Mattonelle resistenti e a basso costo prodotte con gusci di cozze e uova, invenzione italiana – VIDEO

Il problema: il materiale edile molto spesso non risulta biodegradabile e di conseguenza può creare grossi problemi sia per l’eventuale smaltimento e sia quindi per la salute dell’ambiente. La possibile soluzione: bioplastica dalla consistenza simile alla ceramica prodotta dai gusci di cozze. E’ la nuova invenzione creata grazie ad un gruppo di giovani ricercatori dell’Istituto tecnologico “G. e M. Montani” del Comune di Fermo (Marche).

Il gruppo di ricerca ha dimostrato che è possibile produrre del materiale ecologico ricavato dai gusci di cozze, uova e persino residui di carciofi, arachidi e canapa. E’ l’idea di un gruppo di studenti dell’istituto guidati dalla prof.ssa Cecchi, oggetto di un servizio andato in onda oggi sul TG1.

Il servizio documenta come sia possibile quindi produrre mattonelle resistenti atossiche. Una valida alternativa che starebbe già interessando alcuni imprenditori del settore edilizio. La produzione di bioplastiche ed altri materiali resistenti e biodergradabili è risultata spesso troppo costosa e meno conveniente dei materiali utilizzati sino ad oggi (e più inquinanti) motivo per cui il riciclo di gusci di cozze, uova ed altri materiali normalmente gettati “nell’umido” potrebbero offrirci una soluzione economicamente vantaggiosa. Il VIDEO del servizio giornalistico trasmesso dal TG1: