Calvizie, scienziati fanno crescere capelli sui topi per trapiantarli sui pazienti

Trapianto di capelli? Potrebbe essere effettuato coltivando le cellule ciliate umane dei  sui topi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ernesto Lujan, biologo e fondatore della startup medica dNovo, ha dichiarato al MIT Technology Review che la sua azienda ha trapiantato con successo cellule staminali di capelli umani su un topo. Lujan afferma che la sua startup è in grado di creare le cellule staminali che formano i follicoli modificando geneticamente altre cellule, come le normali cellule della pelle. Ha detto al MIT Tech che pensa che la tecnica potrebbe essere utilizzata per trattare “la causa alla base della caduta dei capelli“. dNovo si unisce così a una fiorente industria di startup che cercano di “curare” la calvizie con le cellule staminali:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tuttavia, è importante notare che sono necessarie molte più ricerche prima che sia disponibile un trattamento commerciale che utilizza le cellule staminali. “Occorre essere consapevole delle offerte di truffa” ha commentato Paul Knoepfler, un ricercatore esperto di cellule staminali presso la UC Davis, scrivendo in un post sul blog sulla terapia con cellule staminali per la calvizie. Quindi, la tecnologia è con ogni probabilità ancora lontana per l’uso quotidiano e potrebbe non rivelarsi efficace per tutti. Per ora, le persone calve dovranno risparmiare per i tappi per capelli o una buona parrucca – o semplicemente…fare pace con i processi naturali del tuo corpo e abbracciare la tua calvizie.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: https://www.technologyreview.com/2022/01/18/1043751/bald-lab-grown-hair-cells/

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.