Il fluoro del dentifricio causa il cancro e danni alle ossa? Tutto quello che c’è da sapere

Negli ultimi tempi, diversi siti web hanno pubblicato notizie riguardanti una presunta neurotossicità del fluoro contenuto nelle paste dei dentifrici. Secondo alcuni, esisterebbero degli studi scientifici capaci di provare preoccupanti correlazioni tra l’assunzione costante di questo elemento e l’insorgenza di patologie anche gravi, persino tumori. Ma è cosi’ per davvero o si tratta dell’ennesima bufala online? Cerchiamo di far chiarezza una volta per tutte:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il fluoro è una sostanza chimica comunemente aggiunta al dentifricio. Ha una capacità unica di prevenire la carie. Per questo motivo, il fluoruro è stato ampiamente aggiunto alle riserve idriche per migliorare la salute dentale. Tuttavia, molte persone sono preoccupate per il potenziale danno dall’assunzione eccessiva. Questo articolo analizza in modo approfondito il fluoro ed esamina in che modo può influire sulla tua salute. Anzitutto occorre fare delle puntualizzazioni:

- Prosegue dopo la pubblicità -
Cos’è il fluoro?

Il fluoro è lo ione negativo dell’elemento fluoro. È rappresentato dalla formula chimica F-. È ampiamente presente in natura, in tracce. Si presenta naturalmente in aria, suolo, piante, rocce, acqua dolce , acqua di mare e molti alimenti. Il fluoro svolge un ruolo nella mineralizzazione delle ossa e dei denti, un processo essenziale per mantenerli duri e forti. Infatti, circa il 99% del fluoro del corpo è immagazzinato nelle ossa e nei denti. Il fluoro è anche importante per prevenire la carie dentale, noto anche come carie. Questo è il motivo per cui è stato aggiunto alle forniture idriche della comunità in molti paesi ( 1 ). Dove possiamo trovarlo? Il fluoro può essere ingerito o applicato localmente ai tuoi denti. Ecco alcune delle principali fonti di fluoruro:

- Prosegue dopo la pubblicità -
  • Acqua fluorizzata: Paesi come gli Stati Uniti, il Regno Unito e l’Australia aggiungono fluoruro alle loro riserve idriche pubbliche. Negli Stati Uniti, l’acqua fluorizzata contiene generalmente 0,7 parti per milione (ppm).
  • Acque sotterranee: le acque sotterranee contengono naturalmente fluoruro, ma la concentrazione varia. In genere, è compreso tra 0,01 e 0,3 ppm, ma in alcune aree sono presenti livelli pericolosamente alti. Ciò potrebbe causare seri problemi di salute ( 2 ).
  • Supplementi di fluoro: sono disponibili sotto forma di gocce o compresse. I supplementi di fluoro sono raccomandati per i bambini di età superiore a 6 mesi che hanno un alto rischio di sviluppare cavità e vivono in aree non fluorurate ( 3 ).
  • Alcuni alimenti: alcuni alimenti possono essere trattati utilizzando acqua fluorizzata o possono assorbire il fluoro dal terreno. Le foglie di  , specialmente quelle vecchie, possono contenere fluoro in quantità maggiori rispetto ad altri alimenti ( 4 , 5 , 6 ).
  • Prodotti per l’igiene dentale: il fluoruro viene aggiunto a un certo numero di prodotti per la cura dentale sul mercato, come dentifricio e risciacquo della bocca.

La carie dentale, nota anche come carie o carie, è una malattia orale ( 7 ). Sono causati dai batteri che vivono nella tua bocca. Questi batteri abbattono i carboidrati e producono acidi organici che possono danneggiare lo smalto dei denti, lo strato esterno ricco di minerali di un dente. Questo acido può portare alla perdita di minerali dallo smalto, un processo chiamato demineralizzazione. Quando la sostituzione dei minerali, chiamata remineralizzazione, non tiene il passo con i minerali persi, si sviluppano cavità. Il fluoro può aiutare a prevenire la carie dentale di ( 8 ):

  • Diminuzione della demineralizzazione: il fluoro può aiutare a rallentare la perdita di minerali dallo smalto dei denti.
  • Miglioramento della remineralizzazione: il fluoro può accelerare il processo di riparazione e aiutare a rimettere i minerali nello smalto ( 9 ).
  • Inibire l’attività batterica: il fluoro è in grado di ridurre la produzione di acido interferendo con l’attività degli enzimi batterici. Può anche inibire la crescita dei batteri ( 10 ). Negli anni ’80, è stato dimostrato che il fluoruro è più efficace nel prevenire la carie quando applicato direttamente ai denti ( 11 , 12 , 13 ). Gli effetti indesiderati:

L’assunzione eccessiva di fluoruro per lunghi periodi di tempo può causare fluorosi. Esistono due tipi principali: fluorosi dentale e fluorosi scheletrica. La fluorosi dentale è caratterizzata da cambiamenti visivi nell’aspetto dei denti. In forme lievi, i cambiamenti appaiono come macchie bianche sui denti e sono principalmente un problema estetico. I casi più gravi sono meno comuni, ma sono associati a macchie marroni e denti indeboliti ( 14 ). La fluorosi dentale si verifica solo durante la formazione dei denti durante l’infanzia, ma il momento più critico è sotto i due anni ( 15 ). I bambini che consumano troppa fluoro da più fonti per un periodo di tempo hanno un rischio maggiore di fluorosi dentale ( 16 ). Ad esempio, possono ingerire grandi quantità di dentifricio fluorurato e consumare troppa fluoro in forma di integratore, oltre a ingerire acqua fluorizzata. I neonati che ricevono la loro alimentazione principalmente da formule miscelate con acqua fluorizzata possono anche avere un aumentato rischio di sviluppare una lieve fluorosi dentale ( 17 ). La fluorosi scheletrica è una malattia ossea che comporta l’accumulo di fluoruro nell’osso per molti anni ( 18 ). All’inizio, i sintomi includono rigidità e dolori articolari. I casi avanzati possono alla fine causare alterazioni della struttura ossea e calcificazione dei legamenti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La fluorosi scheletrica è particolarmente comune in paesi come l’India e la Cina. Lì, è principalmente associato al consumo prolungato di acque sotterranee con alti livelli di fluoro presente in natura, o più di 8 ppm ( 2 , 19 ). Altri modi in cui le persone in queste aree ingeriscono il fluoruro includono la combustione del carbone in casa e il consumo di un particolare tipo di tè chiamato tè al mattone ( 20 , 21 ). Si noti che la fluorosi scheletrica non è un problema nelle regioni che aggiungono fluoro all’acqua per la prevenzione delle cavità, poiché questa quantità è strettamente controllata. La fluorosi scheletrica si verifica solo quando le persone sono esposte a grandi quantità di fluoruro per lunghi periodi di tempo.

Ma quindi il fluoro fa male?  Il fluoro è stato controverso per molto tempo ( 22 ). Numerosi siti Web sostengono che si tratta di un veleno che può causare tutti i tipi di problemi di salute, tra cui il cancro. Qui ci sono i problemi di salute più comuni che sono stati associati con fluoruro e le prove dietro di loro. Alcune prove indicano che il fluoro può indebolire le ossa e aumentare il rischio di fratture. Tuttavia, questo accade solo in condizioni specifiche ( 23 ). Uno studio ha esaminato le fratture ossee in popolazioni cinesi con diversi livelli di fluoro presente in natura. I tassi di frattura sono aumentati quando le persone sono state esposte a livelli molto bassi o molto alti di fluoruro per lunghi periodi di tempo ( 24 ). D’altra parte, l’acqua potabile con circa 1 ppm di fluoro è stata collegata a un ridotto rischio di fratture. Riguardo le potenziali correlazioni tra l’assunzione prolungata di fluoro e alcuni tipi di tumori:

L’osteosarcoma è un tipo raro di cancro alle ossa. Di solito colpisce le ossa più grandi del corpo ed è più comune nei giovani individui, specialmente nei maschi ( 25 , 26 ). Diversi studi hanno studiato la connessione tra acqua potabile fluorescente e rischio di osteosarcoma. La maggior parte non ha trovato alcun collegamento chiaro ( 27 , 28 , 29 , 30 , 31 ). Tuttavia, uno studio ha riportato un’associazione tra esposizione al fluoruro durante l’infanzia e un aumento del rischio di cancro alle ossa tra i giovani, ma non le ragazze ( 32 ). Per il rischio di cancro in generale, non è stata trovata alcuna associazione ( 33 ). Altri presunti effetti negativi riguardano il sistema cerebrale del corpo umano:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ci sono alcune preoccupazioni su come il fluoruro influenzi il cervello umano in via di sviluppo. Una revisione ha esaminato 27 studi osservazionali condotti principalmente in Cina ( 34 ). I bambini che vivevano in aree in cui il fluoro era presente in quantità elevate in acqua avevano punteggi QI più bassi, rispetto a quelli che vivono in aree con concentrazioni più basse ( 34 ). Tuttavia, l’effetto era relativamente piccolo, equivalente a sette punti QI. Gli autori hanno anche sottolineato che gli studi esaminati erano di qualità insufficiente. Altri dettagli sull’acqua contenente fluoro:

