Ecco il segreto per dimagrire davvero: quale ruolo hanno i carboidrati?

I carboidrati: per dimagrire bisogna eliminarli completamente? Quanto fanno male alla tua salute? Tutte le informazioni in questo articolo. Negli ultimi anni, in particolare, sono diffuse diverse diete che consistono nell’eliminare un gruppo di alimenti, come i carboidrati, per raggiungere gli obiettivi prefissati più velocemente , poiché è, nella stragrande maggioranza dei casi, dimagrire.

Ma raggiungere il giusto peso velocemente è sinonimo di una sana alimentazione? Quanto può essere positivo per la tua salute eliminare completamente un gruppo alimentare come i carboidrati in questo caso? Per molto tempo nella società si è diffusa l’idea che i carboidrati siano i veri colpevoli dell’aumento di peso nelle persone a tal punto che la prima cosa a cui si pensa quando si parla di alimentazione sana o di dieta ipocalorica è la loro eliminazione . Tuttavia, hai mai pensato alla quantità di alimenti in cui sono presenti i carboidrati ? Non sono solo prodotti da forno e biscotti. Scopriamo qualcosa in più su di loro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Cosa sono i carboidrati?
Prima di parlare di consumo, è necessario chiarire cosa sono i carboidrati per eliminare i fantasmi che li perseguitano e tenerne conto al momento di decidere se inserirli o meno nella dieta. Come sviluppato sul sito web della Biblioteca Nazionale di Medicina degli Stati Uniti, sono molecole di zucchero che il corpo converte in glucosio, la principale fonte di energia per le cellule, i tessuti e gli organi del corpo. I carboidrati, insieme a proteine ​​e grassi, sono uno dei tre principali nutrienti presenti negli alimenti e nelle bevande. Ma, come detto sopra, questi non sono solo pane e bollette, come crede la maggior parte delle persone. Gran parte degli alimenti che contengono carboidrati sono nutrienti e fanno parte della dieta di chi vuole svolgere un’alimentazione sana . Ci sono 3 tipi principali di carboidrati che descriveremo in dettaglio di seguito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Zuccheri . Quello che succede con questo gruppo è che possono essere trovati naturalmente, come frutta, latticini, ma vengono anche aggiunti a molti altri, come dolci, bibite, biscotti, banconote, tra gli altri.

Amidi . Sono carboidrati complessi formati dall’unione di molti zuccheri semplici. Il corpo li scompone in zuccheri per poterli utilizzare. Questo gruppo include pane, cereali, pasta e patate, tra gli altri.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fibra . Il corpo non lo scompone, il che rende più difficile e lenta la digestione di questo tipo di cibo, il che dà una sensazione di sazietà. Ecco perché in molte diete si consiglia il consumo di cibi con fibre. In questo gruppo si possono citare anche pane, cereali, legumi, riso, per citare alcuni esempi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Contare l’assunzione di carboidrati aiuta?
Da quanto sopra dettagliato si può già affermare che i carboidrati sono molto di più degli alimenti che fanno ingrassare o fanno male alla salute . C’è una pessima idea perché magari si trovano in cibi che non fanno bene al consumo eccessivo come, ad esempio, le bollette. Ma la cosa importante da notare è che nessun alimento è proibito, ma quello che devi imparare a regolare è la quantità che viene consumata di detto prodotto. Logicamente tutto questo dipenderà dalla salute di ogni persona, dai limiti e soprattutto dagli obiettivi che ha. Cioè, se una persona vuole perdere peso, è probabile che il nutrizionista per un po’ consiglierà di eliminare alcuni alimenti, ma questo non dovrebbe essere per sempre e dovrebbe essere controllato proprio da professionisti.

