Spada piegata: i segni di un antico rito pagano ritrovati nella tomba di un soldato romano

futurecdn.net

Una spada di ferro deliberatamente piegata come parte di un rituale pagano è stata scoperta nella tomba di un soldato romano in Grecia, rivela un archeologo. La spada deformata o “piegata” fu sepolta con un soldato non ancora identificato circa 1.600 anni fa nella città greca di Salonicco (li dove un tempo sorgeva l’antica Tessalonica):

- Prosegue dopo la pubblicità -

La sua tomba ‘ad arco’ è stata ritrovata nei resti sotterranei di una basilica – un grande edificio pubblico e luogo di culto – risalente al V secolo d.C. Insieme alla spada, l’uomo è stato trovato sepolto con una punta di lancia e un “boss dello scudo”, il centro circolare di uno scudo. Le scoperte “sorprendenti” sono state condivise da Errikos Maniotis, un archeologo dell’Università Aristotele di Salonicco in Grecia, che crede che l’uomo probabilmente prestò servizio nell’esercito imperiale romano:

- Prosegue dopo la pubblicità -
defence-point.gr

“Di solito, questi tipi di spade sono stati utilizzati dalle forze di cavalleria ausiliarie dell’esercito romano,” ha detto Maniotis a Science Direct. “Quindi, possiamo dire che il defunto, considerando anche l’importanza del luogo di sepoltura, era un ufficiale di alto rango dell’esercito romano“. È raro trovare una spada “piegata” in un paesaggio urbano, figuriamoci in questa parte d’Europa, ha sottolineato Maniotis. “Le spade piegate vengono solitamente scavate nei siti del Nord Europa”, ha detto. “Sembra che i romani non lo praticassero, figuriamoci quando dominava la nuova religione, il cristianesimo, a causa del fatto che questo rituale [era] considerato pagano”. Gli archeologi devono ancora valutare i resti del soldato, descritto come probabilmente un “Goto romanizzato o di qualsiasi altra tribù germanica che ha servito come mercenario“. “Non sappiamo nulla del suo profilo: età della morte, causa della morte, possibili ferite che potrebbe avere dalle guerre che ha combattuto”, ha detto Maniotis. La tomba del soldato era una delle sette trovate nella basilica, ma non tutte sono state trovate contenenti manufatti.

dailymail.co.uk

Secondo WordsSideKick.com, la basilica è stata scoperta nel 2010 durante uno scavo in preparazione per la costruzione di una nuova linea della metropolitana: la stazione di Sintrivani, che dovrebbe entrare in servizio nel 2023. I ricercatori l’hanno chiamata la “Basilica Sintrivani” dal nome della stazione, che a sua volta prende il nome da una fontana ottomana vicino all’ingresso. Presumibilmente, la basilica fu costruita su una cappella del IV secolo, che potrebbe essere la più antica chiesa cristiana di Salonicco, secondo Maniotis. La chiesa fu danneggiata nel VII secolo e abbandonata nell’VIII o IX secolo, ha aggiunto. Gli archeologi hanno anche scavato il “bellissimo” pavimento a mosaico della basilica, che “mostra una vite con uccelli sui suoi steli”, tra cui una mitica fenice con un’aureola.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.