Perché nessun acquario al mondo ospita il grande squalo bianco?

Un esemplare di squalo bianco nel suo ambiente naturale – wikimedia.org

Perché il predatore più famoso dell’oceano è assente anche dagli acquari più avanzati? Costantemente assente dagli acquari di tutto il mondo, molti potrebbero chiedersi perché le strutture che mostrano creature più grandi come gli squali balena e le orche non contengono il famoso grande squalo bianco. Mentre i fan accaniti della biologia marina possono conoscere la risposta, non è certamente ovvio per i visitatori medi dell’acquario. Piuttosto che il senso di pericolo offerto al grande bianco a causa della sua reputazione culturale di mangiatore di uomini, la verità è che gli acquari non mostrano grandi bianchi per la loro sicurezza, non la nostra:

Nel corso degli anni, molti acquari hanno effettivamente tentato di mostrare un grande bianco in cattività insieme agli altri squali che potresti trovare in mostra, ma non finisce mai bene per il grande squalo bianco. I tentativi di cattività e di esibizione aumentarono negli anni ’70, quando i grandi squali bianchi furono pubblicizzati al Sea World e in altri importanti acquari in tutto il mondo. Ma sfortunatamente, gli squali non sono sopravvissuti a lungo. Nelle loro vasche, i grandi squali bianchi non mangiavano e avevano bisogno di aiuto per nuotare. Alla fine dell’esperimento, i grandi pesci predatori morivano entro poche settimane. ll periodo più lungo che un grande bianco è stato tenuto in cattività è stato di 198 giorni, al Monterey Bay Aquarium, ma non è stato facile:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La vasca è stata progettata appositamente per gli animali dell’oceano aperto, con una capacità di 3,78 milioni di litri d’acqua con una profondità di 10,6 metri. Il giovane squalo in questione era lungo solo 1,2 m, mentre i grandi squali bianchi adulti misurano tipicamente circa 4,57 m. Oltre alle esigenti dimensioni della vasca e alle esigenze dietetiche dello squalo, il Monterey Bay Aquarium ha dovuto trasferire lo squalo dal suo habitat naturale alla vasca a forma di uovo contenendolo in un recinto oceanico aperto da 15 milioni di litri. Ciò ha permesso loro di monitorare la salute e il comportamento alimentare dello squalo di un anno prima di trasportarlo dalla California meridionale, dove era stato catturato, alle strutture della baia di Monterey. L’unico motivo per cui il giovane squalo poteva essere tenuto in cattività per così tanto tempo era perché le sue piccole dimensioni consentivano un serbatoio relativamente più piccolo (ancora 3,78 milioni di litri) e l’età dello squalo significava che stava ancora consumando una dieta principalmente di pesce, piuttosto che la dieta esigente e quasi non curabile (foche, tartarughe marine e balenottere) di un grande bianco più maturo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Dopo sei mesi in mostra, l’acquario ha rilasciato lo squalo in natura dopo aver attaccato e ucciso due squali bianchi non grandi che erano in cattività con esso. Negli anni successivi, l’acquario ha mostrato diversi altri grandi bianchi neonati, ma nessuno di loro ha raggiunto i 198 giorni completi di questo esemplare. Gli squali, come la maggior parte dei pesci, respirano filtrando l’ossigeno dall’acqua che passa attraverso le loro branchie. Mentre alcuni pesci sono in grado di pompare l’acqua dentro e fuori dalle branchie usando la bocca, gli squali come il grande bianco devono essere costantemente in movimento affinché l’acqua entri nelle loro branchie. Ciò significa che quando gli squali smettono di muoversi o rallentano, iniziano a indebolirsi e lottano per respirare. Pertanto, il motivo principale per cui i grandi bianchi non possono essere contenuti è che sono nomadi e sono adattati a viaggiare rapidamente per distanze incredibilmente lunghe. Per questo motivo, lottano nelle vasche relativamente piccole di tutti gli acquari, anche sviluppando lesioni dalla prigionia, ottenute nuotando ripetutamente nelle pareti del recinto. A causa delle loro dimensioni e della loro biologia unica rispetto ad altri pesci, nulla sembra essere in grado di sostituire l’oceano aperto per grandi bianchi.

Dopo che il Monterey Bay Aquarium ha rilasciato il suo sesto grande bianco dopo soli 55 giorni nel 2011, ha concluso il suo grande programma di mostre sul bianco. “È un programma ad alta intensità di risorse, molto, molto, e ci siamo sentiti come se avessimo raggiunto il nostro obiettivo di presentare al grande pubblico uno squalo bianco vivo”, ha detto John Hoech, direttore delle operazioni di allevamento al Monterey Bay Aquarium in un’intervista sul interruzione del programma. Questo esteso esperimento di Monterey Bay ha in gran parte posto fine ai tentativi di cattività dei grandi squali bianchi, ma nel 2016 un acquario in Giappone ha mostrato uno squalo di 3,35 m che era stato catturato nella rete di un pescatore. Lo squalo è sopravvissuto solo tre giorni prima di morire e l’acquario ha rilasciato una dichiarazione ufficiale che pone fine al suo grande programma di mostre sui bianchi. Lo squalo bianco è dunque un animale da ammirare esclusivamente nel suo habitat naturale. A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad un video diffuso su YouTube che affronta l’argomento:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.