Un bambino malato con COVID-19 aveva particelle virali 51.000 volte maggiori degli altri pazienti

È emersa una nuova variante del coronavirus. Un neonato gravemente malato, curato al Children’s National Hospital di Washington, DC, si è rivelato non solo una nuova variante del nuovo coronavirus, ma una carica virale 51.418 volte superiore rispetto ad altri giovani pazienti, secondo il Washington Post:

La nuova variante è stata identificata di recente quando i ricercatori hanno sequenziato il genoma del virus del bambino, che è stato trattato a settembre e guarito, ha riferito Ariana Eunjung Cha del Post.  Non è chiaro quanto possa essere comune o rischiosa questa nuova variante. Il database ha trovato altri otto casi di questa variante nella regione dell’Atlantico centrale degli Stati Uniti, secondo uno studio pre-stampa, che non è stato ancora sottoposto a revisione paritaria, sulle variazioni di coronavirus nei bambini. La variante, hanno detto i ricercatori, ha un diverso tipo di struttura proteica spike che potrebbe renderla più infettiva. Non è chiaro se questa nuova variante spieghi l’enorme numero di particelle virali rilevate nel naso del bambino. Potrebbe essere una coincidenza completa“, ha detto al washingtonpost.com la responsabile delle malattie infettive del Children’s National Hospital. Ma l’associazione è piuttosto forte. Se vedi un paziente che ha esponenzialmente più virus ed è una variante completamente diversa, probabilmente è correlato”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I bambini hanno meno probabilità di avere casi gravi di COVID-19secondo i dati nazionali. I bambini molto piccoli possono avere meno probabilità di infettare altre persone quando si ammalano, anche se il CDC suggerisce ancora che tutti potrebbero potenzialmente diffondere la malattia. Ma i ricercatori non comprendono ancora appieno tutte le implicazioni del coronavirus per bambini e neonati. Negli ultimi cinque mesi,  il numero di casi di coronavirus pediatrico è aumentato “drammaticamente”,  secondo l’American Academy of Pediatrics e la Children’s Hospital AssociationI casi gravi di COVID-19 nei bambini sono rari, ma esistono e sono stati collegati a effetti collaterali gravi ea lungo termine, compreso il  danno cerebrale. E sappiamo che alcuni bambini sono più vulnerabili di altri: il  tasso di mortalità dei bambini di colore è molto più alto  di quello dei loro coetanei bianchi. All’11 febbraio, 241 bambini sono morti di COVID-19 e la stragrande maggioranza erano neri, ispanici, indiani d’America o nativi dell’Alaska.  Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Business Insider.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E’ inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando “MI PIACE” e poi “segui” su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.