Come proteggere le piante da esterno durante l’inverno

Molti saranno d’accordo che l’autunno è una delle stagioni più belle. Colori e fragranze pretendono di incantarci in ogni modo possibile e improbabile.  Ma dobbiamo fare i conti anche con le temperature che diventano sempre più rigide e le nostre piante ci chiedono protezione. Ora è il momento di “mettere a letto il tuo giardino ”, come dicono i giardinieri quando si preparano per l’inverno.

Durante la stagione autunnale e invernale, le piante da esterno devono far fronte a sbalzi di temperatura estremi e questo può compromettere seriamente la loro salute. E’ sicuramente un processo un po’ triste perché significa la fine della stagione di crescita, ma fare il giro del giardino nelle soleggiate giornate autunnali è un ottimo momento per apprezzare il duro lavoro che fatto e fare progetti per il prossimo anno . Ecco alcuni consigli in modo tale che in primavera il giardino possa riprendere a pieno il suo ciclo vitale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le mie piante hanno bisogno di protezione? Per sapere di quanta protezione hanno bisogno le tue piante, è importante capire quanto siano resistenti. Alzi la mano, quanti di voi hanno fatto un acquisto d’impulso per il giardino quest’anno? Per gli amanti delle piante è una cosa naturale. Alcune piante non hanno bisogno di alcun aiuto per sopravvivere all’inverno. Le piante autoctone sono davvero le più facili da avere nel tuo giardino poiché si sono evolute per far fronte ai nostri inverni umidi e freddi. Ad esempio, alberi e arbusti come la betulla argentata , l’ agrifoglio o il biancospino non dovrebbero aver bisogno di ulteriori attenzioni. I bulbi come la campanula selvatica sono già al sicuro sottoterra, probabilmente iniziano a mettere radici pronte per il prossimo anno. 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Molte piante da giardino come girasoli e nasturzi sono annuali e quindi vivono comunque solo una stagione. Alcune piante perenni di breve durata come le viole sono resistenti ma possono soffrire il freddo con il tempo. Crescono facilmente dai semi, quindi è una buona idea trattarli come annuali e farli crescere freschi l’anno prossimo. Ci sono altre piante invece che bisognerebbe proteggere, per evitare che subiscano gravi danni durante la stagione più rigida. Se parliamo di piante in vaso bisognerebbe verificare che la pianta abbia spazio sufficiente nel vaso per le dimensioni della sua zolla . In caso contrario, trapiantarlo in un contenitore più grande. Aggiungere un substrato di qualità in modo che le radici siano protette dai danni del gelo.  Evitare che i vasi di terracotta che si trovano all’aria aperta vengano colpiti dall’umidità immagazzinata nel substrato. Per fare questo, innaffiare pochissimo e avvolgere il vaso in una plastica protettiva con capsule d’aria. Cosi, sarà conservato molto meglio.

Vento e pioggia L’eccessiva saturazione causata da forti piogge può causare marciumi radicali, mentre il vento può aumentare i danni da freddo o causare disidratazione. Se puoi, trasferisci le piante vulnerabili in aree con un riparo migliore. Spostali all’interno o posizionali contro muri, recinzioni o altre piante. Alcune piante, come molte erbe aromatiche mediterranee, sono resistenti al nostro clima, ma non amano l’eccesso di umidità invernale, quindi possono stare meglio in una serra o in un portico dove possono rimanere asciutte. Oppure portarle in casa per farle crescere durante l’inverno.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Se spostare le piante sensibili non è pratico, assicurarsi che abbiano un drenaggio sufficiente per proteggerle da forti acquazzoni. Solleva i vasi da terra per evitare che si ristagnino d’acqua e potenzialmente si congelino e si rompano quando fa ancora più freddo. L’aggiunta di un paletto può fornire stabilità anche contro i venti forti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gelo e neve Quando le temperature precipitano davvero, le piante tenere possono essere protette in tre modi.

1. Spostare le piante in vaso in una parte più calda o più riparata del giardino o in una serra fredda o in una cornice fredda. Alcune piante da giardino, come le dalie e i gladioli, sono resistenti alle radici ma non alle riprese. Generalmente, muoiono a terra con il primo gelo, ma le radici, i tuberi o i bulbi dovrebbero sopravvivere per inviare i germogli l’anno prossimo. Potrebbe essere necessario sollevarli e conservarli in un capannone prima di ripiantarli in primavera. Altre piante che sono ancora verdi e crescono lentamente continueranno ad aver bisogno di luce, quindi sarebbe meglio una serra fredda. Se una pianta non sopporta il gelo, dovrà essere in una serra riscaldata o in una stanza fresca e luminosa della casa per l’inverno. In commercio esistono innumerevoli tipologie di serre. A seconda dello spazio che si ha a disposizione, sarà più appropriato utilizzare l’uno o l’altro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

2. Aggiungi pacciame Molte piante tenere beneficeranno del pacciame sulle radici per una maggiore protezione in inverno. Il pacciame potrebbe essere composto da giardino, trucioli di legno o muffa delle foglie. Come bonus aggiuntivo, fornirà nutrienti al suolo mentre marcisce lentamente e aiuterà anche a trattenere l’acqua, quindi riduce l’irrigazione l’anno prossimo. 

- Prosegue dopo la pubblicità -

3. Coprirle Se è previsto il gelo, si può coprire temporaneamente un vecchio giornale o un panno per l’orticoltura su piante e vasi. Potresti aver bisogno di alcuni strati per le piante esposte se fa particolarmente freddo. Procurarsi delle reti antigelo per coprire le piante. A seconda del tipo di pianta che è, bisognerebbe usare quelle più sottili o più spesse (in commercio ce ne sono una grande varietà). Queste coperte impediscono al gelo di danneggiare il fogliame mantenendo una temperatura leggermente più alta all’interno. Un consiglio è Non utilizzare coperte di plastica per coprirli, può produrre condizioni di umidità troppo elevate che possono finire per rovinarli.  In giardino un’altra opzione che puoi usare è quella di metterci sopra una vecchia coperta durante la notte. All’alba, bisogna rimuoverla in modo che la pianta possa continuare a sudare.

Altre attività in giardino per l’inverno

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fornire prezioso cibo invernale e riparo per la fauna selvatica

Bisogna necessariamente tagliare e riordinare  gli ultimi fiori, le teste dei semi, i frutti caduti, le bacche o la crescita morta? La fauna selvatica potrebbe ancora fare affidamento su di loro per il cibo o il riparo, quindi lasciarne un po’ potrebbe essere un’ancora di salvezza nei mesi più freddi. L’edera è una delle ultime fonti di nettare da giardino per gli insetti che volano in inverno e gli uccelli si nutrono dei suoi frutti anche durante l’inverno, quindi lasciare la potatura fino a quando l’ultimo frutto non è andato via, se possibile. Prendere in considerazione la possibilità di distribuire mangime supplementare per gli uccelli o di installare una casa accogliente in un angolo tranquillo. Esistono una varietà di habitat per creare una casetta per uccelli.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: hogarmania.com

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.