Naufrago resta volontariamente nell’isola deserta per 30 anni: a 82 anni diventa vegetariano e raccoglie la plastica per “rispettare la natura” ma viene rispedito in città – video

Aveva trovato il suo paradiso su un’isola deserta in Giappone e viveva da solo per 29 anni, nudo e in completa armonia con la natura. Ma purtroppo alcuni mesi fa è stato costretto a tornare alla civiltà. Masafumi Nagasaki aveva 82 anni e il suo più grande desiderio era morire. È l’isola deserta dove la sua vita ha preso il suo significato circa 3 decenni fa.

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ma le autorità locali si sono sempre preoccupate di vederlo nudo e fuori dal sistema. Ecco perché hanno trovato la discussione perfetta per costringerlo a uscire dal suo paradiso. Alcuni mesi fa lo hanno trovato debole sulla spiaggia e lo hanno portato in un ospedale della città contro la sua volontà. Nel 2014 l’esploratore spagnolo Alvaro Cerezo , specializzato  nella ricerca di naufraghi ed isole deserte, è riuscito a vivere alcuni giorni con questo uomo affascinante, ed era in grado di documentare il loro pensiero in un’interessante intervista. Sorprendentemente, dopo diversi anni sull’isola, Nagasaki ha smesso di mangiare carne, pesce e uova di tartaruga per rispetto della natura.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Non ho mai pensato di diventare vegetariano, ma quest’isola mi ha cambiato senza nemmeno accorgermi di me”, ha detto Nagasaki ad Alvaro. “Ho già detto alla mia famiglia che morirò qui. Il mio desiderio è di morire qui senza disturbare nessuno “, ha detto nel documentario. “Morirò presto, probabilmente tra qualche anno. Voglio un tifone per uccidermi, quindi nessuno può tentare di salvarmi.” “Qui sull’isola, non faccio quello che la gente mi diceo di fare, basta seguire le regole della natura. Non è possibile controllare la natura, quindi è necessario obbedire completamente“, ha raccontato a Nagasaki a Cerezo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Alvaro Cerezo, che anni prima ha conosciuto anche con altri famosi naufraghi come Ho Van Lang o David Glasheen, è rimasto sbalordito dalla personalità di questo eremita. “Nagasaki ha trascorso diverse ore a pulire la spiaggia di plastica. A differenza di altri naufraghi volontari, la routine di Nagasaki era molto severa “, dice Alvaro. E continuò “Quello che mi è piaciuto di più di quest’uomo è che ha portato i suoi principi sino alla fine.” Nagasaki ora vive in una città, Ishigaki, e anche se “è in buona salute,” probabilmente appena avuto l’influenza, quando vieron-, “non lo lasceranno tornare sull’isola, ma comunque tornerò a trovarlo“, ha concluso Alvaro. Video:

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).

- Prosegue dopo la pubblicità -