Erbe da coltivare in casa per le tisane: coltivazione e benefici

Il consumo di tisane e tè apporta numerosi benefici alla nostra salute e al nostro benessere. Nonostante siano conosciute principalmente per il suo effetto calmante, il tisane e anche tè alle erbe hanno altre funzioni essenziali per la nostra qualità di vita, essendo ampiamente utilizzati nelle diete, ad esempio. Ogni erba può aiutare la nostra salute in modi diversi. In questo modo, ci sono diverse opzioni di bevande naturali da bere ogni giorno: non è necessario limitarsi allo stesso sapore ogni volta. Per chi ama investire il proprio tempo libero scavando nella terra, coltivare il tè è un’ottima opzione, poiché oltre ad essere pratico, ha il vantaggio di consumare una bevanda naturale, senza conservanti o pesticidi, esaltando così i benefici del tè in il nostro corpo.

Abbiamo separato le informazioni principali necessarie per iniziare a piantare in casa.
Queste sono le migliori opzioni di tisane da coltivare a casa. Guarda come eseguire la semina e anche come prepararla in seguito. Inoltre, presentiamo i benefici di ciascuno di questi tè per il corpo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Menta: Per coltivare la menta , puoi acquistare i tuoi semi. Tuttavia, poiché è un’erba comunemente coltivata, esiste la possibilità di ottenere un ramo da una pianta già sviluppata. Quindi, lascia questo ramo in un contenitore con acqua finché non attecchisce. Questo metodo è chiamato taglio. Ricordati di cambiare quest’acqua almeno a giorni alterni e di lasciarla in un luogo fresco e luminoso. Quando compaiono le radici, basta eseguire la semina nel letto o nel vaso. Non dimenticare di lasciare almeno 50 cm di distanza, nel caso ci siano altre colture. Ci sono molti benefici della menta, ma il principale è l’aiuto nella digestione. Come preparare  la tisana è abbastanza semplice. Mettere 300 ml di acqua insieme a 6 o 7 foglie di erbe. Bollire. Quindi basta filtrare e servire. Attenzione, i bambini sotto i 6 anni, le donne in gravidanza e le persone che hanno problemi ai reni e reflusso non dovrebbero bere questo tè.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ibisco: L’ibisco è un fiore molto comune che può essere utilizzato in vari modi per il cibo.
Il tè all’ibisco è ampiamente utilizzato nelle diete, poiché stimola il metabolismo, aiutando a perdere peso. È ottimo anche per la pressione sanguigna. Tuttavia, se hai già la pressione bassa, evita di bere questo tè. Per quanto riguarda la semina, il modo meno complicato è attraverso le talee. Quindi, basta tagliare un ramo e seguire lo stesso schema della piantumazione della menta, lasciando la piantina a 8 cm da terra. Un’informazione importante su questo metodo è che quando viene inserito nel contenitore con acqua, dovrebbero essere lasciate solo le foglie superiori, la parte inferiore dovrebbe essere libera in modo da non interferire con la crescita delle radici. La preparazione della tisana all’ibisco può essere eseguita in vari modi, solitamente in combinazione con altri ingredienti. Un’opzione è usare 3 misurini di foglie di ibisco. Devono essere asciutti/disidratati. Far bollire 450 ml di acqua con 1 stecca di cannella e 2 chiodi di garofano. Quando l’acqua bolle, spegnete il fuoco e aggiungete le foglie di ibisco. Attendi da 10 a 12 minuti. Quindi basta filtrare e addolcire a piacere.

Lavanda: combattere l’ansia tè. La coltivazione della lavanda può essere effettuata anche per talea, ma piantare utilizzando i semi è molto semplice. Se lo scegli, semina semplicemente il contenuto della bustina nel terreno preparato, quindi coprilo con un sottile strato di substrato. La tisana alla lavanda è ottima per rilassarsi in quei giorni in cui ti senti stressato e lunatico. È inoltre consigliato per alleviare dolori muscolari, crampi ed emicranie. La preparazione avviene per infusione. Basta versare un cucchiaino di foglie di lavanda in 500 ml di acqua bollente. Lasciare riposare per circa 10 minuti e poi filtrare.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Camomilla: Gli effetti positivi della camomilla vanno ben oltre il suo potere calmante.
Oltre a piantare la lavanda, la camomilla , se effettuata utilizzando i semi, va fatta più in superficie. Per il resto, segue l’impianto standard di cui già sappiamo. Terreno fertile, umido, con un buon apporto di nutrienti e ben drenato. La camomilla ha effetti calmanti ed è un ottimo alleato nel controllo dell’ansia. Fai solo attenzione a non bere troppo, poiché questo può rallentare il corpo e rallentare il cuore. Oltre a essere in grado di provocare quella sensazione di nausea o addirittura vomito. Il metodo di preparazione è per infusione, seguendo lo stesso schema degli altre tisane.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La citronella, può essere utilizzata per preparare tisane, succhi e altre ricette.
Oltre a produrre tisane che aiutano la digestione e alleviano vari dolori, la citronella può essere utilizzata anche per fare i succhi. La sua piantagione è molto semplice, seguendo lo schema di altri tè che abbiamo visto. Si consiglia di produrre piantine prima di portarle nella posizione finale, poiché in questo modo lo sviluppo sano è più garantito. Le piantine di citronella possono essere prodotte con semi o con il metodo di taglio. Quando si esegue il trapianto nella sede definitiva, la distanza deve essere di almeno 50 cm. Anche questa tisana viene preparata per infusione. Se lo desideri, puoi aggiungere uno spicchio di limone per intensificare il gusto rinfrescante.

