La Storia della donna che ha inventato il GPS: grazie a lei non ci perdiamo (quasi) più

Il movimento di persone da un luogo all’altro nei tempi moderni è aumentato e grazie alla tecnologia, come il GPS, meno persone perdono la strada. Grazie al GPS, il movimento e la vita nei trasporti moderni sono diventati senza soluzione di continuità. Tuttavia, non tutti al mondo ricordano chi ha inventato questo importante sistema di geolocalizzazione:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Milioni di persone nel mondo usano il GPS (Global Positioning System) per la loro vita quotidiana, ma non sanno che è stato creato da una donna di colore: si tratta di Gladys West una donna afro-americana, la dottoressa Gladys West, della Virginia (Usa), è stata la mente nella creazione e calibrazione del GPS di cui gode oggi il mondo intero. I suoi successi sono stati nascosti sotto il tappeto per molti anni e tenuti nascosti al mondo. Ma proprio di recente, la nostra coscienza collettiva e la nostra ricerca incessante hanno portato alla luce la conoscenza e ne siamo molto orgogliosi. Il 6 dicembre, la dottoressa Gladys West, all’età di 87 anni, è stata finalmente riconosciuta e inserita nella Air Force Space and Missile Pioneers Hall of Fame , dall’aeronautica degli Stati Uniti. Questa è stata una vittoria notevole per l’eccellenza nera e l’evento si è tenuto al Pentagono:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La dottoressa Gladys West è cresciuta nella contea di Dinwiddie, a sud di Richmond, tra la fine degli anni ’30 e l’inizio degli anni ’40. Era una giovane ragazza intelligente che voleva lasciare un segno per se stessa e influenzare il mondo intorno a lei. Non era a suo agio con la vita che i suoi genitori vivevano come contadini, che raccoglievano tabacco, mais, cotone o come braccianti che lavoravano nelle fabbriche vicine. Voleva qualcosa di diverso. In una dichiarazione, ha ribadito quanto sopra dicendo che “mi sono reso conto che dovevo ricevere un’istruzione per uscire”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

A quel punto, era una studentessa delle superiori. La scuola aveva annunciato che il valedictorian e il salutatorian di quell’anno avrebbero ricevuto una borsa di studio per studiare al Virginia State College. Voleva così tanto quella borsa di studio. Ha studiato duramente per finire al primo posto della sua classe e si è aggiudicata la borsa di studio. La sua borsa di studio l’ha portata a studiare matematica al Virginia State College. Dopo la scuola, ha insegnato nella contea del Sussex per un periodo di due anni, dopodiché è tornata a scuola per il master. La sua intelligenza e competenza in matematica furono portate alla ribalta, quando fu impiegata presso la Divisione Dahlgren del Naval Surface Warfare Center, nel 1956. Fu la seconda donna di colore a lavorare al centro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Al Naval Surface Warfare Center, la dottoressa Gladys West era specializzata nella raccolta di dati ricavati dai satelliti. Questo suo compito e la sua competenza sono stati ciò che ha portato allo sviluppo del GPS (Global Positioning System). Successivamente, è stata raccomandata dal suo supervisore Ralph Neiman come project manager per il progetto di altimetria radar Seasat. Il progetto è stato in realtà il primo satellite nella storia umana a rilevare a distanza oceani e grandi corpi idrici. Ciò ha portato a una raccomandazione di Neiman affinché la dottoressa Gladys West fosse encomiata nel 1979. Il suo ingegno le ha affidato alcuni dei più grandi progetti del centro. Era un’eccellente programmatrice e la sua esperienza era nei computer su larga scala. All’epoca era project manager per i sistemi di elaborazione dati utilizzati nell’analisi dei dati dai satelliti. Ha continuato a pubblicare una guida illustrata di 60 pagine intitolata:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Specifiche del sistema di elaborazione dati per l’altimetro radar satellitare Geosat“. La dottoressa Gladys West ha anche pubblicato una guida del Naval Surface Weapons Center (NSWC), che ha contribuito a spiegare come aumentare la precisione della stima di “altezze geoidi e deflessione verticale”. Ha prestato i suoi servizi e la sua esperienza alla divisione Dahlgren del Naval Surface Warfare Center per 42 anni e si è ritirata nel 1998. Ma dopo il suo servizio e la sua invenzione, non si è saputo nulla dei suoi successi fino a quando un membro della sua confraternita, Alpha Kappa Alpha, ha scoperto la sua breve biografia. Sono rimasti scioccati nello scoprire i ruoli che ha svolto nel progresso dell’umanità. Molti in giro pensavano che la sua natura umile fosse uno dei fattori che contribuivano a nascondere i suoi successi nel tempo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

In una nobile osservazione, ha scritto che “ha scalato i ranghi, ha lavorato sulla geodesia satellitare [scienza che misura le dimensioni e la forma della Terra] e ha contribuito all’accuratezza del GPS e alla misurazione dei dati satellitari, … Quando Gladys West ha iniziato Dopo la sua carriera come matematica alla Dahlgren nel 1956, probabilmente non aveva idea che il suo lavoro avrebbe avuto un impatto sul mondo nei decenni a venire”. In una dichiarazione di orgoglio e stupore per la propria vita e il proprio viaggio, la dottoressa Gladys West ha dichiarato:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Ero estasiata, … sono stata in grado di venire dalla contea di Dinwiddie ed essere in grado di lavorare con alcuni dei più grandi scienziati che lavorano a questi progetti.” I suoi successi sono stati sollevati e lodati, nel 2017, dal Capitano Godfrey Weekes, in un messaggio sul Black History Month. Il capitano Weekes era l’allora comandante della divisione Dahlgren del Naval Surface Warfare Center.

#GladysWest #storia #tecnologia #gps #invenzione

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.