Cancro distrutto con farmaco, pazienti guariti senza altri trattamenti con terapia sperimentale eseguita a New York

Medici sbalorditi dopo aver scoperto che i pazienti coinvolti in una terapia sperimentale sono di fatto guariti a seguito di una terapia farmacologica che potrebbe (al momento, il condizionale è d’obbligo) aumentare le speranze di vita di persone colpite da una specifica forma di tumore:

Il team che ha condotto la ricerca

Stando a quanto riportato anche dalla stampa britannica e statunitense, infatti, un nuovo farmaco contro il cancro del colon-retto si sarebbe rivelato talmente efficace nella sperimentazione clinica da aver stupido gli stessi ricercatori. Il dostarlimab, un farmaco anticorpale monoclonale già approvato per il trattamento del cancro dell’endometrio nel Regno Unito, ha superato di gran lunga le aspettative in uno studio condotto presso il Memorial Sloan Kettering Cancer Center di New York. Dopo anno dopo la fine del processo, il tumore presente in ciascuno dei 18 partecipanti era andato in remissione, con i medici incapaci di trovare segni del cancro nel loro corpo. Sebbene l’iniziativa è di fatto limitata a poche persone, è considerata potenzialmente rivoluzionaria e imposta il farmaco come potenziale cura per uno dei tumori comuni più pericolosi conosciuti. Tuttavia, dostarlimab può essere utilizzato solo su un massimo di un decimo dei pazienti con cancro del colon-retto che hanno una mutazione genetica nel tumore, che avevano tutti i partecipanti allo studio. Il dottor Luis Diaz, uno degli autori principali dell’articolo, ha dichiarato:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Credo che questa sia la prima volta che accade nella storia del cancro. È davvero emozionante. Penso che questo sia un grande passo avanti per i pazienti”.  Diaz, che è anche membro del National Cancer Advisory Board della Casa Bianca, ha detto al New York Times  che la scoperta rappresenterebbe soltanto l’inizio di uno studio capace di stravolgere le regole della medicina. “Stiamo studiando se questo stesso metodo può aiutare anche pazienti colpiti da altri tipi di cancro in cui i trattamenti spesso alterano la vita e i tumori possono essere MMRd”, ha affermato. Come funziona questo farmaco capace di distruggere il cancro in alcuni tipi di pazienti:

L’anticorpo monoclonale agisce legandosi a una proteina chiamata PD-1 sulla superficie delle cellule tumorali. Questo aiuta il sistema immunitario a “smascherare” efficacemente le cellule tumorali che nascondono e a distruggerle. I 18 pazienti erano stati tutti sottoposti a precedenti trattamenti per il cancro del colon-retto prima dello studio, inclusi chemioterapia e interventi chirurgici rischiosi. I pazienti arruolati nello studio hanno ricevuto trattamenti con anticorpi monoclonali ogni tre settimane per sei mesi e, dopo 12 mesi di trattamento, tutti gli screening non hanno più individuato tracce della temuta malattia. “Attualmente, stiamo arruolando pazienti con cancro gastrico (dello stomaco), della prostata e del pancreas.” Ogni anno a circa 43.000 britannici e 150.000 americani viene diagnosticato un cancro del colon-retto. Questa patologia neoplastica uccide annualmente 17.000 persone nel Regno Unito e 53.000 negli Stati Uniti, e rappresenta uno dei cinque tumori più comuni in entrambi i paesi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’unico problema è legato al fatto che Dostarlimab può essere attualmente somministrato solo su in pazienti che hanno tumori con un corredo genetico specifico noto come deficit di riparazione del disadattamento (MMRd) o instabilità dei microsatelliti (MSI). Si ritiene che solo dal 5 al 10 percento di tutti i pazienti con cancro del retto abbia tumori MMRd, compresi tutti i pazienti nello studio clinico. Nel 2022, Dostarlimab costa circa 11.000 dollari per dose da 500 mg negli Stati Uniti. Nel Regno Unito, viene venduto a £ 5.887 per dose. Tuttavia, il SSN ha concordato uno sconto con il produttore GlaxoSmithKline (GSK), che ha sponsorizzato la sperimentazione negli Stati Uniti, per il trattamento del cancro dell’endometrio avanzato. Ogni anno, Dostarlimab viene somministrato a circa 100 pazienti con carcinoma endometriale avanzato. Il farmaco allunga la vita mira a migliorare la loro qualità di vita ed evitare la chemioterapia, che ha più effetti collaterali e un beneficio limitato. Diaz ha detto: “

