Nasa pubblica foto di una stella che esplode, le immagini catturate dal telescopio Hubble

Poter osservare una stella proprio mentre sta esplodendo in una supernova è un’occasione estremamente rara. Un’occasione ripresentatasi davanti agli occhi dei ricercatori che hanno nuovamente analizzato le numerose fotografie scattate dal telescopio Nasa Hubble:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Stando a quanto si apprende, infatti, dal 2010 Hubble ha individuato le immagini di una stella esplosa da circa 11 miliardi di anni fa, in agguato dietro un ammasso di galassie, rendendola la prima volta che un evento del genere è stato osservato da così presto nell’universo. “È abbastanza raro che una supernova possa essere rilevata in una fase molto precoce, perché quella fase è davvero breve”, ha detto Wenlei Chen, che è l’autore principale di uno studio di accompagnamento pubblicato sulla rivista Nature e ricercatore presso l’ Università di Minnesota School of Physics and Astronomy, in una dichiarazione della NASA. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Dura solo da ore a pochi giorni e può essere facilmente perso anche per un rilevamento nelle vicinanze”, ha aggiunto. “Nella stessa esposizione, siamo in grado di vedere una sequenza di immagini, come più facce di una supernova”. La lontana supernova è stata rivelata a causa di un fenomeno noto come lente gravitazionale. Questo fenomeno si manifesta nel momento in cui la gravità di una galassia deforma e ingrandisce la luce dietro di essa, consentendo così ai nostri telescopi di osservare oggetti distanti che altrimenti sarebbero troppo deboli:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Vedi colori diversi nelle tre diverse immagini”, ha detto Patrick Kelly, che ha guidato lo studio ed è un assistente professore presso la School of Physics and Astronomy dell’Università del Minnesota, nella dichiarazione. “Hai la stella massiccia, il nucleo collassa, produce uno shock, si riscalda e poi la vedi fredda per una settimana. Penso che sia probabilmente una delle cose più incredibili che abbia mai visto! ”

Curiosamente, la deformazione si è rivelata un vantaggio ancora maggiore del previsto, perché ha portato a catturare più immagini, o “tre facce”, di diversi periodi di tempo in una volta sola. La luce proveniente da momenti separati nella supernova ha percorso distanze variabili attraverso la lente ed è stata effettivamente rallentata a causa dell’immensa gravità della galassia della lente, facendo sì che i diversi “percorsi” della luce arrivino tutti contemporaneamente. Grazie a quel timelapse istantaneo, i ricercatori sono stati in grado di misurare la velocità di raffreddamento della supernova e hanno calcolato le dimensioni della stella prima che esplodesse. Credono che fosse una gigante rossa oltre 500 volte più grande del Sole.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.