Press "Enter" to skip to content

Le bolle di sapone sporcano il suo balcone e chiama la polizia municipale per punire il bimbo autistico

La storia vede come protagonisti un bambino di 8 anni affetto da autismo, una donna che a quanto pare non ama le bolle di sapone e la mamma del piccolo. La storia si è svolta ad Ostia, il bimbo sul balcone della sua abitazione gioca spesso con le bolle di sapone, ultimamente anche a causa delle varie restrizioni ci aveva giocato di più del solito. Mentre gioca qualche bolla finisce sul balcone della sua vicina, solitamente non se ne accorgerebbe nessuno, o comunque non darebbe fastidio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il piccolo come abbiamo detto è affetto da autismo, le bolle di sapone sono uno dei pochi mezzi che lo rendono sereno. La madre che ha anche altri 2 figli, ed è affetta da sclerosi multipla, cerca in tutti modi di regalare ai suoi figli attimi di serenità e per il suo piccolo di 8 anni le bolle di sapone sono di grande aiuto. La loro vicina però non è d’accordo, ha scatenato una vera e propria guerra contro le bolle di sapone e prima ha fatto scrivere al suo avvocato e poi ha chiamato i vigili urbani, che arrivati sul posto e capita la situazione non hanno potuto che lasciar giocare il bambino senza alcun problema.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia riporta da Il Messaggero ha raccolto la testimonianza della madre davvero sconcertata ed umiliata per tutto l’accaduto. “Purtroppo, B. durante l’emergenza Covid ha visto strapparsi via tutte le sue sicurezze: negozi chiusi, scuola e terapie assenti. Circostanze che lo hanno portato a essere ogni giorno sempre più triste, nonostante tutti i miei sacrifici nel trattenerlo. Così ho dovuto fargli fare più bolle di sapone del dovuto. La sua passione, le vede formarsi colorate e grandi e poi le segue con lo sguardo mentre volano via, lontano chissà per quali cieli. Molte, però, non vanno lontano ma cadono giù dalla condomina del piano terra. Mi sono sentita come se io e mio figlio fossimo dei criminali dice la donna – Lui ha sempre più bisogno di attenzioni e uno dei pochi modi per riuscire a distrarlo sono quelle bolle di sapone” . In un mondo dove l’empatia deve essere elemento fondamentale per poter farci crescere e renderci migliori ce la prendiamo con i più deboli.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Fonte: fanpage.it

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel). Inoltre è possibile seguire tutte le news anche sul gruppo Whatsapp di GloboChannel.com cliccando sul seguente link d’invito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.