Jenny, il sistema che ha rimosso 9.000 chili di plastica dal Pacifico e ha dimostrato che l’oceano si può pulire

Quasi dieci anni fa Boyan Slat ha annunciato di avere un’idea per rimuovere la plastica dagli oceani. Da allora ha fondato Ocean Cleanup , un’organizzazione senza scopo di lucro che mira a rimuovere il 90% della plastica galleggiante dall’oceano entro il 2040. Nonostante l’ambizioso obiettivo, Slat ha fatto di tutto per raggiungerlo. La sua organizzazione ha lanciato il suo primo dispositivo di cattura della plastica nel 2018, ma purtroppo si è rivelato infruttuoso e si è rotto nell’oceano. Un anno dopo, un altro modello più efficiente è riuscito a raccogliere grandi quantità di plastica, ma Ocean Cleanup ha fatto i conti e si è reso conto che avrebbe avuto bisogno di centinaia di questi modelli per raggiungere il suo obiettivo.

Durante l’estate, l’organizzazione ha messo tutti i suoi sforzi su Jenny . Un nuovo approccio, un nuovo dispositivo e una rinnovata speranza. Questo dispositivo consiste in un litorale galleggiante che intrappola la plastica come un braccio gigante e la incanala in una rete a forma di imbuto. Il System 002, lanciato ad agosto, è stato un significativo allontanamento dalle versioni precedenti in quanto ha abbandonato il design passivo a favore della propulsione attiva. Piuttosto che fare affidamento su un sistema galleggiante che si muoveva con il vento e il movimento dell’oceano, la Jenny a forma di ferro di cavallo sarebbe stata trainata da navi con equipaggio a ciascuna estremità.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Successivamente, due barche trasporteranno questa corda nell’acqua a circa 1,5 nodi e la corrente marina spingerà i detriti galleggianti verso la rete gigante. All’inizio di agosto, il team ha commissionato il Jenny sulla Pacific Garbage Island e la scorsa settimana il dispositivo ha affrontato il test finale mentre l’organizzazione cercava di determinare se potesse portare grandi quantità di plastica a riva senza problemi. Ocean Cleanup ha affermato che il sistema ha rimosso 9.000 kg di immondizia dall’Oceano Pacifico, prova che la discarica può essere effettivamente pulita. “Santa madre di Dio!” Ha scritto un tweet di Slat, aggiungendo: “Tutto ha funzionato!!!”

- Prosegue dopo la pubblicità -

Dopo aver raggiunto la costa, la plastica viene riciclata. Al momento, Ocean Cleanup utilizza la plastica per realizzare paia di occhiali da sole che vendono a circa 200 dollari, utilizzando il ricavato per la pulizia. Nel tempo, l’organizzazione spera di collaborare con i marchi di consumo per realizzare più prodotti riciclati. Slat ha calcolato che la squadra avrebbe avuto bisogno di circa 10 Jenny per ripulire il 50% della Great Pacific Garbage Patch in cinque anni. «Tutto ha funzionato!!! Un carico enorme. Cercheremo di portare le immagini a terra il prima possibile per condividerle “, ha twittato il CEO di Ocean Cleanup Boyan Slat.

Fonte: ecoinventos.com

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.