Ecco lo shampoo a cubetti che salva l’ambiente

Un’azienda neozelandese per eliminare i packaging di plastica e ridurre lo spreco di acqua ha avuto un’idea geniale: ha creato lo shampoo a cubetti. Ecco di cosa si tratta:

- Prosegue dopo la pubblicità -

In primis Ethique (l’azienda che produce questo tipo di prodotti) ha pensato bene di eliminare la plastica, non utilizzando packaging e flaconi di plastica, appunto. La fondatrice e proprietaria Brianne West è certa che questa novità sarà senz’altro positiva per l’ambiente: “Più ci pensavo, più mi sembrava una pazzia pagare un sacco di soldi per tutta quell’acqua dentro della plastica“.
L’altra novità, oltre l’eliminazione della plastica è anche l’utilizzo di minor quantitativo di acqua per la produzione dei prodotti, come dice Brianne:“È molto più logico confezionare gli ingredienti di shampoo, balsamo, crema idratante, sapone liquido, crema da barba e così via, e poi usarli con l’acqua che esce dalla propria doccia“, in questo modo si risparmierebbe il 90% dell’acqua contenuta nelle varie confezioni.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Utilizzando cubetti, barrette e saponi solidi, si ha la possibilità di contenere più prodotto in un unica barretta (all’incirca 1 barretta di shampoo contiene 5 flaconi).
Tutti gli ingredienti usati sono naturali e non testati sugli animali, tutti i prodotti:dagli shampoo, balsamo,saponi, creme abbronzati e cosi via, sono incartati da materiali biodegradabili. Ad oggi questa azienda ha risparmiato circa 60mila flaconi e bottigliette in plastica e vorrebbe raggiungere l’obiettivo di 1milione fino al 2020. L’utilizzo delle mattonelle è molto semplice, basta aggiungere un pò d’acqua e strofinare i capelli.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I prodotti dell’Ethique sono disponibili  su internet e per la mission dell’azienda avranno sicuramente successo. La plastica è uno dei grandi problemi che al giorno d’oggi preoccupa la salute del nostro pianeta, riuscire ad eliminarla dai prodotti che utilizziamo tutti i giorni è un gran traguardo.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -