI .
  19. Salta a:b Barbara Levick (1990). ClaudioYale University Press. p. 65.
  20. ^ Tacito, Annales , iv. 68, vi. 9, xi. 29.
  21. ^ Svetonio, “La vita di Claudio”, 29, 37.
  22. ^ Cassio Dio, IX. 14.
  23. ^ Tacito, Annali, 11.2
  24. ^ Barbara Levick (1990). Claudio . Yale University Press. p. 62.
  25. ^ Alston, Aspects of Roman History 14–117 d.C. , p. 95
  26. ^ Barbara Levick (1990). Claudio . Yale University Press. pagg. 61–62.
  27. ^ Barbara Levick (1990). Claudio . Yale University Press. p. 64.
  28. ^ Tacito, Annales , XI.1–3
  29. ^ Cassio Dione 60, 27, 4
  30. Salta a:c Cassio Dio, Storia romana. Prenota LXI.31
  31. ^ Barbara Levick (1990). Claudio . Yale University Press. pagg. 64–67.
  32. ^ Arnoldo Momigliano (1934).Claudio: l’imperatore e il suo successo. W. Heffer & Sons. pp. 6–7.
  33. ^ Vincent Scramuzza (1940). L’imperatore Claudio . Harvard University Press. p. 90.
  34. ^ Tacito. Annali . p. Libro XI.XXVI.
  35. ^ Barbara Levick (1990). Claudio . Yale University Press. p. 67.
  36. ^ Tacito. Annali . p. Libro XI.XXVII.
  37. ^ Tacito. Annali . p. Libro XI.XXXV.
  38. Salta a:b Tacito. Annalip. Libro XI.XXXVI.
  39. ^ Tom Holland (2015).Dynasty: The Rise and Fall of the House of Caesar. p. 334.
  40. ^ Traduzione in linea, X cap.83
  41. ^ Satire X, tradotto da AS Kline, righe 329–336
  42. “Juvenal (55-140) – The Satires: Satire VI” . www.poetryintranslation.com .
  43. ^ Gilmore, John T. (2017). Satira . Routledge. ISBN 978-1134106332 – tramite Google Libri.
  44. ^ Margaret M. Miles, “Cleopatra in Egypt, Europe and New York” in Cleopatra: A Sphinx Revisited , University of California 2011, p. 17
  45. ^ Peter Maxwell Cryle, The Telling of the Act: Sexuality As Narrative in diciottesimo e diciannovesimo secolo Francia , Università del Delaware 2001. Capitolo Messalina, pp. 281ff
  46. ^ “La Messalina di Jack Oleckè un vero e proprio gioco nel mondo salace della Roma imperiale” ; Le mie notti con Messalina sono una stupida, piccola, e abbastanza brava anche in questo ‘
  47. “Wiki-Commons” .
  48. “Morte di Messalina (Getty Museum)” . Il J. Paul Getty di Los Angeles .
  49. “La morte di Messalina :: Georges Antoine Rochegrosse – Scene del mondo antico” . www.fineartlib.info .
  50. ^ Wiki-Commons
  51. ^ Wiki-Commons
  52. ^ Wiki-Commons
  53. ^ Wiki-Commons
  54. “Valeria Messalina; Messalline; Kaartspel met gerenommeerde heerseressen; Jeu des reynes renommées” . Collezioni Europeana .
  55. ^ Limitato, Alamy. “Archivio Fotografico – Quando Claudio è assente, Messalina suonerà di A.Pigma (1911)” . Alamy .
  56. ^ Wiki-Commons
  57. ^ Wiki-Commons
  58. “Messalina: Gustave Moreau: Museum Art Images: Museuma” . 4 marzo 2016 Archiviata dall’originale il 4 marzo 2016.
  59. “Art Value” .
  60. ”  Messalina and her Companion “, Aubrey Beardsley, 1895” . Tate .
  61. “Messalina che torna a casa, 1896 – Aubrey Beardsley” . www.wikiart.org .
  62. ^ Wiki-Commons
  63. ^ Štursa, gennaio “Français: Messaline” – tramite Wikimedia Commons.
  64. ^ Testo in linea
  65. ^ Lisa Hopkins, The Cultural Uses of the Caesars on the English Renaissance Stage , 2008 pp. 135-137
  66. ^ Wendy Heller, Emblems of Eloquence: Opera and Women’s Voices in Seventeenth-Century Venice , University of California 2003, pp. 277–297
  67. ^ Wilbrandt, Adolf “von” (21 ottobre 1874). “Arria und Messalina: Trauerspiel in 5 Aufz” . Rosner – tramite Google Libri.
