La Francia si mobilita contro la strage di api


Dopo gli Stati Uniti è la volta della Francia. Il ministro socialista dell’Ecologia Ségolène Royal scende in campo con un piano per bloccare la strage delle api. Milioni di investimenti per nuovi alveari, per ripristinare le zone di crescita di questi insetti, senza contare l’introduzione di norme più severe per chi abusa di pesticidi.

“Le nostre api locali stanno prendendo nuove malattie, malattie che non c’erano prima e che le ha rese più deboli. Un pò come quando negli Stati Uniti il vaiolo ha ucciso tutti gli indiani. E tutto a a causa di prodotti cinesi che stanno uccidendo le nostri api”, fa notare un apicoltore

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il piano d’intervento prevede inoltre una diminuzione delle falciature di piante selvatiche per consentire uno spazio maggiore delicato all’impollinazione. L’allarme lanciato dagli apicoltori è arrivato perfino a Bruxelles. La Commissione europea dal 2013 ha adottato restrizioni sull’utilizzo di tre tipi di pesticidi. Secondo un rapporto delle Nazioni Unite, le colture il cui destino è legato a quello degli impollinatori rappresentano circa il 90 per cento del nutrimento mondiale.

- Prosegue dopo la pubblicità -
Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.