Benefici e proprietà di camomilla. Cure per emorroidi.



Dopo 2 o 7 giorni i sintomi spariranno, anche se l’infiammazione potrebbe durare circa un mese. La camomilla blocca l’emorragia e favorisce la cicatrizzazione.
Le emorroidi sono un tema tabù per molte persone, a nessuno piace parlare di quello che sta succedendo in una zona tanto intima del corpo, ma la realtà è che, oltre ad essere un disturbo piuttosto diffuso, le emorroidi causano molti fastidi e dolori intensi che incrementano man mano che passa il tempo. Un trattamento adeguato potrebbe porre fine a questo fastidio velocemente, quindi ve ne parliamo un po’ per darvi maggiori informazioni su come curarlo.
La camomilla è una pianta che potete trovare facilmente in qualsiasi parco e possiede note proprietà medicinali, tra cui quella di ridurre ed eliminare le emorroidi. In questo articolo vi proponiamo quattro rimedi naturali a base di camomilla per trattare le emorroidi.
Che cosa sono le emorroidi
Quando le vene del retto e dell’ano si infiammano, i cuscinetti del tessuto sottomucoso che contengono le venule e le arteriole superficiali del condotto anale sporgono verso fuori, dando luogo alle emorroidi. In condizioni normali i tre cuscinetti situati sulla parete laterale destra, su quella sinistra e sulla zona centrale del condotto partecipano nel meccanismo di contenimento delle feci.
Esistono diverse cause della comparsa delle emorroidi e una volta che succede è molto probabile che il problema si ripeta più avanti se non si evitano i fattori che ne provocano la comparsa.
Fattori che possono causare le emorroidi
• Stitichezza: può arrivare ad essere cronica. L’infiammazione si produce a causa della compressione delle vene del condotto anale.
• Fattori ereditari: propensione a soffrire di emorroidi.
• Gravidanza: soprattutto nelle ultime settimane e durante il parto naturale, in cui la pressione addominale e lo sforzo provocano l’infiammazione.
• Invecchiamento: lo sfintere rettale perde forza.
• Diarrea: produce irritazione.
• Obesità: per via dell’aumento della pressione addominale sul pavimento pelvico.
• Posizioni mantenute per molto tempo: stare in piedi o seduti per molto tempo di seguito può provocare un’infiammazione. Ciò è tipico di diverse professioni: portiere, informatico, impiegato d’ufficio e tassista, tra altre.
• Ipertensione portale: a causa dell’aumento della pressione a livello del sistema della vena porta.
• Abuso di lassativi: provoca irritazione.
• Cibi molto piccanti, ricchi di spezie o di sale: causano un’infiammazione della mucosa intestinale e rettale.

Se ti è piaciuto questo articolo e non vuoi perderti i nostri aggiornamenti pui seguirci anche su Telegram al seguente indirizzo: https://t.me/globochannel. E' inoltre possibile seguirci su Facebook cliccando "MI PIACE" e poi "segui" su questa Pagina: www.facebook.com/GloboChanneldotcom. GloboChannel.com è anche su twitter.com/globochannel1 e su linkedin.com/company/globochannel.