Cina, violento terremoto fa 300 morti

Nella notte italiana un violento terremoto si è fatto sentire in prossimità della provincia di uinghai, sull’altopiano del Tibet. Si contano già 300 morti accertati e circa 8.000 vittime. Il sismografo dell”istituto Geologico statunitense ha registrato un movimento di  7,1 gradi; localizzando l’epicentro a 380 chilometri a sud-sudest della citta’ di Golmud, a una profondita’ di 46 chilometri. Il sisma è stato poi seguito da tre scosse di assestamento. L’area fu già vittima nel 2008 di un’altra grande scossa di terremoto che a fece 90.000 vittime,  si è reso noto che anche le missioni di soccorso e di lavoro per eliminare le macerie sono attualmente difficili data la presenza di strade danneggiate.

- Prosegue dopo la pubblicità -