Sulla Terra sta per passare un oggetto visto l’ultima volta quando esistevano i Neanderthal. Sarà visibile ad occhio nudo dopo 50.000 anni

All’inizio del 2023 la Terra sarà visitata da una cometa appena scoperta che potrebbe facilmente rivelarsi abbastanza luminosa da essere individuata ad occhio nudo:

Parliamo della cometa C/2022 E3 (ZTF), che sta attualmente attraversando il sistema solare interno che completerà il suo o perielio (punto più vicino al sole) il 12 gennaio 2023, e poi supererà la Terra facendo il suo passaggio più vicino al nostro pianeta, il suo perigeo, tra il 1° e il 2 febbraio. Secondo gli astronomi che la stanno osservando, se la cometa continuerà ad illuminarsi come sta facendo, potrebbe risultare praticamente visibile nei cieli bui ad occhio nudo. Questo aspetto è difficile da prevedere per le comete, ma anche se C/2022 E3 (ZTF) svanisse, dovrebbe comunque essere visibile con un binocolo o un telescopio per un certo numero di giorni intorno al suo avvicinamento ravvicinato:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Secondo la NASA(si apre in una nuova scheda), gli osservatori nell’emisfero settentrionale potranno trovare la cometa nel cielo mattutino, mentre si muove in direzione nord-ovest durante il mese di gennaio. C/2022 E3 (ZTF) diventerà visibile per gli osservatori nell’emisfero australe all’inizio di febbraio 2023. La cometa, denominata C/2022 E3 (ZTF), sta attualmente attraversando il sistema solare interno. Farà il suo avvicinamento più vicino al sole , o perielio, il 12 gennaio, e poi supererà la Terra facendo il suo passaggio più vicino al nostro pianeta, il suo perigeo, tra il 1° e il 2 febbraio. Se la cometa continua a illuminarsi come è attualmente, potrebbe essere visibile nei cieli bui ad occhio nudo. Questo è difficile da prevedere per le comete, ma anche se C/2022 E3 (ZTF) svanisse, dovrebbe comunque essere visibile con un binocolo o un telescopio per un certo numero di giorni intorno al suo avvicinamento ravvicinato:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Secondo il Jet Propulsion Laboratory (JPL) della NASA, la cometa ha un periodo di circa 50.000 anni. Questoò significa che prima che si avvicinasse a circa 100 milioni di miglia (160 milioni di chilometri) dal sole il 12 gennaio e a 26 milioni di miglia (42 milioni di chilometri) dalla Terra il 2 febbraio, l’ultima volta che si è avvicinata così tanto è stato durante il Paleolitico superiore, ovvero quando i primi homo sapiens furono costretti ad affrontare l’ultimo periodo glaciale o “era glaciale” e quando sul nostro pianeta vivevano ancora molti uomini di Neanderthal, poiché quella specie si estinse circa 10.000 anni dopo l’ultimo perielio di C/2022 E3 (ZTF):

- Prosegue dopo la pubblicità -

Naturalmente, i Neanderthal e i primi umani non avrebbero saputo cosa fosse C/2022 E3 (ZTF), e la cometa è stata identificata molto più recentemente rispetto all’ultima era glaciale. La cometa è stata individuata dalla telecamera per sondaggi ad ampio campo presso la Zwicky Transient Facility all’inizio di marzo 2022. Inizialmente sembrava essere un asteroide, C/2022 E3 (ZTF), che all’epoca si trovava all’interno dell’orbita di Giove, ma presto iniziò a illuminarsi come fanno le comete. Al momento della sua scoperta, C/2022 E3 (ZTF) aveva una magnitudine di 17,3, schiarendosi fino a una magnitudine 10 a novembre e si prevedeva che alla fine raggiungesse la magnitudine 6.  Le immagini attuali di C/2022 E3 (ZTF) mostrano la sua scia luminosa, un alone circostante di gas e polvere, risplendente di una tonalità verdastra e una lunga ma debole coda cometaria che si estende dal suo corpo principale. Link animazione:

- Prosegue dopo la pubblicità -

#Neanderthal #terra #astronomia

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.