Plastica tossica nel plancton (di cui si nutrono i pesci che mangiamo) – video

I plancton stanno mangiando la plastica depositata nei fondali del mar Mediterraneo: un rischio enorme non solo per l’ecosistema marino ma anche per la salute umana. Questi microscopici esseri viventi rappresentano infatti la base della catena alimentare. Un percorso che comincia dai pesci piu’ piccoli e termina a volte anche sulle nostre tavole: il plancton si nutre infatti di microplastiche potenzialmente tossiche per gli organismi, plancton che viene a sua volta mangiato dai pesci, pesci che a loro volta rappresentano nutrimento per altri pesci piu’ grandi, rettili (come le tartarughe marine), uccelli e cetacei (come i delfini e le balene).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo meccanismo preoccupante si sta rivelando sempre piu’ comune, sopratutto in un bacino marino limitato e quasi sostanzialmente chiuso come il mare Mediterraneo. In questo scenario inquietante risulta importante promuovere politiche finalizzate al divieto assoluto e totale delle plastiche monouso, che in molti casi finiscono in mare a causa di attività illegali ma non solo, anche dagli scarichi in mare. In molti casi non si tratta di plastiche gettate qualche anno fa ma in realtà giunte li dagli albori del fenomeno consumistico: dagli anni ’60 del secolo scorso. Questo materiale risulta infatti difficilmente  distruttibile e spezzettandosi in minuscoli pezzi causa il singolare fenomeno delle “lacrime di sirena“, ovvero microplastiche che vengono ingerite dagli animali marini. A lanciare l’allarme sono stati alcuni ricercatori italiani così come documenta il video diffuso dal Tg1 che riportiamo qui sotto:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo articolo è stato scritto anche grazie al contributo di alcuni utenti del web (a tal proposito ricordiamo che scrivendo alla Pagina https://www.facebook.com/GloboChanneldotcom/ è possibile inviare segnalazioni, osservazioni anche con foto e video, inoltre è possibile seguire tutte le news anche su Telegram all’indirizzo https://t.me/globochannel).