L’aggiunta di fluoro all’acqua potabile pubblica è una pratica controversa di decenni per ridurre le cavità ( 35 ). La fluorizzazione dell’acqua è iniziata negli Stati Uniti negli anni ’40 e circa il 70% della popolazione statunitense attualmente riceve acqua fluorizzata. La fluorizzazione è rara in Europa. Molti paesi hanno deciso di interrompere l’aggiunta di fluoruro all’acqua potabile pubblica per motivi di sicurezza ed efficacia ( 36 , 37 ). Molte persone sono anche scettiche sull’efficacia di questo intervento. Alcuni sostengono che la salute dentale non dovrebbe essere gestita da “farmaci di massa”, ma dovrebbe essere trattata a livello individuale ( 36 , 38 ). Nel frattempo, molte organizzazioni sanitarie continuano a sostenere la fluorizzazione dell’acqua e affermano che è un modo economico per ridurre le cavità dentali.

Come riportato da Snopes e menzionato da bufale.net, “un documento poco attendibile del 2014 continua a essere condiviso come prova del fatto che il fluoruro è stato dichiarato “ufficialmente” una neurotossina. Già dal dicembre 2015 sono state pubblicate diverse storie effettivamente identiche sulla neurotossicità del fluoruro su un’ampia varietà di siti Web con nomi di dominio come AltHealthworks.comEnergytherapy.bizOrganic and Healthy.org e, più recentemente, in un post del 5 aprile 2018 su AwarenessAct.com. Si legge che la fonte di queste affermazioni sarebbe la “più prestigiosa rivista medica nota come The Lancet” dove “il fluoruro è stato finalmente classificato come neurotossina al cento per cento. Questo lo pone nella stessa categoria di cose come piombo, arsenico e mercurio. Questa notizia è stata rilasciata dall’autore Stefan Smyle che ha effettivamente citato un rapporto che è stato pubblicato su The Lancet Neurology, Volume 13, Numero 3 nell’edizione di marzo 2014″”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Pur essendo potenzialmente pericoloso se assunto in alti dosaggi, dunque, il floruro non è ufficialmente considerato pericoloso per la salute. A confermarlo il fatto che della presunta tossicità del fluoro paventata su svariate fonti web non c’è traccia in alcun elenco ufficiale di nessun Paese. Negli Stati Uniti, l’Environmental Protection Agency ha fornito un elenco di sostanze chimiche approvate come non tossiche ai sensi del Toxic Substances Control Act, e regolato gli standard per i livelli di contaminanti prodotti dall’uomo e naturali nell’acqua ai sensi della legge sull’acqua potabile. Per prodotti alimentari o cosmetici, la Food and Drug Administration effettua determinazioni simili ai sensi della Federal Food, Drug and Cosmetic Act. Sarebbe proprio la definizione di neurotossico “al cento per cento” a tradire l’ignoranza dell’autore originale sul concetto di tossicità perché per tossicità si intenderebbe più alla dose che alla percentuale. L’articolo a cui si fa riferimento in realtà non fa alcun accenno alla dimostrazione della tossicità del fluoro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come con molti altri nutrienti, il fluoruro sembra essere sicuro ed efficace se usato e consumato in quantità adeguate. Può aiutare a prevenire la carie, ma l’ingestione in grandi quantità attraverso l’acqua potabile può portare a seri problemi di salute. Tuttavia, questo è principalmente un problema nei paesi con livelli di fluoro naturalmente alti nell’acqua, come la Cina e l’India. La quantità di fluoruro è strettamente controllata in paesi che intenzionalmente la aggiungono all’acqua potabile. Mentre alcuni mettono in discussione l’etica dietro questo intervento di sanità pubblica, è improbabile che l’acqua della comunità fluorizzata causi seri problemi di salute. Se poi non volete fidarvi dei prodotti acquistabili nei supermercati e nelle farmacie per la pulizia dei denti, potete anche valutare l’ipotesi del fai-da-te, con tutorial che spiegano come produrre del dentifricio in casa senza fluoro:

Autoproduzione di dentifricio fatto in casa
Dentifricio fatto in casa, facile ed economico
Come fare il dentifricio in casa

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).