La lava finisce sulla strada, terremoti ed eruzioni distruggono le abitazioni alle Hawaii – i video

L’eruzione al vulcano delle Hawaii Kilauea continua. La lava ha distrutto almeno 35 strutture e coperto l’equivalente di oltre 75 campi da calcio. A questo è seguito un potente terremoto di 6.9.  Gli scienziati hanno monitorato questo evento da quando è iniziato la settimana scorsa – ma ci sono ancora grandi domande senza risposta, la più grande delle quali è quando finirà. Il vulcano Kilauea sulla Big Island delle Hawaii è in eruzione da oltre 30 anni. Livelli di lava nel cratere di Pu’u O’o e la vetta del vulcano sono aumentati nelle ultime settimane, dice Wendy Stovall, un vulcanologo con il Geological Survey degli Stati Uniti . Stavano “gonfiandosi come un palloncino, perché il magma veniva sollevata dal basso“, dice. Poi la settimana scorsa, il magma di Pu’u O’o è crollato. “L’intero fondo del cratere è caduto e il magma è completamente defluito da quel sistema”, afferma Stovall.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Gli scienziati non sanno cosa sia iniziato questo ultimo evento, ma ci sono due possibilità, afferma Stovall: “O c’è un aumento nell’offerta di magma, o qualcosa che ha bloccato il sistema, qualcosa ha bloccato il percorso fuori dal sistema“. In altre parole, improvvisamente una roccia più fusa si alzò dal profondo della Terra, o ci fu uno zoccolo. Qualunque sia la causa, il magma pressurizzato doveva andare da qualche parte. Si allontanò dal cratere, dirigendosi sottoterra, scorrendo in spazi tra le rocce lungo quella che è conosciuta come la zona orientale del vulcano. Ciò ha provocato una serie di terremoti, tra cui un terremoto di magnitudo 6.9 che ha colpito colpito venerdì e che si è sentito in tutta l’isola. Stovall ha detto che rintracciando i terremoti e le deformazioni nel terreno, hanno potuto vedere la direzione in cui il magma si stava dirigendo. Video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Onestamente è stato piuttosto spaventoso vedere dove andava il magma”, dice Stovall. Questo perché era diretto verso una lussureggiante area residenziale – Leilani Estates, dove più di 1.700 persone avevano l’ordine di evacuare. Il video pubblicato sui social media di Demian Barrios mostra la lava fiammeggiante che sgorga, distruggendo una strada. Ecco perché la lava strappa il terreno, dice il vulcanologo della Denison University Erik Klemetti : “È come un tubo che perde o un tubo di scoppio, dove il magma si muove lungo il sistema di condotti e raggiunge un punto in cui la pressione si accumula abbastanza da iniziare rompendo la superficie sopra”. Ora ci sono almeno 12 di queste fessure nel terreno a partire da martedì e intorno a Leilani Estates, secondo la difesa civile delle Hawaii .

Gli scienziati stanno rintracciando terremoti e la composizione del gas che esce dalle fessure nel terreno, il che suggerisce se l’eruzione si intensificherà. Ma quello che succederà a lungo termine è molto più difficile da prevedere, dice Bill Chadwick, un vulcanologo del NOAA . “Non possiamo davvero guardare attraverso il terreno e vederlo esattamente in tutti i suoi dettagli e complessità”, dice Chadwick. Gli scienziati non possono prevedere quando questa eruzione finirà. “Potrebbe durare giorni, settimane, anni, tutto è possibile, è difficile da dire, sfortunatamente.” Questo lo rende unico rispetto ad altri pericoli naturali come uragani o tornado, dove c’è un chiaro punto finale, dice Stovall. “I vulcani aumenteranno di pressione, e poi rilasceranno quella pressione in eruzione, e poi si fermeranno”, dice Stovall. “E poi aumenteranno di nuovo la pressione e rilasceranno la pressione in un’altra eruzione e poi si fermeranno di nuovo.” Stovall aggiunge: “Finché ci sarà il magma che alimenta il sistema, ci aspettiamo che accada più o meno lo stesso.”

