Le cellule adipose alterate possono alimentare la crescita del tumore al seno

I ricercatori hanno studiato cosa succede alle cellule di grasso vicino ai tumori del cancro al seno. Hanno scoperto che, quando si trovano vicino alle cellule tumorali, le cellule adipose perdono il loro contenuto lipidico, passano ad altri tipi di cellule e alimentano la crescita del tumore. Sono necessarie ulteriori ricerche per capire come le cellule adipose passano ad altri tipi di cellule. Questi risultati suggeriscono che gli approcci per fermare il cambiamento delle cellule adipose potrebbero sopprimere la progressione del tumore. L‘American Cancer Society stima che circa287.850 donne riceverà una diagnosi di cancro al seno nel 2022. Si stima che anche una donna su 8 svilupperà il cancro al seno nel corso della sua vita.

Alcuni studi suggeriscono che l’obesità è a fattore di rischio per l’insorgenza di cancro al seno e una prognosi peggiore. Tuttavia, altri studi riportano gli effetti minimi dell’obesità sulla recidiva e sulla sopravvivenza del cancro al seno.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questi risultati contrastanti sollevano interrogativi sui meccanismi sottostanti che potenzialmente collegano il cancro al seno e l’obesità. Nel cancro al seno, le cellule tumorali sono cellule adipose vicine , note come adipociti mammari. Gli adipociti hanno un alto grado di plasticità e possono cambiare a seconda del loro ambiente.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per esempio,studi hanno scoperto che gli adipociti vicino alle cellule tumorali perdono il loro contenuto lipidico e che i globuli bianchi “che immagazzinano i lipidi” sono sostituiti con adipociti “brucia-lipidi”.

Non si sa esattamente come interagiscono le cellule adipose e tumorali. Ulteriori ricerche in merito potrebbero portare a nuove opzioni di trattamento per il cancro al seno. Recentemente, i ricercatori hanno utilizzato una tecnica genetica per monitorare come interagiscono gli adipociti e i tumori al seno nei topi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lo studio mostra che le cellule adipose non sono semplici cellule astanti ma svolgono un ruolo dinamico nello sviluppo del cancro al seno”, la dott.ssa Jane Visvader , professoressa di biologia del cancro e cellule staminali presso il Walter and Eliza Hall Institute of Medical Research (WEHI) dell’Università di Melbourne, che non è stata coinvolta nello studio, ha detto a Medical News Today.

- Prosegue dopo la pubblicità -

È interessante notare che le cellule adipose hanno dimostrato di assumere le proprietà di altri lignaggi mesenchimali per alimentare la crescita del tumore nei modelli di cancro al seno. Questi risultati hanno implicazioni per la comprensione del complesso legame tra obesità e rischio di cancro al seno“, ha aggiunto.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.