Scoperta incredibile: alcuni di noi discendono dai Neandertal

Svante Pääbo, del Max-Planck Institut per l’antropologia evoluzionistica, a Lipsia ha diretto una squadra di ricercatori che ha sequenziato il genoma dell’uomo di Neandertal scoprendo che i primi esseri umani moderni e i Neandertal si sono incrociati. Per chi non lo sapesse la specie dei Neandertal è vissuta migliaia di anni fa accanto a quella del Sapiens Sapiens ma essa, seppur imparentata con la nostra specie, rappresentava un ramo evolutivo diverso, quella dei Neandertal si è estinta millenni fa dando dunque spazio all’Homo Sapiens Sapiens di colonizzare al meglio le terre emerse. Ma a quanto pare da questa nuova scoperta pare che una piccola parte del genoma di questi ultimi è ancora presente in molte persone che vivono al di fuori dell’Africa, dall’uno al quattro per cento del genoma di molte persone deriva dai Neandertal e in un certo senso si potrebbe dire che gli uomini di Neandertal non si sono mai estinti. “Probabilmente i Neandertal si mescolarono con i primi esseri umani moderni prima che Homo sapiens si suddividesse in gruppi differenti in Europa e in Asia. Ciò potrebbe essere avvenuto in Medio Oriente fra 100.000 e 50.000 anni fa, prima che la popolazione umana si diffondesse verso l’Estremo oriente. Sappiamo, sulla base di reperti archeologici, che in questa regione c’è stata una sovrapposizione temporale fra Neandertal e umani moderni”, ipotizza Pääbo.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.