Marte: prima passeggiata sul Pianeta Rosso per il rover Perseverance

Il rover Mars 2020 Perseverance della NASA ha effettuato il suo primo viaggio su Marte il 4 marzo, coprendo 21,3 piedi (6,5 metri) attraverso il paesaggio marziano. L’unità è stata un test di mobilità che segna solo una delle tante pietre miliari quando i membri del team controllano e calibrano ogni sistema, sottosistema e strumento su Perseverance. Una volta che il rover inizia a perseguire i suoi obiettivi scientifici , sono previsti spostamenti regolari che si estendono a 656 piedi (200 metri) o più:

Questa immagine è stata catturata mentre il rover Perseverance della NASA viaggiava su Marte per la prima volta il 4 marzo 2021. Una delle telecamere per evitare i rischi di Perseverance (Hazcams) ha catturato questa immagine mentre il rover completa una breve traversata e svolta dal suo sito di atterraggio nel cratere di Jezero. Crediti: NASA / JPL-Caltech

“Quando si tratta di veicoli a ruote su altri pianeti, ci sono pochi eventi per la prima volta che hanno un significato significativo a quello del primo viaggio“, ha affermato Anais Zarifian, ingegnere del banco di prova per la mobilità del rover di Mars 2020 Perseverance presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA nel sud California. “Questa è stata la nostra prima occasione per ‘dare calci alle gomme’ e portare Perseverance a fare un testacoda. La trazione a sei ruote motrici del rover ha risposto in modo superbo. Ora siamo fiduciosi che il nostro sistema di trasmissione sia a posto, in grado di portarci ovunque la scienza ci conduca nei prossimi due anni “. Il viaggio, che è durato circa 33 minuti, ha spinto il rover in avanti di 13 piedi (4 metri), dove poi ha girato sul posto di 150 gradi a sinistra e ha indietreggiato di 8 piedi (2,5 metri) nel suo nuovo parcheggio temporaneo. Per aiutare a comprendere meglio le dinamiche di un atterraggio retrorocket sul Pianeta Rosso, gli ingegneri hanno utilizzato le telecamere di navigazione e di prevenzione dei rischi di Perseverance per immaginare il punto in cui Perseverance è atterrato, disperdendo la polvere marziana con i pennacchi dai suoi motori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Più che vagabondaggio

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il sistema di mobilità del rover non è l’unica cosa che riceve un test drive durante questo periodo di checkout iniziali. Il 26 febbraio, l’ottavo giorno marziano di Perseverance, o sol, dall’atterraggio, i controllori della missione hanno completato un aggiornamento software, sostituendo il programma per computer che ha aiutato ad atterrare Perseverance con uno su cui faranno affidamento per indagare sul pianeta. Più di recente, i controllori hanno controllato gli strumenti Radar Imager for Mars ‘Subsurface Experiment ( RIMFAX ) e Mars Oxygen In-Situ Resource Utilization Experiment ( MOXIE ) e hanno utilizzato i due sensori del vento dello strumento Mars Environmental Dynamics Analyzer ( MEDA ), che si estendono verso l’esterno. dall’albero del rover. Un altro traguardo significativo si è verificato il 2 marzo, o sol 12, quando gli ingegneri hanno sbloccato per la prima volta il braccio robotico del rover lungo 7 piedi (2 metri) , flettendo ciascuna delle sue cinque articolazioni nel corso di due ore. Il primo test di martedì del braccio robotico è stato un grande momento per noi”, ha affermato Robert Hogg, vice mission manager del rover Mars 2020 Perseverance. “Questo è lo strumento principale che il team scientifico utilizzerà per eseguire un esame ravvicinato delle caratteristiche geologiche del cratere Jezero , quindi perforeremo e campioneremo quelli che ritengono più interessanti. Quando abbiamo avuto la conferma del braccio robotico che flette i suoi muscoli, comprese le immagini di esso che funzionava magnificamente dopo il suo lungo viaggio su Marte, beh, mi ha reso la giornata “. Gli eventi e le valutazioni imminenti includono test e calibrazione più dettagliati degli strumenti scientifici, l’invio del rover su viaggi più lunghi e coperture per il lancio che proteggono sia l’assieme di caching adattivo (parte del sistema di caching del campione del rover ) che l’Elicottero Ingenuity Mars durante l’atterraggio. Durante la messa in servizio del rover si svolgerà anche il programma sperimentale di test di volo per l’Elicottero Ingenuity Mars.