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’incertezza rende estremamente difficile per i residenti di Leilani Estates sapere cosa riserva il loro futuro, cosa che preoccupa Klemetti. “Quando una casa oggi potrebbe sembrare perfettamente sicura, potrebbe sparire da una colata di lava tra cinque anni se l’eruzione continua“, dice. Allo stesso tempo, fornisce quello che Stovall chiama un’opportunità di ricerca irripetibile per gli scienziati. “Le cose che impareremo sulla scia di questa eruzione cambieranno il modo in cui vediamo i vulcani per il futuro.” Gli scienziati stanno cercando di raccogliere più dati possibili e Stovall dice che le informazioni che ottengono hanno il potenziale per cambiare la loro comprensione di come funzioni questo vulcano, il che potrebbe aiutare a mantenere le comunità vicine sicure in futuro.

Il 2 maggio 2018 le fessure erano solo di qualche centimetro di diametro, innocue per l’osservatore casuale, che nemmeno affettavano completamente l’asfalto nero nel quartiere di Leilani Estates. Per qualcuno da qualsiasi altra parte degli Stati Uniti, avrebbero l’aspetto normale di un vecchio capanno. Ma questa era Hawaii , sui fianchi di un vulcano attivo . I terremoti avevano appena vibrato a est verso il quartiere dalle bocche eruttive al vertice.  Le persone che vivevano qui sapevano che c’era una buona possibilità che le crepe fossero un segno di qualcosa di più pericoloso che si preparava sotto il pavimento. Hanno chiamato i ricercatori dell’Osservatorio Hawaiian Volcano, che è uscito per fotografare le crepe, misurarle e controllare se fuoriuscisse del calore o del vapore. Non c’era ancora. Le fessure erano il risultato di serbatoi di roccia fusa (magma quando era sotto terra, lava quando si riversava in superficie) muovendosi sotto le strade e le case e la rigogliosa vegetazione verde. Una foto:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel tardo pomeriggio successivo, la cosa che le fessure annunciarono esplose in superficie, a cominciare da fumi bianchi e blu che uscivano dal terreno, seguiti da schizzi d’arancia. In meno di due ore una fessura larga 492 piedi tagliò la suddivisione, costringendo i residenti a evacuare. Ma per i ricercatori era giunto il momento di tornare al lavoro. Dall’inizio dell’eruzione la settimana scorsa, ci sono stati 24 ore su 24, 7 giorni su 7, prendendo dei turni per tenere d’occhio i progressi dell’eruzione. Ecco da dove provengono molte di quelle incredibili immagini e video di blocchi stradali striscianti, gorgoglianti, incandescenti, fontane infuocate e squarci anneriti attraverso paesaggi verdeggianti.

Ci vuole un sacco di lavoro per ottenere quelle fotografie al pubblico. E la documentazione visiva, da quelle minuscole incrinature alle fessure furiose, è solo una piccola parte del processo di monitoraggio del vulcano. I ricercatori stanno anche raccogliendo immense quantità di dati sull’eruzione corrente, rintracciando come e dove si muove, comunicando le loro scoperte con le autorità locali per tenere al sicuro le persone che vivono nell’area circostante e prendendo misure e campioni per la ricerca scientifica.n Non sorprende che, con un’eruzione in corso in questo momento , i ricercatori non fossero disponibili per sedersi e parlare del loro lavoro. Stanno guardando la forma delle fessure, tenendosi ben lontani dagli schizzi di roccia fusa e ottenendo dati che potrebbero aiutare il resto di noi a capire meglio questa eruzione. E questo significa prendere alcune importanti misure precauzionali.

