Video rivela cellule cerebrali che si “insegnano” a giocare a Ping pong

In uno studio innovativo pubblicato sulla rivista Neuron, gli scienziati sono stati, per la prima volta, in grado di dimostrare che a 800.000 cellule cerebrali viventi intrappolate in una capsula di Petri può essere insegnato a giocare a Ping pong.

“Abbiamo dimostrato che possiamo interagire con i neuroni biologici viventi in un modo tale da costringerli a modificare la loro attività”, ha affermato in un comunicato stampa il direttore scientifico della startup biotecnologica Cortical Labs , “portando a qualcosa che assomiglia all’intelligenza”. Video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’esperimento serve a ricordare il fatto che sappiamo sorprendentemente poco su come funziona il cervello umano. Questo nuovo esperimento, tuttavia, potrebbe offrirci nuovi entusiasmanti percorsi per studiare – e, si spera, comprendere – il funzionamento interiore più profondo della mente umana. A partire da ora, i ricercatori fanno molto affidamento sui test sugli animali e sui modelli di intelligenza artificiale per studiare la funzione cerebrale. Ma se si deve credere ai ricercatori dietro il nuovo studio, questo progresso potrebbe un giorno eliminare la necessità di entrambi.”In passato, i modelli del cervello sono stati sviluppati in base a come gli scienziati informatici pensano che il cervello possa funzionare”, ha detto Kagan nella dichiarazione. “Questo di solito si basa sulla nostra attuale comprensione della tecnologia dell’informazione, come l’informatica al silicio”.

“Ma in verità, non capiamo davvero come funziona il cervello”, ha aggiunto. Per il loro studio, i ricercatori hanno utilizzato sia cellule di topo che umane, le prime prelevate da cervelli embrionali di topo, mentre le seconde derivavano da cellule staminali umane. Le cellule sono state quindi coltivate su array di microelettrodi, che, come spiega il comunicato stampa, potrebbero “sia stimolarli che leggerne l’attività”. Da lì è partita la partita. Letteralmente. Un video dell’esperimento mostra le cellule cerebrali che lanciano con successo la palla avanti e indietro. Gli scienziati hanno usato gli elettrodi su entrambi i lati dell’array per dire a DishBrain – il delizioso soprannome della loro creazione – la posizione della pallina di Pong. Il feedback degli elettrodi ha quindi insegnato a DishBrain come sparare al volo, insegnando essenzialmente alle cellule come diventare la pagaia.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Non siamo mai stati in grado di vedere come agiscono le cellule in un ambiente virtuale”, ha affermato Kagan. “Siamo riusciti a costruire un ambiente a circuito chiuso in grado di leggere ciò che sta accadendo nelle cellule, stimolarle con informazioni significative e quindi modificare le cellule in modo interattivo in modo che possano effettivamente alterarsi a vicenda”. “Questa nuova capacità di insegnare alle colture cellulari a svolgere un compito in cui esibiscono la sensibilità, controllando la paletta per restituire la palla tramite il rilevamento, apre nuove possibilità di scoperta“, ha aggiunto il direttore del Computational & Systems Neuroscience Laboratory della Monash University e coautore dello studio, “che avrà conseguenze di vasta portata per la tecnologia, la salute e la società”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Naturalmente, DishBrain è ancora agli albori, ma potrebbe benissimo essere sulla buona strada per gettare le basi per un nuovo campo di studio. Nel frattempo, il prossimo compito nell’elenco di DishBrain è giocare a Pong — mentre “ubriaco!” “Stiamo cercando di creare una curva dose-risposta con l’etanolo, in pratica farli ‘ubriacare’“, ha spiegato nel comunicato, “e vedere se giocano in modo più scadente, proprio come quando le persone bevono”.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.