Finocchio: Per piantare il finocchio si hanno tre opzioni: talea, produzione di piantine tramite semi, che verranno trapiantati quando raggiungeranno i 15 cm, e semina diretta anche con semi, lasciandoli vicini alla superficie e ponendoci sopra solo un sottile strato di terriccio. È interessante utilizzare un supporto dopo che la pianta ha raggiunto 1 metro di altezza, per evitarne la rottura. La tisana di questa erba ha una funzione antinfiammatoria e analgesica, ma serve anche a calmare. Quindi puoi tranquillamente combinare il finocchio con la camomilla per controllare l’ansia. La preparazione avviene anche attraverso l’infusione.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il Rosmarino non è una pianta che richiede tanta acqua quanto le altre, attenzione anche a non superare il volume di irrigazione. Tuttavia, in termini di spazio, il rosmarino è più impegnativo. Pertanto, si consiglia di piantarlo in un vaso profondo o, se si trova nell’aiuola, lontano da altre colture. Per avere una maggiore efficienza nello sviluppo, si consiglia di effettuare la coltivazione tramite piantine, che possono essere prodotte da semi o talee. Il principale vantaggio del tè al rosmarino è il suo effetto antiossidante e aiuta la digestione. Pertanto, è un’ottima opzione da includere nella dieta. Una combinazione interessante è lo zenzero, che potenzia l’effetto antiossidante. Il modo per preparare questa combinazione è anche attraverso l’infusione. Quando l’acqua bolle (500 ml), spegnere il fuoco e aggiungere 1 rametto di rosmarino e uno zenzero sbucciato. Quindi, aspetta solo circa 10 minuti e filtra.

Gelsomino: come altre erbe, il rosmarino ha tre opzioni di semina: semi, piantine o talee. Puoi decidere quello che trovi più pratico, poiché tutti e tre sono efficaci. L’unico requisito di questa pianta è l’illuminazione che deve essere intensa, almeno 6 ore di luce solare diretta. Il consumo di tisane al gelsomino è anche un alleato nel controllo dell’ansia. Quindi, renditi conto che non devi limitarti alla camomilla quando vuoi calmarti. Inoltre, questo tè ha anche benefici per l’immunità. La preparazione avviene per infusione, per ogni 500 ml di acqua bollente, mettere 1 cucchiaio e mezzo di fiori della pianta.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche la messa a dimora della salvia non è molto segreta, può essere effettuata direttamente nel luogo finale di coltivazione oppure si possono produrre piantine da trapiantare ai primi segni di germinazione. Se scegli di usare i semi, è importante che siano posti da 1 a 2 cm nel terreno. Per il resto la messa a dimora è standard, basta fare attenzione a non annaffiare troppo, in quanto ciò può ostacolare lo sviluppo della salvia. La tisana di questa pianta ha diversi benefici medicinali, i punti principali sono i suoi effetti anti-infiammatori e aiutano nella guarigione. La preparazione di questo tè può essere effettuata anche per infusione. La proporzione indicata è di 240 ml per ogni cucchiaio di foglie di piante.

Verbena: Il tè di questo fiore è anche un’opzione per rilassarsi dopo una dura giornata, aiutando in un sonno più tranquillo. Non deve essere ingerito durante la gravidanza, tuttavia, dopo il parto, le madri possono usarlo per aumentare e stimolare la produzione di latte materno. La coltivazione della Verbena segue lo schema, può essere effettuata utilizzando piantine o semi. Quando si pianta, è necessario tagliare un buco di 15-20 cm nel terreno. Il lato positivo di questi fiori è che non necessitano di annaffiature così intense, tuttavia cercate di annaffiarli almeno una volta al giorno quando il sole è basso. Per preparare il tè alla verbena, basta far bollire 250 ml di acqua con 1 cucchiaio di foglie di verbena. Quindi basta filtrare e servire.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Timo: la semina del timo può essere effettuata utilizzando semi o talee. Se si sceglie quest’ultimo, tagliare un ramo di 10 cm che sembra molto sano. In entrambe le opzioni, si consiglia di produrre piantine prima della semina definitiva, perché il timo cresce meglio in questo modo. Questa pianta non dovrebbe ricevere annaffiature eccessive, solo quando il terreno è asciutto. Per quanto riguarda i benefici del tè a base di Timo, aiuta a curare le malattie respiratorie e a rafforzare il sistema immunitario. Per fare ciò, basta far bollire 500 ml di acqua con un ramo della pianta. Quindi filtrare e attendere 10 minuti per bere.

Stevia: tisana alla stevia è un diuretico e aiuta a ridurre la quantità di zucchero nel sangue durante la digestione. È molto semplice da realizzare, fai bollire 250 ml di acqua e aggiungi 1 cucchiaio di foglie di stevia essiccate. Lasciar riposare per circa 10 minuti e poi filtrare. Infine, hai la possibilità di coltivare la stevia a casa. La messa a dimora di questa pianta segue lo stesso schema delle altre. L’unica nuova informazione che devi sapere quando pianti la stevia è che devi rimuovere i fiori, lasciando solo le foglie, poiché i fiori lo lasciano con un sapore amaro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come vedete, la coltivazione delle tisane che vi presentiamo è molto semplice e pratica da svolgere in casa. Quasi tutti seguono lo stesso schema, differendo solo per piccoli dettagli. Ora tocca a te metterti al lavoro e scegliere quali piante costituiranno la tua farmacia naturale.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.