  68. ^ Cossa, Pietro (21 ottobre 1877). “Messalina: commedia in 5 atti in versi, con prologo” . F. Casanova – tramite Google Libri.
  69. “Messalina: una tragedia in cinque atti” . Azienda JB Lippincott. 21 ottobre 1890 – tramite Internet Archive.
  70. “Raccolta dei libri del Delaware – Viste da un flusso della contea del Kent” . jnjreid.com .
  71. ^ Sarah Gutsche-Miller, Pantomime-Ballet on the Music-Hall Stage, tesi della McGill University, 2010, p. 36
  72. “Illustrazione di rivista” .
  73. “Messaline,” Maitres de l’Affiche “piatto 187 | Limited Runs” . www.limitedruns.com .
  74. “Messalina seduta, 1900 – Henri de Toulouse-Lautrec” . www.wikiart.org .
  75. “Messaline, 1900-1901 – Henri de Toulouse-Lautrec” . www.wikiart.org .
  76. “Rassegna teatrale: A letto con Messalina al Courtyard Theatre, Hoxton” . British Theatre Guide .
  77. ^ Wyke, Maria (2007). The Roman Mistress: rappresentazioni antiche e moderne . La stampa dell’università di Oxford. ISBN 978-0199228331 – tramite Google Libri.
  78. ^ Thomas F. Connolly, Genus Envy: Nationalities, Identities, and the Performing Body of Work, Cambria Press 2010, pp. 102-103
  79. ^ Limitato, Alamy. “Archivio Fotografico – Charlotte Wolter, attrice austriaca, in costume da Messalina, sdraiata su una chaise longue” . Alamy .
  80. “Archivio fotografico austriaco” .
  81. “Arria és Messalina szomorujáték 5 felvonásban – irta Willbrant – forditotta Dr Váradi Antal” . Collezioni Europeana.
  82. “Arria és Messalina szomorujáték 5 felvonásban – irta: Willbrand – forditotta: dr. Várady Antal” . Collezioni Europeana .
  83. ^ ritratti fotografici su Wiki-Commons e Alamy
  84. “Pospíšilová, Marie” . Collezioni Europeana .
  85. “Messalina – Archivio digitale della Fondazione Giorgio Cini Onlus” . archivi.cini.it .
  86. ^ Photographe, Atelier Nadar (21 ottobre 1885). “Cornalba. Eden. [Messalina]: [Photographie, tirage de démonstration] / [Atelier Nadar]” . Gallica .
  87. ^ Photographe, Atelier Nadar (21 ottobre 1885). “Jager [cioè Jaeger]. Eden. Messalina: [Photographie, tirage de démonstration] / [Atelier Nadar]” . Gallica .
  88. ^ Giaquinto, Giuseppe; Danesi, Luigi (21 ottobre 1898). “Messlina: azione storica coreografica in 8 quadri” . Torino: Tip. M. Artale – tramite Internet Archive.
  89. “Meyriane Heglon” . ipernità .
  90. ^ Punteggio archiviato .
  91. “Account mancante | Piwigo” . piwigo.com .
  92. ^ Reutlinger, Jean (21 ottobre 1903). “[Album Reutlinger de portraits divers, vol. 29]: [fotografia positiva]: Thévenet dans Messaline;” – tramite Wikimedia Commons.
  93. ^ Cartolina ,
  94. “Cartolina” .
  95. “Wyns Charlotte” .
  96. ^ Fotografia su Wiki-Commons
  97. ^ Frédéric Zarch, Catalog des films projetés à Saint-Étienne avant la première guerre mondiale , Université de Saint-Etienne, 2000, p.209
  98. ^ Poster
  99. “Messalina (1910)” . IMDb .
  100. “Messalina – una foto su Flickriver” . www.flickriver.com .
  101. “Merle Oberon nel ruolo di Messalina nella produzione di London Film, I Claudius” . 16 gennaio 2011 – via Flickr.
  102. “Messalina Imperatrice di Roma” . filmplakater .
  103. “Poster” .
  104. “Archivo Storico del Cinema” .
  105. “Poster con Hayward in primo piano” .
  106. ^ Martin M. Winkler, Cinema and Classical Texts: Apollo’s New Light , Cambridge University 2009, p. 232
  107. “Il poster tedesco” .
  108. “L’ultimo gladiatore / Messalina vs. il figlio di Ercole (1964) Umberto Lenzi, Richard Harrison, Marilù Tolo, Philippe Hersent, Adventure, Drama | RareFilm” . rarefilm.net .
