L’esplosione nel Pacifico accade “una volta ogni millennio”

dailymail.co.uk

Crescono i timori per un operatore di beneficenza britannico che si teme sia stato spazzato via quando uno tsunami innescato da un’eruzione vulcanica che si verificherebbe all’incirca “una volta ogni millennio” ha inondato l’isola di Tonga nel Pacifico:

https://i.dailymail.co.uk

Angela Glover, 50 anni, è stata vista l’ultima volta di persona da suo marito James quando un muro d’acqua si è schiantato attraverso la loro casa costiera a Veitongo, sull’isola polinesiana. Un appello urgente per avere informazioni su di lei è stato messo online ieri da amici e parenti che vivono in Australia. La notizia è arrivata quando l’Australia e la Nuova Zelanda hanno entrambi compiuto sforzi per inviare aiuti e aerei da ricognizione nella regione. Il vulcano sottomarino Hunga-Tonga-Hunga-Ha’apai è eruttato nel tardo pomeriggio di sabato, ora locale (sabato mattina GMT), scatenando onde di tsunami che hanno attraversato il Pacifico e ricoprendo le isole circostanti con una fitta cenere. Si ritiene che i cavi del fondale marino che trasportano Internet da e verso il remoto arcipelago siano stati tagliati nell’esplosione, aumentando la confusione dalla scena. Non è chiaro quante persone siano state uccise nell’eruzione e nelle successive inondazioni. L’ex londinese Angela, che lavora per un ente di beneficenza per animali, è emigrata a Tonga cinque anni fa. Domenica si è recata sui social media per commentare l’eruzione, dicendo che la sua casa era sotto l’allerta tsunami. Si crede che le onde colpiscano pochi minuti dopo. Si ritiene che il tatuatore James sia stato in grado di aggrapparsi a un albero, ma Angela, che gestisce un centro di soccorso per cani sull’isola e molti dei suoi animali sono stati spazzati via. La sua amica Donna Head ha postato su Facebook: “Ange è ancora scomparsa”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ha aggiunto: ‘Dobbiamo essere ottimisti e pregare per un miracolo… Sto cercando di capire che questa bella faccia felice è scomparsa. “Continuerò ad aggiornare quando avrò ulteriori notizie.” Ha terminato con l’hashtag #prayforAnge. Un altro post diceva: “Mio zio si è aggrappato a un albero ma mia zia e i miei cani sono stati spazzati via. «Mio zio non è ancora riuscito a trovare mia zia. Se qualcuno ha qualche informazione si prega di contattare.’ Mentre la ricerca continuava, il primo ministro australiano Scott Morrison ha promesso che il suo paese avrebbe fornito aiuti ai tongani il prima possibile, ma ha aggiunto che la nuvola di cenere si stava aggiungendo ai problemi logistici. “Ci sono state molte sfide con la nuvola di cenere e l’interruzione delle comunicazioni e quindi stiamo lavorando insieme per ottenere il massimo supporto possibile da Tonga”, ha affermato Morrison. Il ministro australiano per il Pacifico, Zed Seselja, ha affermato che i rapporti iniziali non suggerivano vittime di massa e che l’aeroporto di Tonga “sembra essere in condizioni relativamente buone“, ma ci sono stati “danni significativi” a strade e ponti. Seselja ha affermato che l’Australia è in collegamento con Stati Uniti, Nuova Zelanda, Francia e altri paesi per coordinare le risposte. Il ministro della Difesa neozelandese Peeni Henare ha dichiarato in una conferenza stampa ad Auckland che l’energia è stata ripristinata in gran parte di Nuku’alofa e che alcune comunicazioni sono state ripristinate. Un Hercules C-130 della Nuova Zelanda eseguirà lanci di elementi essenziali dopo che i requisiti saranno stati valutati e sarà schierata anche la marina:

- Prosegue dopo la pubblicità -
https://i.dailymail.co.uk

Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha dichiarato domenica che lo tsunami ha avuto un impatto significativo sulle infrastrutture. La Croce Rossa ha affermato che stava mobilitando la sua rete regionale per rispondere a quelle che ha definito le peggiori eruzioni vulcaniche che il Pacifico abbia vissuto negli ultimi decenni. “La Croce Rossa ha abbastanza aiuti per sostenere 1.200 famiglie con articoli essenziali come teloni, coperte, set da cucina, kit di attrezzi per rifugi e kit per l’igiene”, ha detto a Reuters Katie Greenwood, capo della delegazione del Pacifico dell’IFRC. Ha detto che l’agenzia si aspetta che fino a 80.000 persone saranno colpite dallo tsumani:

https://i.dailymail.co.uk

“Questo è ciò che stiamo pianificando come scenario peggiore fino a quando non potremo ottenere ulteriori conferme dalle persone sul campo“, ha affermato. L’agenzia ha affermato che c’erano preoccupazioni sul fatto che le comunità potessero non avere accesso all’acqua potabile sicura a causa dell’inondazione di acqua salata causata dalle onde dello tsunami e dalla caduta di cenere. Il vulcano Hunga-Tonga-Hunga-Ha’apai ha eruttato regolarmente negli ultimi decenni, ma l’impatto dell’eruzione di sabato è stato sentito lontano come Fiji, Nuova Zelanda, Stati Uniti e Giappone. Due persone sono annegate al largo di una spiaggia nel nord del Perù a causa delle alte onde causate dallo tsunami. I primi dati suggeriscono che l’eruzione vulcanica sia stata la più grande esplosione dal Monte Pinatubo nelle Filippine 30 anni fa, ha detto a Radio New Zealand il vulcanologo neozelandese Shane Cronin. “Questa è un’eruzione che si vede meglio dallo spazio”, ha detto Cronin. “L’ampia ed esplosiva diffusione laterale dell’eruzione suggerisce che è stata probabilmente la più grande dall’eruzione del Pinatubo del 1991″, ha detto Cronin.

- Prosegue dopo la pubblicità -
https://i.dailymail.co.uk

“Questa è una delle massicce esplosioni che il vulcano è in grado di produrre all’incirca ogni mille anni”, ha aggiunto. “Potremmo essere coinvolti per diverse settimane o addirittura anni di grandi disordini vulcanici dal vulcano Hunga-Tonga-Hunga-Ha’apai. Le immagini satellitari hanno mostrato un’enorme eruzione, con un pennacchio di cenere, vapore e gas che si innalzava sopra il mare. Un boom sonico poteva essere udito fino all’Alaska. I servizi meteorologici di Tonga hanno affermato che è stato dichiarato un allarme tsunami per tutto l’arcipelago e i dati del centro dello tsunami del Pacifico hanno affermato che sono state rilevate onde di 2,7 piedi. Attraverso il Pacifico, sulla costa centrale della California, il National Weather Service ha segnalato onde di tsunami fino a 4 piedi (1,2 metri) e allagamenti nei parcheggi sulla spiaggia di Port San Luis. A circa 200 miglia (320 km) lungo la costa, le onde erano molto più piccole a Seal Beach, nel sud della California, secondo Michael Pless, il proprietario della M&M Surf School. Rachel Afeaki-Taumoepeau, che presiede il Tonga Business Council della Nuova Zelanda, ha detto che sperava che il livello relativamente basso delle onde dello tsunami avrebbe permesso alla maggior parte delle persone di mettersi in salvo, sebbene fosse preoccupata per coloro che vivono sulle isole più vicine al vulcano.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ha detto che non era ancora riuscita a contattare i suoi amici e la sua famiglia a Tonga. Alcune chiese in Nuova Zelanda hanno organizzato preghiere comunitarie ad Auckland e in altre città. ‘Preghiamo che Dio aiuti il ​​nostro Paese in questo triste momento. Ci auguriamo che tutti siano al sicuro”, ha detto Maikeli Atiola, segretario della Chiesa Wesleyana di Tonga ad Auckland, secondo quanto riportato da Radio New Zealand. La Ardern ha affermato che il principale cavo di comunicazione sottomarino è stato colpito, probabilmente a causa di una perdita di potenza.

L’elettricità è stata ripristinata in alcune aree delle isole e i telefoni cellulari locali stavano lentamente iniziando a funzionare, ha aggiunto. Un fattore che complica qualsiasi sforzo di aiuto internazionale è che finora Tonga è riuscita a evitare qualsiasi focolaio di Covid-19. La signora Ardern ha affermato che il personale militare della Nuova Zelanda era completamente vaccinato e disposto a seguire qualsiasi protocollo stabilito da Tonga. Il vulcano Hunga Tonga Hunga Ha’apai si trova a circa 40 miglia a nord della capitale, Nuku’alofa. Tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015, una serie di eruzioni nell’area ha creato una piccola nuova isola e ha interrotto per diversi giorni i viaggi aerei internazionali verso l’arcipelago del Pacifico. Non c’è una differenza significativa tra i vulcani sott’acqua e sulla terraferma, e i vulcani sottomarini diventano più grandi man mano che eruttano, a un certo punto di solito violano la superficie, ha affermato Hans Schwaiger, geofisico ricercatore dell’Osservatorio del vulcano dell’Alaska.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: https://www.dailymail.co.uk/news/article-10409007/Fears-grow-British-charity-worker-50-swept-away-historic-Tonga-tsunami.html

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.