Siberia: cucciolo di leone vissuto 28.000 anni fa riemerge dal permafrost – foto e video

Sparta, il cucciolo di leone delle caverne di circa 28.000 anni scoperto in Siberia, ha scioccato i ricercatori con il suo corpo ben conservato:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come riportato da ScienceAlert , Sparta è una delle creature dell’era glaciale meglio conservate mai trovate. Il ghiaccio ha mummificato ogni suo tessuto molle, compresa la pelle, i denti e la pelle. Anche i suoi organi sono ancora lì, secondo i ricercatori. Sparta è stata scoperta nel 2018 da uno yakutiano locale, Boris Berezhnev, che stava cercando antiche zanne di mammut nella tundra. Ha anche individuato un altro leone delle caverne di nome Boris, a 15 metri di distanza un anno prima di scoprire Sparta vicino al fiume Semyuelyakh:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il danno a questo, noto come Boris, potrebbe essere stato leggermente maggiore a causa del crollo della sua grotta di permafrost, ma era ancora sorprendentemente intatto. Si pensa che sia Sparta che Boris abbiano tra uno e due mesi, secondo i ricercatori svedesi che in seguito hanno assistito all’analisi delle carcasse. Si ritiene che Boris abbia circa 15.000 anni in più, più o meno qualche secolo, nonostante siano vicini nelle vicinanze e abbiano caratteristiche fisiche simili:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Secondo gli scienziati, se i cuccioli avessero avuto la possibilità di maturare, la loro pelliccia si sarebbe probabilmente sviluppata in una tonalità di grigio più chiara per aiutarli a mimetizzarsi con il gelido Artico siberiano. Se i leoni delle caverne vagassero da soli nelle steppe della Siberia durante l’era glaciale è ancora oggetto di dibattito tra gli scienziati. Un particolare dipinto dell’era glaciale nella grotta di Chauvet in Francia mostra un numero di leoni delle caverne, sia maschi che femmine, impegnati nel processo di caccia al bisonte, secondo ScienceAlert. I ricercatori hanno affermato che forse un giorno saranno in grado di clonare i leoni, il che sarà più facile dei mammut.

Estratto dello studio:

Viene presentata una descrizione preliminare delle mummie congelate ben conservate di due cuccioli dell’estinto leone delle caverne Panthera spelaea (ritrovamenti del 2017-2018, fiume Semyuelyakh, Yakutia, Siberia orientale, Russia). I cuccioli di leone fossili sono stati trovati nelle immediate vicinanze, ma non appartengono alla stessa cucciolata, poiché le loro età al radiocarbonio differiscono: la femmina (chiamata “Sparta”) è stata datata a 27.962 ± 109 anni uncal BP, e il maschio (chiamato “Sparta”) Boris’) è stato datato a 43.448 ± 389 anni uncal BP. I cuccioli di leone hanno età individuali simili, 1-2 mesi. Il tono generale del colore della pelliccia di Sparta è da grigiastro a marrone chiaro, mentre, in Boris, la pelliccia è generalmente più chiara, grigiastra giallastra. È quindi possibile che la colorazione chiara abbia prevalso con l’età nei leoni delle caverne e si sia adattata ai paesaggi innevati del nord. Link video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

#leonedellecaverne #siberia #permafrost #paleontologia

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.