  109. “Al piano di sopra, al piano di sotto – Fuori costume – Prima di UpDown 2” . www.updown.org.uk .
  110. “Messalina – I, Claudius (UK) Characters” . sharetv.com.
  111. “Messalina, Messalina” – tramite www.imdb.com.
  112. ^ Gary Allen Smith, Epic Films: Casts, Credits and Commentary, McFardland 2004, p. 168
  113. ^ Poster
  114. “Poster su Pinterest” .
  115. ^ Suni, Jetro. “fixgalleria.net” . www.fixgalleria.net .
  116. “Jennifer O’Neill come Messalina Pretty Portrait AD originale 1985 NBC TV Photo” . eBay .
  117. ^ Poster su database di film
  118. “Foto pubblicitaria” .
  119. “Nymphomaniac Volume II – Crediti cast completi” . IMDb.
  120. ^ Wendy Heller, Emblems of Eloquence: Opera and Women’s Voices in Seventeenth-Century Venice , University of California 2003, pp. 273-275
  121. ^ Leti, Gregorio (21 ottobre 1689). “Gli Amours di Messalina, defunta regina di Albion: in cui sono brevemente Couch’d, segreti dell’impostura del Cambrion Prince, The Gothick League e altri intrighi di corte del regno dei quattro ultimi Rears, non ancora resi pubblici” . Lyford – tramite Google Libri.
  122. ^ Maturin, Edward (21 ottobre 1839). “Seiano: e altri racconti romani” . F. Saunders – tramite Google Libri.
  123. ^ William Hawes, Caligula and the Fight for Artistic Freedom , Jefferson NC 2009, pagg. 14-16
  124. “La femme de Claude, Alexandre Dumas fils” . epelorient.free.fr .
  125. ^ Il diciannovesimo secolo in due parti , Syracuse University 1994 p. 1214
  126. ^ Archiviato in linea ; c’è stata anche una traduzione recente come The Latin Orgy .
  127. ^ Marie-France David-de Palacio, Reviviscences romaines: la latinité au miroir de l’esprit fin-de-siècle , Peter Lang, 2005, p.232
  128. “Kapitel 2 des Buches: Messalina von Alfred Schirokauer | Projekt Gutenberg” . gutenberg.spiegel.de . Amburgo, Germania: Spiegel Online.
  129. ^ Joanne Renaud, in Astonishing Adventures Magazine 5, 2009, pagg. 52–55
  130. “Messalina (Volume)” . Vite comica .
  131. “Comib Strips Cafe, librairie du portail CANAL BD” . www.canalbd.net .
  132. “Succube, tomo 4: Messaline – Thomas Mosdi” . Babelio.
  133. “Messaline” . Arrête ton char .
  134. “Messaline, la putain impériale (J.-N. Castorio)” . www.histoire-pour-tous.fr .

Riferimenti modifica ]

  • Holland, Tom (1990). Dynasty: The Rise and Fall of the House of Caesar . Doubleday.
  • (in francese) Minaud, Gérard, Les vies de 12 femmes d’empereur romain – Devoirs, Intrigues & Voluptés , Paris, L’Harmattan, 2012, cap. 2, La vie de Messaline, femme de Claude , pp. 39-64.
  • Tatum, W. Jeffrey; The Patrician Tribune: Publius Clodius Pulcher(The University of North Carolina Press, 1999).
  • Mudd, Mary; Io, Livia: The Counterfeit Criminal. la storia di una donna molto malignata (Trafford Publishing, 2012).
  • Barrett, Anthony A. (1996). Agrippina: sesso, potere e politica nel primo impero romano . New Haven: Yale University Press.
  • Klebs, E. (1897–1898). H. Dessau, P. Von Rohden (a cura di). Prosopographia Imperii Romani . Berlino.
  • Levick, Barbara (1990). Claudio . New Haven: Yale University Press.
  • Momigliano, Arnoldo (1934). Claudio: l’imperatore e il suo successo . Cambridge: W. Heffer & Sons.
  • Dina Sahyouni, “Le pouvoir critique des modèles féminins dans les Mémoires secrets  : le cas de Messaline”, in Le règne de la critique. L’imaginaire culturel des mémoires secrets , sous la direction de Christophe Cave, Parigi, Honoré Champion, 2010, pp. 151–160.
  • Scramuzza, Vincent (1940). L’imperatore Claudio . Harvard University Press.

Fonti modifica ]