Senza precedenti: lo studio sul cancro che guarisce tutti i pazienti che si sono sottoposti alla sperimentazione

I risultati di un piccolo studio sul cancro che ha lasciato ogni paziente in remissione vengono elogiati come “senza precedenti” e “notevoli”. Un articolo pubblicato sul The New England Journal of Medicine ha delineato uno studio su 18 pazienti affetti da cancro del retto a cui è stato somministrato dostarlimab ogni tre settimane per sei mesi e tutti sono guariti, incluso il primo paziente che ora è a due anni dalla sperimentazione .

“Credo che questa sia la prima volta che accade nella storia del cancro“, ha detto il dottor Luis A. Diaz Jr., autore dell’articolo, ha riferito il New York Times .

- Prosegue dopo la pubblicità -

La dottoressa Andrea Cercek, oncologa del Memorial Sloan Kettering Cancer Center e un altro autore dell’articolo, ha descritto “molte lacrime di gioia” alla fine del processo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Pur notando che lo studio necessita di replica, la dottoressa Kimmie Ng , esperta di cancro colorettale del Dana-Farber Cancer Institute e professore associato presso l’Università di Harvard, ha definito i risultati dello studio “notevoli” e “senza precedenti”.

«Abbiamo avviato uno studio prospettico di fase 2 in cui il dostarlimab a singolo agente, un anticorpo monoclonale anti-PD-1, è stato somministrato ogni 3 settimane per 6 mesi in pazienti con adenocarcinoma rettale in stadio II o III con deficit di riparazione del mismatch» afferma lo studio. . “Questo trattamento doveva essere seguito da chemioradioterapia e chirurgia standard“.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Coloro che hanno assunto il farmaco, che “smaschera le cellule tumorali, consentendo al sistema immunitario di identificarle e distruggerle”, secondo il Times, non hanno dovuto passare a ulteriori trattamenti contro il cancro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tutti i pazienti “hanno avuto una risposta clinica completa, senza evidenza di tumore alla risonanza magnetica“, ha spiegato il documento. “Al momento di questo rapporto, nessun paziente aveva ricevuto chemioradioterapia o intervento chirurgico e nessun caso di progressione o recidiva era stato segnalato durante il follow-up (range, da 6 a 25 mesi). Non sono stati segnalati eventi avversi di grado 3 o superiore”.

Hanna K. Sanoff, MD, MPH dell’UNC Lineberger Comprehensive Cancer Center, ha consigliato cautela, ma ha affermato che i risultati sono stati “molto incoraggianti”, secondo Science Daily.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questi risultati iniziali del notevole beneficio con l’uso di dostarlimab sono molto incoraggianti, ma devono anche essere considerati con cautela fino a quando i risultati non potranno essere replicati in una popolazione più ampia e diversificata”, ha affermato Sanoff.

Le risposte in questi primi 12 dei 30 pazienti previsti nello studio sono state notevoli e hanno superato quanto ci saremmo aspettati con la chemioterapia standard più le radiazioni“, ha continuato. “Anche se le misurazioni della qualità della vita non sono state ancora riportate, è incoraggiante che alcuni dei sintomi più difficili, come il dolore e il sanguinamento, si siano tutti risolti con l’uso di dostarlimab”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo >https://t.me/globochannel<. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina >www.facebook.com/GloboChanneldotcom<. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1, su instagram.com/globo_channe_ita/ e su linkedin.com/company/globochannel.