Un corridoio lungo 10km per salvare le api e il nostro pianeta.

In Brasile stanno costruendo una vera e propria “via” per le api. Questo permetterà di preservare questa specie e di dare loro la possibilità di spostarsi da un parco urbano ad un altro in tutta sicurezza. Il corridoio per le api verrà costruito con più precisione a Brasilia e sarà lungo 10 km. Nessun dubbio dunque che le api siano fondamentali per l’esistenza di ogni genere e specie, hanno un compito fondamentale, quello dell’impollinazione.

Anche nelle città sono essenziali, infatti in queste zone urbane è fondamentale avere ossigeno e quest’ultimo è donato dalle piante, ecco perchè ci deve essere il verde nelle grandi città e la presenza di api è davvero importante. L’idea è piantare 45mila alberi per poter attrarre specie di api autoctone dalle foreste vicino. Per poter realizzare questo processo si sono resi disponibili 80 volontari che affiancheranno dei biologi assunti dal governo locale. Purtroppo la popolazione di api è diminuita in modo drastico negli ultimi decenni e questo è molto grave, la loro estinzione sarebbe una catastrofe per il pianeta. L’idea del progetto brasiliano è davvero interessante, bisognerà avere pazienza, ma con l’impegno si vedranno i risultati.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte:ambientebio.it

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E’ inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando “MI PIACE” e poi “segui” su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.