Una volta raggiunti gli obiettivi, se la salute lo consente, l’ideale è seguire una dieta sana e per raggiungerla deve essere equilibrata. Non succede niente a mangiare una pizza o delle bollette una volta alla settimana. Naturalmente, se viene fatto ogni giorno e in quantità inadeguate, ciò avrà un impatto sulla salute. Quello che devi capire è che senza un consulto medico non devi eliminare nessun gruppo alimentare, perché ad esempio in questo caso i carboidrati sono una fonte di energia per l’organismo, quindi se vengono eliminati possono causare vari problemi come nell’apparato digerente, diminuzione generale delle energie e scarse prestazioni sportive.

- Prosegue dopo la pubblicità -

QUANTI CARBOIDRATI CONSUMARE
Ora, la grande domanda è come regolare l’assunzione o quanto consumarne. Come diciamo sempre, ogni caso è diverso. Cioè, dipenderà da ogni organismo, sesso, età e malattie preesistenti, nonché dal tipo di dieta che stai cercando in quel momento, cioè se perdere peso, aumentare o mantenere. Gli unici che possono indicare l’importo appropriato per quel caso particolare sono gli operatori sanitari. Ma , in generale, considerando una dieta da 2000 calorie, si potrebbe dire che una persona dovrebbe consumare 275 grammi totali al giorno di carboidrati, poiché da essi si ricavano ogni giorno tra il 45 e il 65% delle proprie calorie. Il valore giornaliero dei carboidrati può essere più alto o più basso a seconda del tuo fabbisogno calorico e della tua salute.

Tuttavia, ci sono alcuni alimenti con carboidrati migliori di altri, che contribuiranno a una dieta più sana. Tra questi si possono citare.
Fagioli e lenticchie: non forniranno solo carboidrati ma anche fibre.
Zucca. Ha fibre, carboidrati sani e carotenoidi, buoni antiossidanti che prevengono l’invecchiamento.
Fiocchi d’avena. Non solo fornisce fibre, ma aiuta anche ad eliminare le tossine e aiuta a ridurre il colesterolo.
Quinoa. Oltre a un buon apporto di carboidrati, contiene nove aminoacidi essenziali per la salute.
Mirtilli. Contiene fibre, vitamine e antiossidanti utili per la mente.
Banane . Sebbene sia un frutto su cui ci sono anche molti miti, un apporto moderato fornisce zucchero naturale, fibre e vitamina B6, tra gli altri nutrienti.
Arancia. Combinazione di fibre, zucchero naturale e acqua, un’ottima combinazione per la salute.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Comunque sia, ciò che deve essere preso in considerazione quando si modifica la dieta nutrizionale è farlo con l’aiuto di un professionista che sarà in grado di adattarlo in base al dispendio energetico che detta persona ha. Questo è della massima importanza poiché modificare la dieta implica non solo un cambiamento nel peso e nel funzionamento dell’organismo, ma anche nell’energia e nell’umore delle persone. Mangiare sano: consigli
Al di là del consumo o meno di carboidrati, ci sono alcune raccomandazioni fornite dal Ministero della Salute dell’Argentina che servono da incorporare nella routine e realizzare una dieta sana ed equilibrata.

Non saltare i pasti e fai i 4 consigliati al giorno (colazione, pranzo, merenda e cena).
Incorporare cibi quotidiani di tutti i gruppi come verdure, frutta, legumi, cereali, latte, yogurt o formaggio, uova, carne e oli.
Quando si consuma carne, rimuovere il grasso visibile .
Evita cibi in scatola ultra-elaborati con additivi che non si aggiungono al cibo o alla salute.
Eseguire un’attività fisica moderata continua o frazionata ogni giorno per mantenere una vita attiva.
Durante i pasti, farlo con calma, seduti e consapevolmente, oltre a moderare le porzioni. .
– Sarà indispensabile bere almeno 2 litri di acqua potabile .
Ridurre l’uso di sale e il consumo di cibi ricchi di sodio.
Limitare il consumo di bevande zuccherate e cibi ricchi di grassi, zuccheri e sale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: bioguia.com

 

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.