In tutto questo, il rover sta inviando immagini dalla suite di telecamere più avanzata mai vista su Marte. Le telecamere della missione hanno già inviato circa 7.000 immagini. Sulla Terra, le immagini di Perseverance fluiscono attraverso il potente Deep Space Network (DSN), gestito dal programma Space Communications and Navigation (SCaN) della NASA. Nello spazio, diversi orbiter marziani svolgono un ruolo altrettanto importante. “Il supporto Orbiter per il downlink dei dati è stato un vero e proprio rivoluzionario”, ha affermato Justin Maki, ingegnere capo per l’imaging e scienziato dell’imaging per la missione rover Mars 2020 Perseverance al JPL. “Quando vedi una bellissima immagine di Jezero, considera che ci è voluta un’intera squadra di marziani per ottenerla. Ogni immagine di Perseverance viene trasmessa dal Trace Gas Orbiter dell’Agenzia spaziale europea o dal MAVEN, Mars Odyssey o Mars Reconnaissance Orbiter della NASA. Sono partner importanti nelle nostre esplorazioni e nelle nostre scoperte “. L’enorme volume di immagini e dati già scesi in questa missione è stata una ricompensa gradita per Matt Wallace, che ricorda di aver aspettato con ansia che le prime immagini arrivassero durante la prima missione rover su Marte della NASA, Sojourner, che ha esplorato Marte nel 1997. A marzo 3, Wallace è diventato il nuovo project manager della missione. Ha sostituito John McNamee, che si è dimesso come intendeva, dopo aver diretto il progetto per quasi un decennio. “John ha fornito un supporto incrollabile a me e ad ogni membro del progetto per oltre un decennio”, ha detto Wallace. “Ha lasciato il segno in questa missione e in questa squadra, ed è stato mio privilegio non solo chiamarlo capo, ma anche mio amico”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sito di touchdown denominato

- Prosegue dopo la pubblicità -

Con Perseverance in partenza dal suo sito di atterraggio, gli scienziati del team di missione hanno memorizzato il luogo, nominandolo informalmente per la defunta autrice di fantascienza Octavia E. Butler. L’autrice rivoluzionaria e nativa di Pasadena, in California, è stata la prima donna afroamericana a vincere sia l’Hugo Award che il Nebula Award, ed è stata la prima scrittrice di fantascienza premiata con una MacArthur Fellowship. Il luogo in cui Perseverance ha iniziato la sua missione su Marte ora porta il nome “Octavia E. Butler Landing”. I nomi scientifici ufficiali di luoghi e oggetti in tutto il sistema solare, inclusi asteroidi, comete e posizioni sui pianeti, sono designati dall’Unione Astronomica Internazionale. Gli scienziati che lavorano con i rover su Marte della NASA hanno tradizionalmente dato soprannomi non ufficiali a varie caratteristiche geologiche, che possono usare come riferimento in articoli scientifici. I protagonisti di Butler incarnano determinazione e inventiva, rendendola perfetta per la missione del rover Perseverance e il suo tema di superare le sfide”, ha detto Kathryn Stack Morgan, vice scienziato del progetto per Perseverance. “Butler ha ispirato e influenzato la comunità scientifica planetaria e molti altri, compresi quelli tipicamente sottorappresentati nei campi STEM”. Non riesco a pensare a persona migliore per contrassegnare questo storico sito di sbarco di Octavia E. Butler, che non solo è cresciuta accanto al JPL a Pasadena, ma ha anche ispirato milioni di persone con le sue visioni di un futuro basato sulla scienza“, ha detto Thomas Zurbuchen, amministratore associato della NASA per la scienza. “Il suo principio guida, ‘Quando usi la scienza, fallo in modo accurato’, è ciò di cui si occupa il team scientifico della NASA. Il suo lavoro continua a ispirare gli scienziati e gli ingegneri di oggi in tutto il mondo, il tutto in nome di un futuro più audace ed equo per tutti “. Butler, morto nel 2006, è autore di opere degne di nota come “Kindred”, “Bloodchild”, “Speech Sounds”, “Parable of the Sower”, “Parable of the Talents” e la serie “Patternist”. La sua scrittura esplora temi di razza, genere, uguaglianza e umanità, e le sue opere sono rilevanti oggi come lo erano quando originariamente scritte e pubblicate.

Maggiori informazioni sulla missione

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un obiettivo chiave della missione di Perseverance su Marte è l’ astrobiologia , inclusa la ricerca di segni di antica vita microbica. Il rover caratterizzerà la geologia del pianeta e il clima passato, aprirà la strada all’esplorazione umana del Pianeta Rosso e sarà la prima missione a raccogliere e memorizzare roccia e regolite marziane. Le successive missioni della NASA, in collaborazione con l’ESA (Agenzia spaziale europea), avrebbero inviato veicoli spaziali su Marte per raccogliere questi campioni sigillati dalla superficie e riportarli sulla Terra per un’analisi approfondita. La missione Mars 2020 Perseverance fa parte dell’approccio esplorativo della NASA Moon to Mars, che include le missioni Artemis sulla Luna che aiuteranno a prepararsi per l’esplorazione umana del Pianeta Rosso. JPL, che è gestito per la NASA da Caltech a Pasadena, ha costruito e gestisce le operazioni del rover Perseverance. Per saperne di più su Perseverance:

https://www.nasa.gov/perseverance

- Prosegue dopo la pubblicità -

e

https://mars.nasa.gov/mars2020

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per ulteriori informazioni sulle missioni su Marte della NASA, vai a:

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.nasa.gov/mars

Per vedere le immagini mentre scendono dal rover e votare il preferito della settimana, vai su:

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://go.nasa.gov/perseverance-raw-images

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.