A Treviso un’infermiera sospettata di buttare le fiale invece di somministrare vaccini

Un’infermiera è al centro di un procedimento disciplinare dell’Asl di Treviso perché sospettata di aver solo finto di vaccinare molti dei bambini portati al suo ambulatorio, buttando invece via le fiale, dopo aver registrato la prestazione.
Il caso risale all’anno scorso, quando un’ infermiera dell’Asl di Trevivo faceva solo finta di somministrare vaccini ai bambini ma invece ne buttava il medicinale.

A insospettire i colleghi,  il fatto che solo i bambini vaccinati da costei non piangevano, cosa molto strana.

L’infermiera lavorò solo per tre mesi nell’ambulatorio delle vaccinazioni e poi fu trasferita altrove dopo, appunto, i sospetti dei colleghi. Mentre la Procura della Repubblica di Treviso sta decidendo se  aprire un’indagine a carico della donna, l’Asl di Treviso ha avviato una campagna di richiamo che riguarderebbe circa 500 pazienti per dare loro la possibilità di completare correttamente le vaccinazioni.

 

Segui tutte le news su Telegram iscrivendoti al seguente Gruppo: https://t.me/globochannel
Se vuoi seguire tutti gli aggiornamenti su Facebook, puoi cliccare "MI PIACE" sulla Pagina di Medicina e Salute News: