L’Antartide si tinge di verde: si scioglie il ghiaccio e compaiono i fiori. Per gli scienziati “fenomeno in aumento a causa dei cambiamenti climatici”

Deschampsia antarctica – wikipedia.org

Le piante da fiore nella regione antartica si stanno espandendo rapidamente in maniera più estesa rispetto al passato. E’ quanto confermato dagli scienziati che attribuiscono il fenomeno ai continui effetti del cambiamento climatico nel continente:

I risultati suggeriscono che potremmo aver raggiunto un punto di svolta in questo fragile e remoto ecosistema. Un nuovo studio di questa espansione delle piante ha esaminato le due piante da fiore originarie dell’Antartide: l’erba pelosa (Deschampsia antarctica) e la perla dell’Antartide (Colobanthus quitensis). I ricercatori hanno misurato la crescita e l’espansione di queste piante su una piccola isola subantartica chiamata Signy Island dal 2009 al 2019. Entrambe le piante sono cresciute più velocemente ogni anno con l’aumento delle temperature, il che il team attribuisce al riscaldamento dell’aria estiva e al calo della popolazione di foche che calpestano le piante, che potrebbe dipendere dalla disponibilità di cibo e dalle condizioni del mare.

- Prosegue dopo la pubblicità -
meteored.com

“Ipotizziamo che la sorprendente espansione di queste piante sia principalmente innescata dal riscaldamento dell’aria estiva e dal rilascio dalla limitazione del disturbo delle foche”, scrivono i ricercatori nel loro articolo pubblicato. Tra il 1960 e il 2011, l’aria è aumentata di 0,02 gradi Celsius ogni anno, ma dopo un’ondata di freddo di quattro anni, è aumentata rapidamente di 0,25 gradi all’anno. Il tasso di crescita di D. antartide tra il 1960 e il 2009 è stato di quasi il 21% in un decennio. Tale tasso è aumentato al 28% in un decennio dal 2009 al 2018. Nel frattempo, negli stessi periodi, la crescita di C. quitensis è passata da poco meno del 7% in un decennio al 154%.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Anche se tutto questo potrebbe essere una buona notizia per D. antarctica e C. quitensis , non andrà a beneficio dell’area nel suo insieme: il riscaldamento delle temperature potrebbe dare alle specie invasive un punto d’appoggio nell’ecosistema, uno che potrebbe causare “perdita e cambiamenti irreversibili della biodiversità a questi ecosistemi fragili e unici“, scrivono gli autori. Lo stesso tipo di espansione del piano è stata registrata sulle montagne d’Europa, ma questo studio mostra “la prima prova in Antartide di risposte accelerate dell’ecosistema al riscaldamento climatico“, osservano gli autori. Si scopre che l’Antartide potrebbe non essere così resistente alla crisi climatica come pensavamo.

Colobanthus quitensis – wikipedia.org

“Questa ipotesi è compatibile con le osservazioni nell’emisfero settentrionale, in particolare in Europa, dove il cambiamento dell’uso del suolo è correlato al cambiamento della vegetazione ma, come qui, il motore principale di queste risposte è stato il riscaldamento climatico, scrivono i ricercatori. I ricercatori suggeriscono che ciò che sta accadendo a Signy Island potrebbe accadere altrove, anche se saranno necessari ulteriori studi per saperlo con certezza. Sono inoltre necessarie ulteriori ricerche sui possibili impatti futuri della diffusione. Con così tanti fattori in gioco, dall’espansione delle piante alle precipitazioni stagionali allo scioglimento dei ghiacci, è una sfida prevedere con precisione dove si sta dirigendo l’Antartide, ma è chiaro che questo è un ambiente molto delicatamente equilibrato ed è gravemente minacciato. “I nostri risultati supportano l’ipotesi che il riscaldamento futuro attiverà cambiamenti significativi in ​​questi fragili ecosistemi antartici“, scrivono i ricercatori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La ricerca è stata pubblicata su Current Biology. Fonte: https://www.cell.com/current-biology/pdf/S0960-9822(22)00136-1.pdf

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.