Di Bella parla di prevenzione, molecole antivirali e antitumorali senza prodotti tossici. “Invece di scatenare il panico nella popolazione, serve multiterapia” – video

E’ un periodo molto delicato quello che stiamo attraversando, caratterizzato dalla presenza di un nuovo coronavirus ma anche dalle malattie che colpiscono negativamente la salute della popolazione mondiale da decenni. Lo sa bene il dottor Giuseppe Di Bella, figlio del noto e discusso medico e professore Luigi Di Bella:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il dottore spiega che un’iniezione, non può e non deve essere l’unica alternativa per poter sconfiggere il tanto temuto virus (considerando anche ciò che i giornali stanno scrivendo sulla situazione in altri paesi colpiti nuovamente dalla pandemia, anche se sono stati vaccinati un gran numero di persone). Il dottor di Bella parla di esaltazione che non è mai positiva in campo medico è che si dimostra un grosso errore. Un metodo che, per chi ha studiato e ha una laurea in questo campo, non deve per nessun motivo essere utilizzato. Seocndo Di Bella, è stata amplificata una soluzione appartentemente indiscussa che invece può essere messa in discussione, applicando quello che è un monopolio della “cura preventiva“, quando, secondo il dottore, le cose starebbero diversamente e andrebbero invece affrontate mediante una vera e propria multiterapia capace di coinvolgere i vari aspetti biologici del nostro corpo. Nel corso di un approfondimento televisivo – cui link riportiamo qui sotto – il dottor Di Bella ha paragonato l’ingiusto trattamento dei pazienti ad una tattica del cacciatore o pescatore:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Chiudere tutte le vie d’uscita tranne una. Un fenomeno che – a detta di Di Bella – è avvenuto ogni qual volta i media internazionali hanno diffuso solo ed esclusivamente notizie riguardanti una sola soluzione alla cura della malattia, escludendo o sminuendo tutte le altre. A detta del professore e medico, sarebbero state oscurare o denigrate molte persone autorevoli, che dicevano cose ben differenti da quanto riportato continuamente dai media. Ne emerge una chiave di lettura alternativa (che a sua volta non va presa “verità assoluta”, ma semplicemente come un metodo di analisi differente), che vede il medico promuovere “una terapia preventiva non tossica” che, sostiene, può aiutare a rinforzare persone già deboli per altri problemi ad evitare la forma più grave della malattia. Nel corso di un approfondimento televisivo, Di Bella parla di vitamine, dei retinoidi, della lactoferrina, del lisozima e della melatonina e di ciò che succede in positivo se utilizziamo questi elementi in perfetta sinergia. A tal proposito, riportiamo qui sotto i link ad alcuni video diffusi sul web relativi ad approfondimenti televisivi attraverso i quali il dott. Di Bella ha esposto le sue posizioni:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.