Covid, tamponi salivari più sensibili ed efficaci secondo nuovi studi scientifici. Ecco i risultati delle analisi

Due distinti studi scientifici confermermerebbero le potenzialità aggiuntive per l’utilizzo dei tamponi sulla saliva dei pazienti, finalizzati ad individuare eventuali contagi da nuovo coronavirus:

“La diagnostica molecolare per l’infezione da SARS-CoV-2 comporta tipicamente il campionamento del tampone faringeo o nasofaringeo (NPS). Tuttavia, queste procedure sono invasive, richiedono le competenze necessarie per la raccolta del campione, causano disagio al paziente e non sono favorevoli per test su vasta scala. La saliva viene sempre più suggerita come campione diagnostico alternativo nell’infezione da SARS ‐ CoV ‐ 2” – si legge infatti in uno studio pubblicato su Nature che  ha poi spiegato:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Per la diagnostica molecolare di SARS-CoV-2, i tamponi faringei o NPS sono campioni standard. Tuttavia, la raccolta dei tamponi faringei o dei NPS può indurre starnuti, tosse e l’espulsione di particelle virali, che esacerbano i rischi per la salute degli operatori sanitari. Inoltre, la raccolta di questi tamponi è una procedura relativamente invasiva che causa un notevole disagio al paziente e può anche indurre sanguinamento nelle tonsille e nella faringe posteriore. La procedura di raccolta NPS richiede molto tempo, materiali di consumo, configurazione specializzata e può essere eseguita solo da professionisti qualificati. Inoltre, poiché la pandemia aumenta di intensità, aumenta la richiesta di screening di massa in luoghi densamente popolati, soprattutto nei paesi poveri e in via di sviluppo. Nel prossimo futuro è prevista un’enorme domanda globale di tamponi. Con i vincoli di cui sopra di NPS, un’alternativa facile da usare, In questo documento, sulla base di un’attenta valutazione e interpretazione della letteratura, supportiamo l’ipotesi che la saliva possa essere un campione valido per la diagnosi molecolare di SARS-CoV-2. Nella presente revisione dell’ambito sono state generate prove sufficienti relative a campioni salivari in SARS-Cov-2 per la replicazione virale, la longevità, la sensibilità, la specificità con altri virus correlati e la sua praticità nella raccolta dei campioni” – elementi sostanzialmente confermati da un secondo studio, sempre pubblicato su nature.com:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“È interessante, ma forse non sorprende, che l’uso di diversi kit RT-PCR nel presente studio ha portato a diversi tassi di positività al test nella saliva, suggerendo che questo può potenzialmente essere una considerazione importante per i laboratori clinici, dove protocolli di laboratorio più sensibili dovrebbero essere utilizzati per la clinica diagnosi rispetto allo screening di massa per le popolazioni a bassa prevalenza. Sarebbe necessaria una maggiore convalida per confermare questo risultato” – si legge infatti nel testo del secondo studio, che riporta:

I tamponi SN, tuttavia, sono apparsi meno sensibili rispetto sia ai tamponi di saliva che a quelli NP per la diagnosi di COVID-19. Sebbene fosse conveniente, richiedesse meno tempo per eseguire la raccolta della saliva e causasse meno disagio rispetto ai tamponi NP, la sensibilità nettamente inferiore dovrebbe precluderne l’uso dove possono essere raccolti altri tipi di campioni. Nel nostro studio, NGS ha fornito una profilazione efficiente dell’intero genoma di SARS-CoV-2 per l’analisi filogenetica direttamente dai campioni clinici senza coltura. La sensibilità di rilevamento dell’NGS è stata eccellente con una soglia dell’1,7% di copertura del genoma o 5 ampliconi target, confermando tutti i positivi CDC-LDT testati. Altri gruppi hanno riportato prestazioni altamente sensibili per NGS con limiti di rilevamento compresi tra una soglia del 5% di copertura del genoma o 84 equivalenti del genoma per mL 21 , o almeno 5 bersagli SARS-CoV-2 per il rilevamento 22 . I risultati della filogenesi erano coerenti con il virus appartenente a un tipo virale (Clade O, lineage B.6) noto per essere in circolazione nelle regioni geografiche di Singapore e India. Ci sono molte limitazioni al nostro lavoro. In primo luogo, la popolazione in studio era limitata a uomini giovani e di mezza età che erano asintomatici o avevano una malattia lieve. I risultati non possono essere estrapolati ad altre popolazioni (p. Es., Pediatrica), dove vi è una chiara necessità di tipi di campione alternativi ai tamponi NP. In secondo luogo, non abbiamo esteso sufficientemente i test di follow-up per determinare quando la diffusione virale della saliva si è interrotta per la maggior parte dei soggetti, sebbene ciò sia stato esplorato in altri studi 7 , 10 . In terzo luogo, non abbiamo testato l’eventuale differenza tra la saliva ottenuta dal naso-orofaringeo o la sola bocca, sebbene sia biologicamente plausibile che quest’ultima comporti una minore sensibilità per la diagnosi di COVID-19 16 ” – lo studio conclude che:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“In conclusione, il nostro studio si aggiunge al corpo di prove a sostegno della saliva come campione sensibile e meno intrusivo per la diagnosi COVID-19 e definisce ulteriormente il ruolo delle secrezioni naso-orofaringee e l’impatto di diversi kit RT-PCR nell’aumentare la sensibilità dei test . Nel nostro studio, i tamponi SN erano inferiori sia ai tamponi di saliva che a quelli NP. Il nostro studio fornisce anche prove a supporto della NGS in campioni impegnativi per la diagnosi molecolare COVID-19 sensibile. Un tale flusso di lavoro NGS può anche fornire analisi filogenetiche direttamente dal campione per il processo decisionale in materia di salute pubblica, come il tracciamento dei contatti” – concludono i ricercatori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E’ inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando “MI PIACE” e poi “segui” su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.

Fonti news:

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.nature.com/articles/s41405-021-00064-7

https://www.nature.com/articles/s41598-021-82787-z

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.