Questa scuola ha un sistema che abbassa la temperatura senza energia elettrica

Con le alte temperature nasce la necessità di raffrescare gli ambienti interni senza utilizzare l’energia elettrica, una risorsa costosa ea volte inaccessibile. Un esempio, e un’ispirazione, di come ciò sia possibile è la Rajkumari Ratnavati Girls’ School , una scuola situata nella città di Jaisalmer, nel nord dell’India. Senza l’uso dell’aria condizionata, con ventilazione naturale e l’architettura tradizionale della regione, l’area interna della scuola può essere fino a 13ºC più fresca della temperatura esterna.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Conosciuta per la sua serie di edifici in arenaria gialla, Jaisalmer si è guadagnata il soprannome di ” La città d’oro “. Un’altra nota caratteristica del luogo sono le alte temperature, che possono raggiungere quasi i 50ºC in piena estate. La scuola nel deserto indiano capace di abbassare la temperatura interna fino a 13ºC con ventilazione naturale e senza utilizzare elettricità. Con le alte temperature nasce la necessità di raffrescare gli ambienti interni senza utilizzare l’energia elettrica, una risorsa costosa ea volte inaccessibile. Un esempio, e un’ispirazione, di come ciò sia possibile è la Rajkumari Ratnavati Girls’ School , una scuola situata nella città di Jaisalmer, nel nord dell’India. Senza l’uso dell’aria condizionata, con ventilazione naturale e l’architettura tradizionale della regione, l’area interna della scuola può essere fino a 13ºC più fresca della temperatura esterna.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Conosciuta per la sua serie di edifici in arenaria gialla, Jaisalmer si è guadagnata il soprannome di ” La città d’oro “. Un’altra nota caratteristica del luogo sono le alte temperature, che possono raggiungere quasi i 50ºC in piena estate. In questo scenario troviamo edifici costruiti per adattarsi al caldo, che sono serviti come riferimento per l’architetto newyorkese Diana Kellogg, responsabile del progetto della scuola femminile Rajkumari Ratnavati. La scuola è per ragazze e donne in una regione dove il tasso di alfabetizzazione femminile è il più basso dell’India. La scuola è stata costruita da CITTA, un’organizzazione senza scopo di lucro statunitense che fornisce sostegno finanziario ed educativo alle donne nelle comunità remote e svantaggiate. La scuola in pietra arenaria ecologica è stata premiata come ” Edificio dell’anno ” nel 2020 da Architectural Digest India. Inaugurato nel 2021, conta già 120 ragazze iscritte ed è la prima fase di un progetto architettonico in tre parti, che comprenderà anche un centro per le cooperative femminili e uno spazio espositivo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

raffreddamento naturale
Progettare uno spazio di apprendimento confortevole nel deserto del Thar, dove il cambiamento climatico sta rendendo i periodi di siccità più lunghi e più intensi, è stata una grande sfida: Esistono metodi per il raffreddamento degli ambienti che sono stati utilizzati per secoli.  Kellogg, che progetta spesso progetti residenziali di fascia alta, è stato ispirato da un viaggio a Jaisalmer nel 2014 e voleva che l’edificio simboleggiasse la speranza e la resilienza nel deserto, fondendo aspetti dell’architettura tradizionale di Jaisalmer con il design moderno. Con le alte temperature nasce la necessità di raffrescare gli ambienti interni senza utilizzare l’energia elettrica, una risorsa costosa ea volte inaccessibile. Un esempio, e un’ispirazione, di come ciò sia possibile è la Rajkumari Ratnavati Girls’ School , una scuola situata nella città di Jaisalmer, nel nord dell’India. Senza l’uso dell’aria condizionata, con ventilazione naturale e l’architettura tradizionale della regione, l’area interna della scuola può essere fino a 13ºC più fresca della temperatura esterna.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Conosciuta per la sua serie di edifici in arenaria gialla, Jaisalmer si è guadagnata il soprannome di ” La città d’oro “. Un’altra nota caratteristica del luogo sono le alte temperature, che possono raggiungere quasi i 50ºC in piena estate. In questo scenario troviamo edifici costruiti per adattarsi al caldo, che sono serviti come riferimento per l’architetto newyorkese Diana Kellogg, responsabile del progetto della scuola femminile Rajkumari Ratnavati. La scuola è per ragazze e donne in una regione dove il tasso di alfabetizzazione femminile è il più basso dell’India. La scuola è stata costruita da CITTA, un’organizzazione senza scopo di lucro statunitense che fornisce sostegno finanziario ed educativo alle donne nelle comunità remote e svantaggiate. La scuola in pietra arenaria ecologica è stata premiata come ” Edificio dell’anno ” nel 2020 da Architectural Digest India. Inaugurato nel 2021, conta già 120 ragazze iscritte ed è la prima fase di un progetto architettonico in tre parti, che comprenderà anche un centro per le cooperative femminili e uno spazio espositivo. Il materiale utilizzato nella struttura è stata la tradizionale arenaria della zona, un materiale resistente agli agenti atmosferici che è stato a lungo utilizzato nella costruzione dell’area. È molto abbondante in questa zona. I suoi prezzi sono molto ragionevoli e i muratori sono molto talentuosi, lavorano magie con la pietra. Infatti, mantiene il caldo all’esterno e ti tiene fresco anche di notte.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tra le tecniche tradizionali incorporate nel progetto c’è il rivestimento delle pareti interne con intonaco di calce , un materiale poroso e naturalmente rinfrescante. Ispirandosi ad altri edifici della regione, Diana ha anche installato un muro di jali, una griglia di arenaria che consente al vento di accelerare in un fenomeno chiamato effetto venturi, raffreddando lo spazio del patio e fornendo anche ombra dal sole. I soffitti alti e le finestre rilasciano il calore crescente nelle aule, mentre una tettoia di pannelli solari fotovoltaici fornisce ombra ed energia. Inclinata rispetto ai venti dominanti, la struttura ha una forma ellittica, scelta per la sua capacità di catturare e far circolare l’aria fresca, ma anche per le sue connotazioni simboliche di femminilità, coerenti con lo scopo dell’edificio. L’aria condizionata non viene utilizzata in nessuna parte dell’edificio , non solo per l’impatto ambientale, ma perché non è comune nella zona. La scelta dei sistemi di refrigerazione tradizionali e naturali che gli studenti conoscono è stata anche finalizzata a creare un ambiente confortevole e familiare per coloro che vi studiano, aumentandone il senso di benessere e sicurezza. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

#energia

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.