Scienziati confermano possibile vita extraterrestre su pianeti ricoperti di oceani

Un team di scienziati ha identificato una nuova classe di esopianeti e, nonostante le loro drastiche differenze dalla nostra casa qui sulla Terra, i ricercatori affermano che potrebbero essere ottimi candidati nella ricerca di vita extraterrestre:

Questi cosiddetti pianeti Hycean sono noti per le loro alte temperature, le superfici ricoperte di oceani e le atmosfere ricche di idrogeno. Ciò significa che ospitano condizioni più estreme della Terra, ma gli scienziati dell’Università di Cambridge dietro un nuovo studio pubblicato su The Astrophysical Journal affermano che gli oceani di Hycean potrebbero ancora teoricamente supportare gli stessi tipi di vita microbica che vivono negli oceani della Terra. “I pianeti Hycean aprono una strada completamente nuova nella nostra ricerca di vita altrove“, ha detto in un comunicato stampa l’autore principale dello studio ed astronomo di Cambridge Nikku Madhusudhan:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per la maggior parte, la ricerca di esopianeti abitabili si è concentrata sulla ricerca di un mondo il più simile alla Terra possibile, per la semplice ragione che la Terra è l’unico posto in cui abbiamo mai trovato segni di vita. Di conseguenza, i pianeti Hycean sono stati trascurati perché hanno un raggio fino a 2,6 volte più grande e sono 10 volte più massicci della Terra e le temperature possono raggiungere i 200 gradi Celsius. Questa è una brutta notizia per chiunque cerchi una seconda casa da abitare per l’umanità, ma non la fine del mondo per gli alieni estremofili:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“È eccitante che condizioni abitabili possano esistere su pianeti così diversi dalla Terra”, ha sottolineato nel comunicato il coautore dello studio Anjali Piette. Per ora, questo è un lavoro teorico: non c’è alcuna indicazione che la vita esista effettivamente su nessun mondo Hycean. Ma poiché la classe degli esopianeti supera di gran lunga gli altri candidati per i mondi abitabili, gli scienziati potrebbero ora avere maggiori possibilità di trovare qualcosa là fuori. “Un rilevamento della biofirma trasformerebbe la nostra comprensione della vita nell’universo“, ha detto Madhusudhan. “Dobbiamo essere aperti su dove ci aspettiamo di trovare la vita e quale forma potrebbe assumere, poiché la natura continua a sorprenderci in modi spesso inimmaginabili”.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.