Come i cani possono avvertire tumori e malaria negli esseri umani

I ricercatori del Regno Unito e gli esperti della ONG Medical Detection Dogs in Gambia hanno condotto l’esperimento, consistente nell’allenare i cani per mesi per fermarli quando hanno annusato una calza contaminata. I loro risultati sono stati presentati lunedì alla conferenza annuale dell’American Society of Tropical Medicine di New Orleans, in Louisiana. Le calze venivano dai bambini del Gambia, alcuni dei quali erano risultati positivi al parassita della malaria, ma non avevano la febbre.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Testati dopo il loro addestramento, i cani hanno rilevato correttamente il 70% delle calze di bambini infettati dal parassita della malaria, che genera un odore distinto sulla pelle umana, e che l’olfatto super canino sembra riuscire a sentire, anche se si tratta solo di tracce su un calzino. L’obiettivo di questa tecnica è di avere un test di rilevamento rapido, economico e non invasivo per rilevare la malaria, che viene trasmessa dalle zanzare infette.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il bilancio annuale delle vittime è stimato in 445.000 in tutto il mondo. E il numero di casi è aumentato negli ultimi anni, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità. I ricercatori ritengono che la loro tecnica possa ancora migliorare in precisione, dato che i cani vengono addestrati su più calze. Per l’esperimento, i calzini erano stati congelati nel Regno Unito durante l’allenamento, il che può avere un’efficacia limitata.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Secondo Steven Lindsay, un entomologo della British University of Durham e autore principale dello studio, la tecnica potrebbe un giorno essere utilizzata “nei punti di ingresso nei paesi, così come i cani sono addestrati a rilevare i frutti, verdura o droghe negli aeroporti “. “Questo, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, potrebbe aiutare a prevenire la diffusione della malaria nei paesi che la hanno sradicata, e permettere alle persone che non sanno di essere infette dal parassita della malaria di ricevere un farmaco antimalarico.

I cani possono anche avvertire la presenza di un tumore: annusando le urine di persone malate di cancro, sono stati in grado di avvertire la presenza di una sostanza particolare” spiega a Panorama.it Enrico Alleva, etologo dell’Istituto Superiore di Sanità .

- Prosegue dopo la pubblicità -

In che modo? Nelle persone ammalate di tumore esiste una massa di cellule che cresce molto rapidamente. Queste hanno un loro metabolismo, che nella crescita rilascia delle proteine il cui odore puà essere colto dai cani (ma anche in parte dai gatti). Qualcuno in passato ha anche condotto delle ricerche in forma sperimentale su questa caratteristica degli animali, ma in modo saltuario, non esistono studi precisi in merito.

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

 

- Prosegue dopo la pubblicità -