Nuovo studio su Pfizer: “funziona anche contro varianti ma l’immunità scende dopo 6 mesi” – dicono i ricercatori

Un vaccino efficace ma cui immunità funziona solo per pochi mesi. Sostanzialmente, è quanto riportato in un nuovo studio pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica The Lancet:

“Gli studi sull’efficacia dei vaccini non hanno differenziato l’effetto della variante delta (B.1.617.2) e la potenziale diminuzione dell’immunità nelle riduzioni osservate dell’efficacia contro le infezioni da SARS-CoV-2. Abbiamo mirato a valutare l’efficacia complessiva e specifica della variante di BNT162b2 (tozinameran, Pfizer-BioNTech) contro le infezioni da SARS-CoV-2 e i ricoveri ospedalieri correlati a COVID-19 in base al tempo trascorso dalla vaccinazione tra i membri di un ampio sistema sanitario statunitense” – si legge infatti nell’introduzione del testo dello studio pubblicato online. I ricercatori hanno poi proseguito che:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“In questo studio di coorte retrospettivo, abbiamo analizzato le cartelle cliniche elettroniche di individui (≥12 anni) che erano membri dell’organizzazione sanitaria Kaiser Permanente Southern California (CA, USA), per valutare l’efficacia del vaccino BNT162b2 contro le infezioni da SARS-CoV-2 e Ricoveri ospedalieri correlati al COVID-19 fino a 6 mesi. I partecipanti dovevano avere 1 anno o più di appartenenza all’organizzazione. I risultati comprendevano test positivi alla PCR SARS-CoV-2 e ricoveri ospedalieri correlati a COVID-19. I calcoli dell’efficacia si sono basati sui rapporti di rischio dei modelli Cox aggiustati. Questo studio è stato registrato con ClinicalTrials.gov , NCT04848584 ” – hanno detto i ricercatori che hanno quindi pubblicato i risultati:

- Prosegue dopo la pubblicità -
“Tra il 14 dicembre 2020 e l’8 agosto 2021, di 4 920 549 individui valutati per l’idoneità, abbiamo incluso 3 436 957 (età media 45 anni [IQR 29–61]; 1 799 395 [52,4%] donne e 1 637 394 [47,6%] maschi). Per gli individui completamente vaccinati, l’efficacia contro le infezioni da SARS-CoV-2 era del 73% (IC 95% 72-74) e contro i ricoveri ospedalieri correlati a COVID-19 era del 90% (89-92). L’efficacia contro le infezioni è diminuita dall’88% (95% CI 86-89) durante il primo mese dopo la vaccinazione completa al 47% (43-51) dopo 5 mesi. Tra le infezioni sequenziate, l’efficacia del vaccino contro le infezioni della variante delta è stata elevata durante il primo mese dopo la vaccinazione completa (93% [95% CI 85-97]) ma è scesa al 53% [39-65] dopo 4 mesi. Anche l’efficacia contro altre varianti (non delta) il primo mese dopo la vaccinazione completa è stata elevata al 97% (IC 95% 95-99), ma è sceso al 67% (45-80) a 4-5 mesi. L’efficacia del vaccino contro i ricoveri ospedalieri per infezioni con la variante delta per tutte le età è stata complessivamente elevata (93% [95% CI 84-96]) fino a 6 mesihanno concluso i ricercatori.
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.