Press "Enter" to skip to content

I Cinesi esplorarono l’America prima di Colombo? Una mappa lo dimostrerebbe.

Felipe Fernandez-ArmestoI primi esseri umani a stabilirsi nelle Americhe attraversarono il ponte di terra di Bering dall’Asia, maggior parte degli archeologi concordano su questo, e marinai norvegesi e Cristoforo Colombo sono stati tra i primi europei a mettere piede nel Nuovo Mondo. Questo è ciò che tutti sappiamo e tutti gli storici hanno affermato sino ad ora.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ma lo storico dilettante e autore Gavin Menzies ha cominciato a scardinare questa credenza attraverso il suo libro “1421: The Year China Discovered the World” (William Morrow, 2002), in cui sostiene che una flotta cinese timonata dall’ammiraglio Zheng Ha ha navigato in America nel 1421 lasciando dietro di se ampie prove archeologiche e genetiche del loro viaggio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le affermazioni di Menzies sono state duramente criticate dai ricercatori autorevoli e storici: “L’equivalente storico di storie di … incontri ravvicinati con alieni criceti” afferma Felipe Fernandez-Armesto, docente di storia presso l’Università di Londra, in un libro, secondo il Telegraph.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ma ora, Menzies è tornato con un nuovo libro, “Chi ha scoperto l’America: la storia mai raccontata di popolamento delle Americhe” (William Morrow, 2013), in cui sostiene che la mappa cinese datata 1418 dimostrerebbe che i cinesi esplorarono le Americhe nel 1421, ben 71 anni prima dell’arrivo delle navi di Colombo. Ecco una scansione della mappa in questione:
la controversa mappa cinese con america datata 1421Per dovere di informazione, dobbiamo comunque ricordare che Menzies – un ex marinaio della Royal Navy britannica – ha persino firmato libri con contenuti a dir poco discutibili, ovvero “1434: L’anno una flotta cinese Magnifico salpò per l’Italia e ha dato il Rinascimento” (William Morrow, 2008 ), e l’ampiamente deriso “L’impero perduto di Atlantide: il più grande mistero della storia Rivelato” (Harper Collins, 2011).

ammiraglio Zheng Ha“La storia tradizionale di Colombo alla scoperta del Nuovo Mondo è fantasia assoluta, è fiaba”, ha riferito Menzies al Daily Mail, affermando invece che gli esploratori cinesi avrebbero raggiunto le Americhe circa 40.000 anni fa. “Se te ne vai fuori in una vasca di plastica, le correnti saranno ti porteranno da sole sin laggiù. Sono arrivati grazie alla corrente, è così semplice.”

- Prosegue dopo la pubblicità -

La mappa su cui Menzies dimostra le sue affermazioni, tuttavia, è stata liquidata come un falso. “Gli studiosi che conoscono questo settore hanno confutato questa affermazione sotto senza mezzi termini” afferma Sally K. Chiesa della Università di Cambridge a LiveScience in una precedente intervista.

“La mappa è una copia di una mappa europea, come testimoniano i due emisferi raffigurati 18 ° secolo, i continenti indicati e i nonmaritimi [dettagli] dipinti”, ha dichiarato Geoff Wade, ricercatore presso l’Università di Asia Research Institute di Singapore.

Nonostante il suo licenziamento come un ciarlatano o, nella migliore delle ipotesi, una pseudo-storico, libri Menzies ‘lo hanno reso molto benestante, spingendo storico autore Louise Levathes a confessare ad un rispetto costante per Menzies: “La sua macchina promozionale è niente meno che straordinaria” conclude Salon.

- Prosegue dopo la pubblicità -
error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.