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Il nostro messaggio è: fai il test se hai un cancro del retto per vedere se il tumore è MMRd. Non importa in quale stadio sia il cancro, abbiamo un processo al Memorial Sloan Kettering che potrebbe aiutarti. E MSK ha competenze speciali che contano davvero.  “Al momento di questo rapporto, nessun paziente aveva ricevuto chemioradioterapia o un intervento chirurgico e nessun caso di progressione o recidiva era stato segnalato durante il follow-up”, hanno scritto i ricercatori nello studio pubblicato sul New England Journal of Medicine. “Ci sono state molte lacrime di gioia”, ha detto la dott.ssa Andrea Cercek, oncologa del Memorial Sloan Kettering Cancer Center e coautrice del documento, presentato domenica all’incontro annuale dell’American Society of Clinical Oncology. II ricercatori ha dichiarato che non sono stati necessari ulteriori trattamenti:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“È incredibilmente gratificante ricevere queste lacrime felici e queste e-mail felici dai pazienti di questo studio che terminano il trattamento e si rendono conto: “Oh mio Dio, posso mantenere tutte le mie normali funzioni corporee che temevo di poter perdere a causa delle radiazioni o dell’intervento chirurgico”, ha detto il dottor Cercek. Di conseguenza, tutti i pazienti partecipanti sono stati in grado di evitare di sottoporsi a trattamenti più pericolosi e faticosi. “[I risultati] ci hanno permesso di omettere sia la chemioradioterapia che la chirurgia e di procedere con la sola osservazione”, hanno scritto i ricercatori. La chirurgia e le radiazioni possono avere effetti permanenti sulla fertilità, sulla salute sessuale e sulla funzione intestinale e vescicale. “Le implicazioni per la qualità della vita sono sostanziali, specialmente tra i pazienti in cui il trattamento standard influenzerebbe il potenziale fertile.” Il trattamento ha però provocato lievi effetti collaterali:

tra cui eruzioni cutanee, pelle secca e pruriginosa, affaticamento e nausea. Circa il 20% dei partecipanti ha avvertito un effetto negativo, risultato comunque gestibile e passeggero. La dott.ssa Hanna Sanoff del Lineberger Comprehensive Cancer Center dell’Università della Carolina del Nord, ha affermato che i risultati sono stati “piccoli ma convincenti“. Il dottor Sanoff, che non è stato coinvolto nello studio, ha affermato che non è chiaro se i pazienti siano guariti. “Si sa molto poco sulla durata del tempo necessario per scoprire se una risposta clinica completa a dostarlimab equivale a curare“, ha affermato in un editoriale. Il primo paziente dei 18 è stato Sascha Roth, allora 38enne, che nel 2019 ha notato qualche sanguinamento rettale ma si è sentito bene. Dopo essersi sottoposto ad una sigmoidoscopia – un test per guardare all’interno della parte inferiore dell’intestino – e il suo gastroenterologo gli ha confermato la drammatica diagnosi di cancro al colon-retto. Tuttavia, era idonea a iniziare il processo con dostarlimab che le ha consentito di evitare persino radioterapia e chemioterapia. “L’ho detto alla mia famiglia. Non mi credevano” – ha fatto sapere la donna. Una cura definitiva? Ancora troppo presto per dirlo, ma i risultati sembrano alquanto promettenti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

Fonti news:

- Prosegue dopo la pubblicità -

www.9news.com.auhttps://health.economictimes.indiatimes.comwww.dailymail.co.uk

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.