Riutilizzare o non riutilizzare bottiglie o contenitori di plastica? Questo è il dilemma

Nel mondo del riciclo, il tema del riutilizzo di bottiglie o contenitori di plastica ha sempre avuto opinioni per tutti i gusti. Sebbene vengano riutilizzati per evitare di usare più plastica e sprecare più bottiglie, potrebbe non essere l’opzione migliore. Tutta la plastica è sospettata. I contenitori di plastica per conservare cibi o bevande sono realizzati con alcuni contaminanti ormonali come il bisfenolo A.

Se parliamo di Bisfenolo A, possiamo dire che è un composto chimico che viene utilizzato per sintetizzare il policarbonato e le resine, utilizzato per fabbricare contenitori per alimenti. È classificato come interferente endocrino .

- Prosegue dopo la pubblicità -

Secondo Ecologists in Action, gli effetti dannosi di solito si verificano dopo diversi anni di esposizione a quantità molto piccole e possono causare danni alla salute come diabete, obesità, problemi riproduttivi, cancro d’organo correlato agli ormoni. I miti riutilizzano le bottiglie di plastica. Alcuni miti sul riutilizzo di bottiglie o contenitori di plastica :

- Prosegue dopo la pubblicità -

Bottiglie di plastica contro il freddo.
Si è detto che le bottiglie di plastica, quando congelate, rilasciano tossine. Queste tossine sono chiamate diossine e sono una sostanza chimica che si altera se esposta al freddo. La plastica rilascia questa sostanza chimica, che passa nell’acqua e quindi nel nostro corpo quando la beviamo. Inoltre, un decennio fa, è stato commentato che queste stesse tossine che sono così inquinanti per il corpo, sono in grado di produrre il cancro. Perché queste diossine , o additivi DEHA , sono altamente velenose per le cellule del nostro corpo.

Bottiglie di plastica al caldo.
Ora andiamo dall’altra parte, al caldo. Vediamo come la plastica, se esposta al calore, sia anche in grado di rilasciare diossine o agenti DEHA, che sono così dannosi. La fonte di calore più comune è quando la bottiglia di plastica viene riutilizzata e lasciata in macchina. Quando la plastica viene riscaldata, inizia a rilasciare le suddette diossine, che possono essere molto dannose per il nostro organismo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

È un’abitudine molto comune, poiché ci permette di riciclare facilmente le bottiglie di plastica. Ma se sono esposti a fonti di calore, possiamo essere in pericolo poiché si trasformano in una soluzione potenzialmente chimica.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Riutilizzare o non riutilizzare le bottiglie di plastica?
Cosa succede a queste teorie? Nel corso degli anni sono state confutate, scoperte interessanti e demistificate le leggende metropolitane. I dati più importanti sono:

  • Che le diossine o gli agenti DEHA non sono stimolatori del cancro, quindi non sono considerati cancerogeni, secondo l’ EPA .
  • Queste diossine sono composti chimici che vengono creati da più di 350 ºC. Difficile credere al calore di un’auto. E meno con il congelamento , poiché impedisce che l’effetto chimico venga ritardato.
  • Le bottiglie sono state studiate dove non hanno nemmeno questa sostanza chimica nella loro composizione.
  • Non ci sono prove sufficienti per incolpare che il riutilizzo delle bottiglie di plastica sia cancerogeno.
  • Esiste un altro gruppo di sostanze chimiche chiamate ftalati, che a volte vengono aggiunti alla plastica per renderla più flessibile e meno fragile.

Gli ftalati sono contaminanti che possono alterare il comportamento ormonale agendo come interferenti endocrini negli esseri umani e negli animali. Se riscaldi cibi o liquidi in queste plastiche, potresti rilasciare ftalati e BPA e trasferirli al cibo o al liquido che mangi. A causa di questa controversia, il riutilizzo delle bottiglie di plastica sta diventando un po’ controproducente. È vero che ci sono studi che lo confutano, ma ce ne sono anche altri che lo sostengono. In questo tipo di casi, per sicurezza, è meglio non riutilizzare le bottiglie di plastica . Forse un uso migliore è riciclare, per creare altre bottiglie o altri oggetti da cui traiamo profitto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Alcuni consigli:

  • Evita la plastica.
  • Verificare che il contenitore sia adatto all’uso alimentare.
  • Verificare che l’imballo non sia danneggiato.
  • Segui le istruzioni per l’uso.
  • Non tutti i contenitori di plastica sono adatti al microonde.
  • Non riscaldare gli alimenti in sacchetti che non sono stati fabbricati per questo scopo.
  • Evitare tutti i tipi di plastica, PET, HDPE, LDPE, PVC, PP, PS e PC.
  • Scegli un contenitore di vetro.
  • Non lavare i contenitori di plastica in lavastoviglie.
  • Non fidarti: che un materiale sia “privo di bisfenolo A” non significa che non abbia contaminanti.
  • Una buona alternativa al riutilizzo delle bottiglie di plastica sono le bottiglie in acciaio inossidabile, che presentano molti vantaggi in tal senso.

Fonte: ecoinventos.com

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.