Press "Enter" to skip to content

Bambino ‘morto’ si risveglia al funerale, salvato

Un bambino in viaggio per il suo funerale è stato scoperto ancora vivo, nonostante i medici dell’ospedale che lo avessero dichiarato morto poco dopo la nascita. La BBC ha riferito che l’incidente è avvenuto in una struttura privata chiamata Max Hospital a Delhi, in India. Il gemello del bambino era nato morto e alcune ore dopo i medici lo dichiararono morto, e la coppia ha dunque deciso di mettere il bimbo un sacchetto di plastica. Ma sulla strada per il funerale, i genitori hanno visto il gemello vivente che si contorceva e sono tornati in ospedale. Non era chiaro se il bambino sarebbe stato cremato o seppellito prima della scoperta che fosse ancora vivo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il ministro della salute, Satyendar Jain, ha dichiarato su Twitter che è in corso un’inchiesta e ha definito il caso “scioccante negligenza criminale“. Nel frattempo, i funzionari dell’ospedale hanno espresso preoccupazione e mettono il medico in congedo, secondo la BBC.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Non è quasi il primo caso in cui una persona vivente viene erroneamente dichiarata morta – nemmeno nell’era moderna della scienza medica. Nel Massachusetts, nel 2005, per esempio, una donna era stata dichiarata morta per suicidio, ma prima che fosse sepolta, un direttore funebre “udì un rumore gorgogliante proveniente dalla sacca del corpo” e prese provvedimenti per salvarla, secondo la ABC .

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ci sono diverse condizioni mediche che possono far apparire una persona morta, e nel caso di quella donna e del suo tentativo di suicidio, era l’ipotermia; aveva overdose in una vasca d’acqua e vi rimase per un lungo periodo di tempo. L’ipotermia rende deboli le pulsazioni di una persona, rallenta la respirazione e le fa perdere conoscenza. Se la persona è fredda e insensibile, apparirà senza vita. C’è anche la bradicardia, in cui il cuore rallenta così tanto che, se combinato con lo svenimento, il paziente si ritrova morto.

Altre volte una persona può effettivamente essere funzionalmente morta e poi tornare in vita. Quando gli sforzi di rianimazione dei medici non sono riusciti a far rivivere qualcuno e poi sembrano miracolosamente e spontaneamente tornare in vita, si chiama sindrome di Lazzaro, un riferimento al carattere biblico che Gesù ha riportato dai morti.

- Prosegue dopo la pubblicità -
error: Non sei autorizzato a copiare questo materiale. Per richieste e/o chiarimenti puoi scriverci.