Tumore al colon retto e salumi ecco la correlazione e cosa stanno facendo in Francia

Il nitrito di sale nei salumi sta uccidendo i francesi“. La frase è scioccante ed è volutamente allarmista. È firmato dal deputato Modem di Loiret Richard Ramos che ha presentato giovedì 14 gennaio di quest’anno un disegno di legge per vietare i nitriti nei salumi. Un additivo che favorirebbe l’insorgenza del cancro tra cui il terzo più mortale in Francia, il cancro del colon-retto.

A cosa servono questi nitriti?
Parleremo più facilmente di sale nitrito, una miscela di sale da cucina standard e nitrito di sodio (E250). Un altro additivo nitro ampiamente utilizzato è il nitrato di potassio (E252). Questi additivi hanno diverse funzioni: allungano la conservazione dei salumi, accelerano la maturazione dei salumi come il prosciutto crudo, ma sono conosciuti soprattutto perché sono quelli che permettono, nel caso del prosciutto cotto, di dargli questo colore rosa appetitoso. Un colore che altrimenti non resisterebbe alla cottura. Il programma Cash Investigation ha aperto le porte di una fabbrica di Fleury Michon e ha svelato questo segreto commerciale nel 2016:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per cosa li incolpiamo?
Secondo diversi studi questi additivi reagendo con la carne accentuano il potere cancerogeno dei salumi. Per dirla semplicemente, i nitriti incontreranno il ferro che è naturalmente presente nella carne. Questo incontro trasformerà questo ferro in ferro nitrosilato, che ha dimostrato di “avere un effetto promotore sul cancro del colon-retto” secondo Fabrice Pierre, capo del team di prevenzione, Promozione della cancerogenesi attraverso il cibo presso INRAE. “Già nel 2010, abbiamo scoperto che offrendo carni prive di nitriti a modelli animali, c’era una minore promozione del cancro”,

- Prosegue dopo la pubblicità -

Quello che dovresti sapere è che salumi e insaccati (come la salsiccia ad esempio) sono già stati classificati dalla IARC ( Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro) come “cancerogeni provati per l’uomo” dal 2015. Negli alimenti viene classificato solo l’alcol nello stesso modo. Secondo l’IARC, il consumo di salumi contribuisce in Francia a quasi 4.400 casi di cancro, principalmente del colon-retto. L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ritiene che una porzione di 50 grammi di salumi (circa una fetta di prosciutto o cinque fette di salsiccia) consumata ogni giorno aumenti del 18% il rischio di cancro del colon-retto. “Un dato non trascurabile per il cancro così presente nelle nostre società” precisa Fabrice Pierre. Axel Kahn, genetista e presidente della Lega nazionale contro il cancro: “I prossimi mesi saranno molto difficili”

Perché se i nitriti giocano un ruolo nell’aumento del rischio di cancro del colon-retto, i salumi hanno naturalmente un effetto dannoso. Il ferro presente nella carne, sempre esso, ossida durante la digestione i nostri lipidi (grassi), che creano aldeidi, molecole tossiche per le nostre cellule e per il DNA delle nostre cellule. Rimuovere i nitriti dai salumi non è quindi l’unica soluzione per ridurre il rischio di sviluppare tumori legati al nostro consumo di salumi. Se il loro ruolo è stato dimostrato, è essenziale anche una dieta equilibrata e limitare il nostro consumo di questo tipo di cibo. Prevenire piuttosto che curare.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: lamontagne.fr

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.