“Quando i nostri scienziati vanno sul campo per monitorare il vulcano, la sicurezza inizia con i vestiti che indossano. Indossano camicie a maniche lunghe e pantaloni lunghi, tutti in cotone o altre fibre naturali. Le fibre sintetiche si sciolgono e fanno cose orribili se esposte a calore significativo, come il calore radiante della lava”, afferma Leslie Gordon, specialista in affari pubblici e geologo presso l’US Geological Survey. Gordon ha riferito le informazioni alla rivista a Popular Science in una e-mail. L’USGS gestisce l’Hawaiian Volcano Observatory, ei loro scienziati sono quelli che inviano i rapporti dal campo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Indossano i guanti nel caso in cui inciampano; i frammenti di lava sono taglienti come vetro rotto “, dice Gordon. “Indossano stivali robusti, con suole cucite. Le suole di gomma incollate possono sciogliersi e finire come scarpe da clown se esposte al calore della lava. C’è una quantità significativa di calore radiante proveniente da lava fresca (come attaccare la testa in un forno). Non è necessario toccare la lava per bruciarsi “. Naturalmente, le precauzioni di sicurezza adottate dagli scienziati variano a seconda della situazione e dei rischi. Potrebbero indossare un elmetto per proteggere le loro teste dalle bombe di lava, un termine tecnico per i grumi di roccia fusa dispersa nell’aria. In molti casi, indossano i respiratori per filtrare il pericoloso gas anidride solforosa che fuoriesce dalle prese d’aria e portano con sé dei monitor per misurare i livelli del gas. Per i voli in elicottero, dove prendono sia le immagini termiche che quelle visive dei flussi di lava, Gordon dice che un insieme di regole di sicurezza completamente diverse entrano in gioco. Anche in alto sulla terra, i ricercatori indossano tute di volo resistenti al fuoco, elmetti e guanti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il nuovo flusso sulla Big Island delle Hawaii è arrivato poche ore dopo un terremoto di magnitudo 5.0, il più forte in una serie di terremoti di magnitudo 2,5 o più potenti che hanno colpito l’area nei giorni scorsi. In un precedente avviso di attività vulcanica, l’US Geological Survey ha detto che “vapore bianco e caldo e fumo blu [fumo] emanavano da un’area di cracking nella parte orientale” della suddivisione di Leilani. “Gli spruzzi hanno iniziato a scoppiare poco prima delle 17:00“, ha detto. Poco prima dell’eruzione, i funzionari della polizia civile della contea di Hawaii sono stati citati dal giornale dicendo che erano in “alta allerta” per la possibilità di un’eruzione nell’area.

L’Hawaiian Volcano Observatory ha detto che il terremoto, che ha colpito alle 10:30 ora locale, “ha causato la caduta di massi e forse un ulteriore collasso” nel Pu’u O’o, un cratere sul vulcano Kilauea che si sta lentamente sgretolando. Un pennacchio di cenere rosa potrebbe essere visto brevemente aleggiare sul cratere, ma nessun altro cambiamento significativo è stato osservato, HVO ha detto sul suo sito web.

I geologi avevano predetto che i terremoti in corso – più di 600 negli ultimi tre giorni – erano un’indicazione che la lava potesse attraversare la superficie in qualsiasi momento. La maggior parte dei terremoti è stata nell’intervallo di magnitudo 2.0 e fino a giovedì mattina il più grande registrato è stato 4,2. L’agenzia che gestisce il programma di preparazione e risposta alle emergenze della contea aveva avvertito i residenti di prepararsi all’evacuazione in caso di un’eruzione.

“Una rottura della lava rimane una possibilità – e potrebbe accadere rapidamente”, ha detto alla NPR Janet Babb, un geologo HVO, aggiungendo che questi tipi di eventi sono quasi impossibili da prevedere. Babb ha spiegato che il brontolio nella regione risale a metà marzo quando il cono del cratere Pu’u O’o ha cominciato a gonfiarsi e la pressione intrappolata all’interno ha causato il crollo del cratere il 30 aprile. Ciò ha costretto un’intrusione del magma, il che significa che piuttosto che zampillare verso l’alto attraverso il cratere del vulcano, inizia a filtrare sottoterra. Mentre si muove sotto la superficie, la lava fusa rompe la roccia e fa spostare il terreno. Questo processo provoca terremoti. E la paura è che la lava vomiterà dalle crepe create da quei terremoti e distruggerà le case vicine. Video:

Da lunedì il magma si è spostato sotto le principali autostrade e anche verso Leilani Estates. Hawaii News Now ha riferito che diversi terremoti mercoledì “hanno creato crepe nella carreggiata“, misurando fino a 18 pollici di lunghezza e 2 pollici di larghezza in alcuni punti.  I funzionari del National Park Service hanno spento 16.000 acri del Parco Nazionale dei Vulcani delle Hawaii per precauzione. E giovedì è stata chiusa anche una scuola charter locale. Babb paragonò l’attività vulcanica di questa settimana a un’eruzione di Kilauea nel 1955 che durò 88 giorni e coprì circa 3.900 ettari di lava, distruggendo le comunità vicine.  A segnalarci la notizia anche alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).