A Napoli si sperimenta vaccino senza iniezione: via orale

Un vaccino che potrebbe essere somministrato per via orale: è il farmaco in fase di sperimentazione a Napoli. Come riportato da fonti giornalistiche telematiche, a studiarlo è un gruppo di ricerca dell’Università degli Studi Studi di Napoli “Federico II”:

Giovanni Sarnelli, professore di gastroenterologia dell’Università Federico II, socio Co-fondatore e Ceo di Nextbiomics

La Nextbiomics – società collegata all’Università – ha depositato il brevetto di un innovativo farmaco. Sviluppato in collaborazione con la società spagnola Sequentia Biotech, il vaccino orale dovrebbe utilizzare come vettore il batterio probiotico Escherichia Coli Nissle 1917 per stimolare il sistema immune intestinale. “Il vaccino di Nextbiomics è simile rispetto agli altri già autorizzati, in quanto stimola la risposta immune contro la proteina Spike che il coronavirus usa per infettare le cellule – ha spiegato Giovanni Sarnelli, professore di gastroenterologia dell’Università Federico II, socio Co-fondatore e Ceo di Nextbiomics -ma se ne differenzia perchè utilizza come vettore un batterio probiotico, gia’ in commercio e largamente utilizzato”. L’obiettivo è quello di creare un vaccino facile da somministrare, anche in vista di possibili richiami futuri contro il Sars-CoV-2. A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad un video diffuso sul web:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.