Stress da lavoro: cos’è e quali sono i suoi sintomi

Ti senti triste, stanco, ansioso e irritabile? Forse a causa dello stress lavorativo. Scopri quali sono i sintomi e le conseguenze. Affaticamento, mancanza di energia, stanchezza, difficoltà di concentrazione e tristezza sono alcuni dei sintomi dello stress lavorativo . L’hai mai sofferto? Pensi che in questo momento stai attraversando un episodio di stress lavorativo? Sapere di cosa si tratta esattamente, quali sono le conseguenze e come può influenzarti. Lo stress da lavoro non è certamente un termine nuovo, negli anni gli sono stati dati nomi diversi come burn-out o surmanage, tra gli altri. Hanno tutti lo stress in comune. Diamo un’occhiata più da vicino a qual è la sua definizione e come può essere identificata.

COS’È LO STRESS DA LAVORO?
Quando pensiamo alla definizione di stress da lavoro, ci rendiamo conto che questo è un fenomeno che sta diventando sempre più comune nella popolazione mondiale. Questo è un insieme di risposte cognitive, fisiologiche ed emotive che generano di fronte ad aspetti negativi dell’organizzazione, dei contenuti e dell’ambiente di lavoro. In altre parole, è una reazione fisica o mentale a una sfida o un cambiamento che riguarda il lavoro e che accadrà in un ambiente in cui vengono svolte funzioni professionali.

- Prosegue dopo la pubblicità -

CHI È COLPITO DALLO STRESS DA LAVORO?
Le persone possono sperimentare lo stress lavorativo quando avvertono uno squilibrio tra ciò che il lavoro richiede e le risorse disponibili per soddisfare tali richieste. La popolazione a rischio è costituita da persone di età compresa tra i 35 ei 45 anni. Lo stress lavorativo può nascere in quella fase della vita perché unisce un’esigenza personale (dove si ha un carico di figli, coppie) con un livello di mercato del lavoro molto competitivo. Ciò significa che si aggiunge al carico personale che deriva dalla pressione della vita lavorativa.

- Prosegue dopo la pubblicità -

QUALI SONO I SINTOMI DELLO STRESS DA LAVORO E LE SUE CONSEGUENZE?
Di fronte a una situazione di squilibrio, il corpo stesso attiva i processi tipici dello stress. Questo può essere un problema quando va avanti per molto tempo. Di conseguenza, i sentimenti e le emozioni negative saranno dominanti, superando gli aspetti positivi della vita. Tutto questo a sua volta innescherà segni fisiologici e alterazioni comportamentali come:

  • Emotivamente: noia, ansia, aggressività, stanchezza, senso di colpa, apatia, depressione, irritabilità, irascibilità, nervosismo, vergogna, tristezza, tensione, bassa autostima e senso di solitudine.
  • Pensieri: incapacità di prendere decisioni, incapacità di concentrazione, dimenticanze frequenti, ipersensibilità alle critiche, blocchi mentali, tra gli altri.
  • Comportamento: uso di droghe, mancanza di appetito, predisposizione agli incidenti, comportamenti impulsivi, mangiare, bere o fumare eccessivamente, eccitabilità, incapacità di riposare, esplosioni emotive, tremori, disturbi del linguaggio e risate nervose.
  • Sul lavoro: scarse relazioni di lavoro, cattivo clima organizzativo, scarsa produttività, antagonismo con il lavoro, assenteismo, alti tassi di cambio di lavoro e mancanza di soddisfazione per le prestazioni lavorative.

Le conseguenze dello stress lavorativo si riflettono direttamente sulla qualità della vita di chi ne soffre, diventando in molte occasioni motivo di assenze per malattia. L’ambiente di lavoro interessa molti ambiti delle persone, come la psicologia, le relazioni, la vita personale ed economica. Anche in condizioni fisiche.

- Prosegue dopo la pubblicità -

SITUAZIONI CHE POSSONO GENERARE STRESS DA LAVORO
– Mancanza o superlavoro.
– Scadenze di lavoro insufficienti per completare un progetto in modo soddisfacente.
– Assenza di una chiara catena di comando o descrizione del lavoro.
– Mancanza di ricompensa o riconoscimento dopo una buona prestazione lavorativa.
– Impossibilità di esprimere lamentele.
– Avere molteplici responsabilità ma senza autorità o potere decisionale.
– Circondarsi di colleghi, superiori o subordinati che non collaborano o non supportano.
– Poca soddisfazione nel prodotto finito e non avere il controllo sul risultato.
– Instabilità o insicurezza sul lavoro.
– Esporsi a pregiudizi dovuti a sesso, età, razza, etnia o religione.
– Essere vittima di violenza, minacce o intimidazioni.
– Lavorare in condizioni pericolose o spiacevoli.

- Prosegue dopo la pubblicità -

CONSIGLI PER PREVENIRE LO STRESS DA LAVORO
Lo stress da lavoro non deve essere permanente o ricorrente nel personale di un’azienda. Ci sono alcuni suggerimenti che possono essere applicati nell’ambiente di lavoro che consentono ai dipendenti di sentirsi più rilassati e svolgere ciascuno dei propri compiti in modo soddisfacente. Tra questi ci sono:

– Rispetta la pausa pranzo.
– Fai delle parentesi durante la giornata lavorativa per allungare il corpo o distrarti con qualcos’altro. Le pause sono consigliate a metà mattina ea metà pomeriggio.
– Cambia la posizione del tuo corpo, cammina, allunga i piedi, alzati. Tutto per rilassarsi.
– Concentrarsi sui compiti raggiunti e non su ciò che è in sospeso.

- Prosegue dopo la pubblicità -

LO STRESS DA LAVORO HA UN TRATTAMENTO?
Come abbiamo visto in precedenza, i sintomi implicheranno una reale gravità e impedimento. Il trattamento in caso di stress da lavoro può essere una combinazione di supporto psicologico e farmacologico. Farmacologicamente troviamo ansiolitici e antidepressivi in ​​grado di alleviare e modificare rapidamente i sintomi più acuti che si presentano. D’altra parte, l’ accompagnamento terapeutico deve essere fatto con l’obiettivo che gli aspetti della personalità siano risolti. È essenziale che le strategie siano generate congiuntamente per ottenere migliori prestazioni lavorative.

QUANDO È NECESSARIO PARTECIPARE A UN CONSULTO PER LO STRESS LAVORATIVO?
Tutti possono avere settimane in cui sono più svogliati o turbati rispetto ad altri giorni a causa delle difficoltà nel soddisfare una domanda. Il problema in realtà si verifica quando queste situazioni sono ricorrenti e i sintomi stanno per diventare indipendenti dalla situazione principale. Ad esempio, dopo una settimana faticosa, il lavoro rallenta, ma continua con riluttanza o mancanza di energia. Ciò significa che i sintomi sono già diventati indipendenti e si vedono i segni dello stress. Arrivati ​​a questo punto è bene consultare un esperto. Sei così stressato da non riuscire a smettere di abbuffarti?

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: bioguia.com

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.