Un raro gas primordiale di milioni di anni fa sembra provenire dal nucleo terrestre

Un tipo estremamente raro di elio che è stato creato poco dopo il Big Bang sta fuoriuscendo dal centro della Terra, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista AGU Geochemistry, Geophysics, Geosystems.

Ogni anno, secondo gli scienziati, circa 2 kg del raro isotopo del gas elio, l’elio-3, fuoriesce dall’interno della Terra. Si ritiene che l’elio-3 sia stato creato subito dopo il Big Bang circa 13,8 miliardi di anni fa. Poiché quasi tutto l’elio-3 proviene dal Big Bang, la fuga di gas aggiunge la prova che la Terra si è formata all’interno di una nebulosa solare – la nuvola molecolare che ha dato origine al Sole – e non alla sua periferia o durante la sua fase calante. Questo è un dettaglio sulla nascita del nostro pianeta che è rimasto a lungo irrisolto e da tempo al centro del dibattito . La tesi principale che supporta questa teoria si basa sul fatto che man mano che un pianeta cresce, accumula materiale dall’ambiente circostante, quindi la sua composizione riflette l’ambiente in cui si è formato.

- Prosegue dopo la pubblicità -

FUGA DAL CENTRO DELLA TERRA
L’elio-3 è già stato misurato sulla superficie terrestre in quantità relativamente piccole. Ma gli scienziati non sapevano quanto filtrasse dal nucleo terrestre, in particolare lungo il sistema di dorsale oceanica dove si incontrano le placche tettoniche, al contrario dei suoi strati intermedi, chiamati mantello.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ogni anno circa 2.000 grammi di elio-3 fuoriescono dalla Terra, abbastanza per riempire un pallone grande quanto la tua scrivania. È una meraviglia della natura, e un indizio per la storia della Terra, che c’è ancora una quantità di questo isotopo all’interno della Terra“, ha affermato in una dichiarazione l’autore principale dello studio Peter Olson, geofisico dell’Università del New Mexico. La scoperta che il nucleo della Terra contiene probabilmente una grande riserva di elio-3 è un’ulteriore prova a sostegno dell’idea che la Terra si sia formata all’interno di una fiorente nebulosa solare, secondo i ricercatori.

L’ELIO ATTRAVERSO LA STORIA DELLA TERRA
Per stimare l’abbondanza di elio-3 primordiale nel nucleo e tracciare il tasso di cambio dell’elio-3 tra il nucleo e il mantello, gli scienziati hanno modellato l’elio nel corso della storia . Hanno principalmente considerato due fasi chiave: la prima formazione, quando il pianeta ha accumulato elio, e dopo la formazione della Luna, dopo la quale l’elio è andato perso. Il modello fornisce la prova che un oggetto grande un terzo della Terra si è scontrato con il pianeta all’inizio della sua storia, circa 4 miliardi di anni fa. Quell’impatto avrebbe rifuso la crosta terrestre, permettendo a gran parte dell’elio di fuoriuscire. Il gas continuava a fuoriuscire.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gli scienziati hanno anche stimato “una quantità enorme” tra 10 teragrammi e un petagramma di elio-3 nel nucleo. “Questa grande quantità indica la formazione della Terra all’interno della nebulosa solare, dove alte concentrazioni di gas gli avrebbero permesso di accumularsi in profondità all’interno del pianeta“, ha detto Olson.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I ricercatori sperano di trovare più indizi a sostegno delle loro scoperte. Ad esempio, il ritrovamento di altri gas creati dalla nebulosa, come l’idrogeno, che fuoriesce dalla Terra da punti simili e ad una velocità simile a quella dell’elio-3, potrebbe essere una “pistola fumante” che dimostrerebbe senza dubbio che il nucleo è la fonte, ha detto Olson. “Ci sono molti più misteri che certezze.”

Fonte: bioguia.com

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.