Sirene: gli avvistamenti documentati dalle cronache tra bufale e misteri irrisolti. Da Cristoforo Colombo agli anni 2000

Un’antica raffigurazione delle sirene, in questo caso rappresentate sia con aspetto femminile che maschile

Nonostante quella della sirena sia considerata dalla società moderna una forma di interpretazione erronea dell’avvistamento di svariate creature marine (si pensi ai vari cetacei sino ad altri mammiferi acquatici come dugonghi ed ai lamantini) e tutte le altre storie circa presunte creature “per metà donna (o uomo) e per metà pesce” siano state attribuite a semplici racconti fantasiosi e a leggende tramandate nei secoli, proprio le cronache storiche riportano comunque fatti più o meno documentati riguardanti fenomeni attribuiti a questa leggendaria creatura (ritenuta pur sempre tale dalla Scienza). Si tratta di storie che vanno affontate sempre con ragiovenole scetticismo ma che al contempo vanno tenute in considerazione per analisi approfondite capaci di dare spiegazioni scientifiche e basate sul contesto storico-culturale dalla quale emergono. Riportiamo qui sotto un breve riepilogo degli avvistamenti più noti:

elaborazione artistica moderna – atlasobscura.com

Tralasciando miti e leggende risalenti alla cultura della Grecia Antica, uno dei più noti avvistamenti riguarda lo scopritore dell’America: secondo le cronache dell’epoca, proprio Cristoforo Colombo, nel 1493, navigando al largo della costa di Hispaniola, dichiarò di aver avvistato tre sirene (in spagnolo: serene ) che disse non erano così belle come sono rappresentate, a causa di alcune caratteristiche maschili nei loro volti, ma questi sono considerati avvistamenti di lamantini . [1] [2] Passiamo a tempi più recenti:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Elaborazione artistica moderna – pinimg.com

Durante il secondo viaggio di Henry Hudson, il 15 giugno 1608, i membri del suo equipaggio riferirono di aver avvistato una sirena nell’Oceano Artico, nel Mare di Norvegia o nel Mare di Barents . [3] Inoltre, il diario di bordo di Barbanera, un pirata inglese, riporta che istruì il suo equipaggio in diversi viaggi per allontanarsi dalle acque cartografiche che chiamava “incantate” per paura dei tritoni o delle sirene, che Barbanera stesso e li altri membri del suo equipaggio dichiararono di aver visto. [4] Questi avvistamenti venivano spesso raccontati e condivisi da marinai e pirati che credevano che le sirene portassero sfortuna e le avrebbero stregati per costringere loro a rinunciare all’oro e trascinarli sul fondo del mare. In seguito, due avvistamenti furono segnalati in Canada vicino a Vancouver e Victoria, uno tra il 1870 e il 1890, l’altro nel 1967. [5] [6] Un pescatore della Pennsylvania riferì di aver visto una sirena in cinque distinte occasioni nel fiume Susquehanna vicino a Marietta nel giugno 1881. [ 7] Ma gli avvistamenti di sirene (o, meglio, di creature definitve “sirena” da chi racconta di averle viste) si sarebbero verificate anche in tempi recentissimi. Nel XXI secolo, infatti, nel mondo c’è gente che racconta di aver notato o percepito la loro presenza:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel mese di agosto 2009, decine di persone riferirono di aver visto una sirena che saltava sulle onde in località Haifa Bay. Stando alle testimonianze, la strana creatura avrebbe effettuato svariate acrobazie sulle acque, comprese di evoluzioni aeree. L’episodio divenne talmente popolare da spingere l’amministrazione della città costiera israeliana di Kiryat Yam ad offrire un premio di un milione di dollari per la prova della sua esistenza. [8] Ma, a distanza di anni, quell’episodio resta un mistero irrisolto. Alcuni anni più tardi, nel 2013, YouTube qualcuno ha pubblicato un video spacciato per un presunto avvistamento sulla costa israeliana, ma, per gli occhi dei più esperti, è facile pensare che quello pubblicato non sia altro che uno scherzo realizzato mediante tecniche di animazione digitale miste a riprese reali:

- Prosegue dopo la pubblicità -

In quel caso, colpisce ancora oggi come la presunta sirena sia stata distintamente segnalata non da poche persone ma da molteplici soggetti presenti nello stesso momento sulla costa. Un colpo di sole collettivo oppure una trovata pubblicitaria ben congegnata? Nel febbraio 2012, i lavori su due bacini idrici vicino a Gokwe e Mutare in Zimbabwe si sono interrotti quando i lavoratori si sono rifiutati di continuare, sostenendoche le sirene li avevano perseguitati lontano dai siti. Lo riferì Samuel Sipepa Nkomo, allora ministro delle risorse idriche. [9]

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come è possibile constatare, dunque, l’esistenza della sirena, nonostante sia stata smentita dalla Scienza ufficiale, rappresenta un fenomeno ancora oggi discusso anche seriamente in alcune comunità del pianeta. Come già ricordato all’inizio di questo post, molteplici avvistamenti potrebbero essere attribuiti a cetacei (come delfini) o a lamantini e dugonghi, mammiferi acquatici che da lontano potrebbero essere scambiati per “umanonidi con le pinne“:

- Prosegue dopo la pubblicità -

A tal proposito, riportiamo qui sotto il link ad un video (in lingua inglese) diffuso su YouTube che riepiloga svariati avvistamenti (o presunti tali):

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.