Machu Picchu è stato sotto falso nome per 100 anni, secondo un nuovo studio

Nonostante il fatto che Machu Picchu sia uno dei siti archeologici più conosciuti e studiati al mondo, secondo una nuova analisi di documenti storici, sembra che porti un nome falso, il che assicura che l’antica città Inca dovrebbe probabilmente essere chiamato “Picchu” o “Huayna Picchu”. Nel 1911, quando lo storico ed esploratore americano Hiram Bingham si recò per la prima volta alle antiche rovine Inca, chiese a un proprietario terriero locale di annotare il nome del luogo nel suo diario di campagna. Il contadino locale, di nome Melchor Arteaga, scrisse “Macho Pischo”, una parola che Hiram notò suonava più come “picchu” quando pronunciata ad alta voce.

Da quel momento in poi, il nome è rimasto. Per più di un secolo, il mondo ha ripetuto questo titolo più e più volte, su mappe, documenti e libri di storia. Solo negli anni ’90 alcuni esperti hanno messo in dubbio il nome. Ora, secondo un comunicato stampa dell’Università dell’Illinois di Chicago (UIC), lo storico Donato Amado Gonzales , del Ministero della Cultura del Perù ( Cusco ), e l’archeologo Brian S. Bauer , professore di antropologia all’UIC, hanno esaminato il Bingham , mappe della regione dei primi del ‘900 e documenti fondiari secolari provenienti da vari archivi. I loro risultati suggeriscono che sul sito si sapeva meno di quanto si pensasse in precedenza.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nessuna delle fonti storiche menziona il nome di Machu Picchu , scrivono i ricercatori in un articolo per la rivista scientifica Ñawpa Pacha: Journal of Andean Archaeology. Da parte loro, i ricercatori hanno scoperto che le rovine di una città Inca chiamata Huayna Picchu sono menzionate in un atlante del 1904, sette anni prima dell’arrivo di Bingham in Perù.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Inoltre, descrivono in dettaglio che a Bingham fu detto nel 1911 di alcune rovine chiamate Huayna Picchu lungo il fiume Urubamba prima che lasciasse Cuzco per cercare i resti. Più tardi, il figlio di un proprietario terriero disse a Bingham nel 1912 che le rovine erano chiamate Huayna Picchu . “Abbiamo iniziato con l’incertezza del nome delle rovine quando Bingham le ha visitate per la prima volta e poi abbiamo esaminato varie mappe e atlanti stampati prima della visita di Bingham alle rovine”, ha detto Bauer . “Ci sono dati significativi che suggeriscono che la città Inca fosse effettivamente chiamata Picchu o, più probabilmente, Huayna Picchu “, ha aggiunto.

I collegamenti più definitivi con il nome originale della città Inca sono conservati nei resoconti scritti dai conquistadores spagnoli poco dopo la presa di Cusco alla fine del XVI secolo, secondo Bauer . “Concludiamo con una storia impressionante della fine del XVI secolo, quando gli indigeni della regione stavano pensando di rioccupare il luogo, che chiamarono Huayna Picchu “, ha spiegato.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Huayna Picchu è attualmente il nome della possente vetta della montagna che incombe dietro la città Inca nella maggior parte dei terreni. Machu Picchu si riferisce sia al sito archeologico che alla montagna situata sull’altro lato delle rovine.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: bioguia.com

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.