Come capire se la tua tartaruga d’acqua dolce è maschio o femmina

Le tartarughe palustri rappresentano un ramo di tartarughe evolutivamente più giovane rispetto a quelle terrestri, si tratta di quel tipo di tartaruga diffusissimo nei negozi di animali specializzati e persino nelle classiche fiere dove queste povere creaturine vengono presentate in scomode vaschette in plastica trasparente ammucchiate l’una sull’altra. In quel caso , oltre a ad evitare di acquistarle per non finanziare un mercato del maltrattamento, è piuttosto difficile se non impossibile riconoscerne il sesso dell’animale. Solitamente si tratta di specie del genere Trachemys, di cui Trachemys Scripta Scripta (dalle caratteristiche chiazze gialle dette anche “orecchie”) e Trachemys Scripta Elegans (provvista delle medesime orecchie ma dal colore rosso). Esistono anche altre sottospecie, alcune delle quali provviste di “orecchie” che sembrano una via di mezzo tra il giallo ed il rosso (arancione).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tuttavia, per riconoscere il sesso della vostra tartaruga, le chiazze colorate non riguardano questa tematica. Occorre infatti sapere che il sesso delle tartarughe del genere Trachemys si riconosce per le dimensioni e per le forme, molto differenti tra i maschi e le femmine. Qui sotto elenchiamo le caratteristiche più evidenti nella parte esterna degli animali:

- Prosegue dopo la pubblicità -

I maschi: in controtendenza rispetto ad altre specie animali, sono più piccoli rispetto alle femmine, hanno le unghie delle zampe anteriori molto più lunghe (fino a 3cm) per la danza di accoppiamento, coda con una base molto larga e l’apertura della cloaca posta nella sua estremità, in prossimità della punta. Il piastrone si presenta concavo per facilitare l’accoppiamento. E’ inoltre possibile riconoscere un maschio di Trachemys anche attraverso l’atteggiamento: molto particolare risulta infatti la “danza” di accoppiamento, che consiste nell’avvicinamento del volto verso quello della femmina con le zampe anteriori rivolte verso il “partner” e le unghie ben in mostra. Una foto:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le femmine: sono molto più grosse dei maschi, a volte anche due volte tanto e dall’aspetto meno elegante e più “tozzo”. Anche le femmine presentano delle unghie molto pronunciate ma ben più corto e meno affilate di quelle dei maschi. Il loro piastrone si presenta piatto per aumentare lo spazio per contenere le uova. Una foto di una femmina:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Riepilogando, dunque, i maschi di questa specie sono molto più piccoli, hanno la coda più lunga e le unghie molto più lunghe delle femmine, che invece si presentano di dimensioni ben più grandi, anche il doppio. Linkiamo qui sotto un video che elenca alcune delle differenze tra il maschio e la femmina di Trachemys:

- Prosegue dopo la pubblicità -